UniCa UniCa News Notizie Quasi 1900 candidati per i corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Quasi 1900 candidati per i corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Mercoledì 11 settembre alle 11 gli spazi della Cittadella universitaria di Monserrato ospitano le prove di accesso: tutti i numeri delle selezioni, necessario presentarsi 90 minuti prima dell'inizio. Proseguono in questi giorni anche quelle per gli altri corsi dell'Ateneo, dopo quello per il corso di laurea in Medicina e Chirurgia. Venerdì scorso grazie all'accordo con l'Amministrazione penitenziaria anche un detenuto nel carcere di Uta ha potuto sostenere il test per l'accesso in Scienze motorie
09 settembre 2019
Un'immagine delle prove sostenute negli anni precedenti

Sergio Nuvoli

Cagliari, 9 settembre 2019 - Comincerà mercoledì 11 settembre alle 11 nei locali della Cittadella universitaria di Monserrato il test d’accesso ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie: sono attesi 1860 candidati.

Questa la suddivisione delle domande presentate per i diversi corsi offerti dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Cagliari: per il corso di laurea in Infermieristica sono state presentate 572 domande per la sede di Cagliari e 118 per la sede di Nuoro (disponibili 80 posti a Cagliari, 30 a Nuoro). Per i 14 posti disponibili nel corso di laurea in Ostetricia i candidati sono 119, mentre per Igiene Dentale le domande sono 77, per 25 posti.

Per Fisioterapia 455 candidati si contenderanno 31 posti, per Educazione professionale 62 candidati cercheranno di ottenere uno dei 30 posti. Sono 216 i candidati per i 24 posti di Logopedia, 54 per i 30 posti di Assistenza sanitaria, 70 domande per i 30 posti di Tecniche della prevenzione e Tecniche  di radiologia medica con 178 candidati per 27 posti.

Venerdì scorso si sono svolte le prove di selezione per il corso di laurea in Scienze Motorie. Tra gli iscritti al test c’era anche un detenuto del carcere di Uta, che ha potuto sostenere la prova grazie al protocollo di intesa firmato nei mesi scorsi tra amministrazione carceraria e l’Università di Cagliari. E’ stata costituita una commissione apposita che si è recata nel carcere per somministrare il test: tutto si è svolto regolarmente garantendo l’anonimato del detenuto che ha sostenuto la prova.

Gabriele Finco, Presidente della Facoltà di Medicina e chirurgia, con il Rettore Maria Del Zompo
Gabriele Finco, Presidente della Facoltà di Medicina e chirurgia, con il Rettore Maria Del Zompo

Link

Ultime notizie

23 gennaio 2020

Master internazionale avanzato in tecnologie Smart Grid

L'Ateneo di Cagliari, l'Università di Cipro e l'Università di scienze applicate della Macedonia occidentale (Grecia) grazie al Progetto MOST di Erasmus+ lanciano un programma di specializzazione, mirato e altamente competitivo, nel campo delle tecnologie rinnovabili, fotovoltaiche e delle reti intelligenti. Tutti i dettagli sul sito www.smartgridsmaster.eu

23 gennaio 2020

Monifive, tecnologia avanzata a favore della collettività

Il brillante progetto dei ricercatori dell’Università di Cagliari risponde con efficacia a esigenze reali e quotidiane. Dalla sicurezza alla gestione di luoghi, eventi pubblici e acqua. “Le tecnologie Internet of things e Blockchain, il segnale 5G con il piazzamento dei dispositivi di sensing offrono informazioni trasversali nel pieno rispetto della privacy” spiega Luigi Atzori  a capo degli studi e responsabile del laboratorio di Multimedia and communications

22 gennaio 2020

Canne e alghe? Utili alla spiaggia

Su “L’Unione Sarda” l’intervento di Sandro Demuro, docente di Morfodinamica e conservazione dei litorali, a proposito della Posidonia oceanica e delle canne depositate sulla spiaggia del Poetto. Uno strumento utilissimo per comprendere le dinamiche e i fenomeni in atto, con l’Ateneo che conferma il suo ruolo guida nella disseminazione e nella divulgazione della ricerca scientifica. In una parola, la Terza missione

21 gennaio 2020

La cucina incontra la scienza

TERZA MISSIONE: Germano Orrù, ordinario di Scienze tecniche mediche applicate al Dipartimento di Scienze chirurgiche, Alessandra Scano e Sara Fais, borsiste di ricerca di UniCa, intervengono mercoledì 22 gennaio a Sant’Antioco ad un seminario sugli alimenti funzionali della tradizione sarda nell’ambito di un progetto attivato dall’Istituto Professionale Enogastronomico IPIA “Emanuela Loi”. Grazie alla ricerca scientifica, crescono la sinergia con le scuole e l'interazione con il territorio

Questionario e social

Condividi su: