UniCa UniCa News Notizie Contamination Bootcamp 2019: ricercatori, aziende e fondatori di start up con il Crea dell’ateneo

Contamination Bootcamp 2019: ricercatori, aziende e fondatori di start up con il Crea dell’ateneo

Scadono il 16 settembre le iscrizioni al programma intensivo che si tiene dal 17 al 20 ottobre all’Horse Country di Arborea. Curato dal Centro servizi per innovazione e imprenditorialità dell’Università di Cagliari, il percorso coniuga con successo le istanze del tessuto imprenditoriale con il mondo delle intuizioni e della ricerca
06 settembre 2019
Il Crea costruisce, forma e perfeziona il percorso tra accademia e tessuto produttivo

La terza edizione del Contamination Bootcamp approda ad Arborea dopo Sardara e Tortolì

Mario Frongia


Lunedì 16 settembre si chiudono le iscrizioni per le imprese che intendono partecipare alla #03Edizione del Contamination Bootcamp. Il programma intensivo di Open Innovation è organizzato dal Crea (Centro servizi di ateneo per l’innovazione e l’imprenditorialità, Università di Cagliari) ed è rivolto alle imprese operanti sul territorio nazionale. A seguire, sulla scorta delle aziende che prenderanno parte ai lavori, verrà indetta la selezione dei ricercatori e start up. Sette rappresentanti di diverse aziende e settori, quattrodici ricercatori dell’ateneo del capoluogo e sette fondatori di startup innovative lavoreranno insieme, dal 17 al 20 ottobre all’Horse country resort (Arborea) per dare vita a soluzioni innovative, sviluppare le soft skills necessarie a guidare i programmi di Open Innovation e tecniche Lean da applicare all'interno della propria aziende e migliorare i propri servizi e prodotti.

 

La Sardegna che mette in gioco idee, formazione avanzata, nuove generazioni e imprese
La Sardegna che mette in gioco idee, formazione avanzata, nuove generazioni e imprese

Un percorso condiviso e modellato su misura che conduce a risultati innovativi

Sul sito del Crea UniCa (http://www.crea.unica.it/contamination-bootcamp-2019/) anche le altre informazioni sul percorso rivolto a manager, imprenditori, responsabili o dipendenti di imprese operanti in tutti i settori merceologici a livello nazionale. Le imprese partecipanti potranno presentare delle challenge innovative e risolvere, grazie all’aiuto di ricercatori e startupper, problematiche reali della propria azienda, impadronendosi inoltre di quegli strumenti utili ad affrontare le sfide e i problemi di domani. “Il risultato è innovativo, tecnologicamente avanzato e competitivo. Ma soprattutto tagliato su misura. Perché sono le richieste delle aziende - spiega Maria Chiara Di Guardo, pro rettore Innovazione e direttore del Crea - a guidare ricercatori e startupper nella ricerca delle soluzioni migliori”. In sostanza, un’efficace esperienza di Open Innovation, un’opportunità per aziende che vogliono davvero migliorarsi. Uno strumento potente per attivare il cambiamento e innescare un circolo virtuoso dell’innovazione. “Un’esperienza unica, coinvolgente e divertente, in una location fantastica che di sicuro resterà indimenticabile, capace di generare un’onda creativa, una grande motivazione nelle persone coinvolte, mettendo in circolo energia positiva” conclude la professoressa Di Guardo.

Informazioni. Crea - via Ospedale 121, Cagliari, www.crea.unica.it – 070-6758484

 

Maria Chiara Di Guardo (seconda da sinistra) con un gruppo di imprenditori giapponesi in visita all'Università di Cagliari
Maria Chiara Di Guardo (seconda da sinistra) con un gruppo di imprenditori giapponesi in visita all'Università di Cagliari

Ultime notizie

20 settembre 2019

Notte europea dei ricercatori: scienza, aggregazione e certezze al servizio dei cittadini

“Un evento di eccellenza utile per la crescita della collettività. Abbiate a cuore la conoscenza, la deriva di bugie è dannosa per tutti” dice Maria Del Zompo. La manifestazione si tiene venerdì nel cuore di Cagliari. Piazza Garibaldi ospita trenta gazebo su ricerca, innovazione e scoperte. “I bambini vanno educati alla sensibilità scientifica” ha aggiunto Micaela Morelli. L’appuntamento va in scena anche a Nuoro ed è curato da Università di Cagliari e Istituto nazionale di fisica nucleare con oltre venti partner. Per l’ateneo in campo dodici dipartimenti

19 settembre 2019

Notte europea dei ricercatori, la scienza al servizio dei cittadini nel cuore della città

Domani in rettorato la presentazione a cura di Maria Del Zompo, Micaela Morelli e Alberto Masoni. Piazza Garibaldi ospita trenta gazebo esplicativi su ricerca, innovazione e scoperte. L’evento - che andrà in scena anche a Nuoro - è curato da Università di Cagliari e Istituto nazionale di fisica nucleare con oltre venti partner. Per l’ateneo in campo dodici dipartimenti. Tra i temi, asteroidi, intelligenza artificiale, alieni, bioraffinerie, imprese, longevità, alimentazione, economia sarda, ambiente, musica, mobilità sostenibile, sicurezza, scene del crimine e arte .

19 settembre 2019

Un giorno per bene: con il Touring Club Italiano alla Collezione Piloni

Giornate Europee del Patrimonio: numerose le iniziative in programma sabato 21 e domenica 22 settembre realizzate con il contributo dell'Ateneo. Si comincia sabato alle 10 alla Collezione Piloni con il Rettore Maria Del Zompo e il Direttore della Direzione Territoriale delle Reti Museali della Sardegna Giovanna Damiani, si prosegue con due corse straordinarie dei "Trentapiedi dei Monumenti" nella Valle di San Saturnino con gli studenti dei corsi di laurea in Beni culturali e spettacolo e in Archeologia e storia dell’arte. TUTTI I DETTAGLI

Questionario e social

Condividi su: