UniCa UniCa News Notizie UniCa al Convegno sulla pittura parietale aniconica e decorativa fra tarda antichità e alto medioevo

UniCa al Convegno sulla pittura parietale aniconica e decorativa fra tarda antichità e alto medioevo

Numerosi studiosi del nostro Ateneo sono intervenuti all’importante appuntamento organizzato al Museo Archeologico Nazionale di Napoli dal professor Federico Marazzi dell'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
10 settembre 2019
Rossana Martorelli tra Marcella Serchisu e Alberto Virdis

Sergio Nuvoli

Cagliari, 10 settembre 2019 - L'Università di Cagliari ha partecipato nei giorni scorsi al Convegno su "La pittura parietale aniconica e decorativa fra tarda antichità e alto medioevo. Territori, tradizioni, temi e tendenze", tenutosi al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, organizzato dal professor Federico Marazzi dell'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa (Napoli).

Nel corso del convegno sono state presentate relazioni su testimonianze pittoriche di epoca paleocristiana e medievale in Sardegna, dai siti di Cagliari, Sant'Antioco, Fordongianus e Bonorva (Sant'Andrea Priu). Questi gli studiosi che sono intervenuti a nome dell’Università di Cagliari ai lavori: Rossana Martorelli, professore ordinario di Archeologia cristiana e medievale e Presidente della Facoltà di Studi Umanistici, Nicoletta Usai, storica dell'arte medievale, docente a contratto all'Ateneo cagliaritano, Alberto Virdis, storico dell'arte medievale, Dottore di ricerca in Storia, Beni culturali e Studi internazionali (dottorato del Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali di UniCa) e Marcella Serchisu, archeologa postclassica, specializzanda della Scuola di Specializzazione in Beni archeologici dell'Università di Cagliari.

Tematiche: Studi umanistici

Ultime notizie

20 settembre 2019

Notte europea dei ricercatori: scienza, aggregazione e certezze al servizio dei cittadini

“Un evento di eccellenza utile per la crescita della collettività. Abbiate a cuore la conoscenza, la deriva di bugie è dannosa per tutti” dice Maria Del Zompo. La manifestazione si tiene venerdì nel cuore di Cagliari. Piazza Garibaldi ospita trenta gazebo su ricerca, innovazione e scoperte. “I bambini vanno educati alla sensibilità scientifica” ha aggiunto Micaela Morelli. L’appuntamento va in scena anche a Nuoro ed è curato da Università di Cagliari e Istituto nazionale di fisica nucleare con oltre venti partner. Per l’ateneo in campo dodici dipartimenti

19 settembre 2019

Notte europea dei ricercatori, la scienza al servizio dei cittadini nel cuore della città

Domani in rettorato la presentazione a cura di Maria Del Zompo, Micaela Morelli e Alberto Masoni. Piazza Garibaldi ospita trenta gazebo esplicativi su ricerca, innovazione e scoperte. L’evento - che andrà in scena anche a Nuoro - è curato da Università di Cagliari e Istituto nazionale di fisica nucleare con oltre venti partner. Per l’ateneo in campo dodici dipartimenti. Tra i temi, asteroidi, intelligenza artificiale, alieni, bioraffinerie, imprese, longevità, alimentazione, economia sarda, ambiente, musica, mobilità sostenibile, sicurezza, scene del crimine e arte .

19 settembre 2019

Un giorno per bene: con il Touring Club Italiano alla Collezione Piloni

Giornate Europee del Patrimonio: numerose le iniziative in programma sabato 21 e domenica 22 settembre realizzate con il contributo dell'Ateneo. Si comincia sabato alle 10 alla Collezione Piloni con il Rettore Maria Del Zompo e il Direttore della Direzione Territoriale delle Reti Museali della Sardegna Giovanna Damiani, si prosegue con due corse straordinarie dei "Trentapiedi dei Monumenti" nella Valle di San Saturnino con gli studenti dei corsi di laurea in Beni culturali e spettacolo e in Archeologia e storia dell’arte. TUTTI I DETTAGLI

Questionario e social

Condividi su: