UniCa UniCa News Notizie Una teca del sapere a disposizione di tutti

Una teca del sapere a disposizione di tutti

Anche su ILSOLE24ORE si parla di dh.unica.it, la piattaforma digitale realizzata dal Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali per sperimentare l'interazione tra le metodologie della ricerca umanistica e gli strumenti informatici. Il Prorettore alla Didattica, Ignazio Putzu: "Una virtuosa e straordinaria combinazione tra il sapere, l’informatica e il miglior completamento della formazione dei nostri studenti, che diventeranno in questo modo umanisti digitali". Resoconto, IMMAGINI e VIDEO con la RASSEGNA STAMPA e i servizi dei TG
30 luglio 2019
La presentazione della nuova piattaforma digitale: a sinistra del tavolo Tatiana Picciau (Youtg.net), a destra Maurizio Melis (TG Telecostasmeralda)

I saluti e la soddisfazione del Rettore Maria Del Zompo per l'iniziativa sono stati espressi dal Prorettore alla Didattica Ignazio Putzu: "E' una straordinaria e virtuosa combinazione tra il sapere, l'informatica e il completamento della formazione"

Sergio Nuvoli - altri materiali disponibili sulla pagina facebook di UniCa

Cagliari, 25 luglio 2019 - “Si tratta di una virtuosa e straordinaria combinazione tra il sapere, l’informatica ed eventuali sbocchi professionali, perché gli umanisti digitali troveranno sempre più spazio nel mondo del lavoro”. Con queste parole il Prorettore alla Didattica Ignazio Putzu, ha definito oggi DH.UNICA.IT, la piattaforma digitale realizzata dal Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali dell'Università di Cagliari per sperimentare l'interazione tra le metodologie della ricerca umanistica e gli strumenti informatici e garantire così percorsi innovativi nella didattica e nella ricerca. La nuova iniziativa è stata presentata oggi in Aula Motzo alla Facoltà di Studi umanistici: "Gli umanisti digitali diventano figure sempre più importanti nel mondo del lavoro, non solo nel campo delle scienze umane - ha evidenziato il professor Putzu - Quindi la creazione di questi profili è un'iniziativa che può avere ottime ricadute occupazionali".

“Attraverso questa piattaforma, base per la costituzione di un centro – ha spiegato Giampaolo Salice, docente di Storia moderna dell’Ateneo del capoluogo sardo e coordinatore del progetto - rimettiamo gli umanisti al centro della transizione verso il digitale. Sarà uno strumento di formazione di umanisti consapevoli delle potenzialità degli strumenti informatici: sono questi ultimi a dover essere asserviti alla scienza umana, e non il contrario. Una tecnologia senza controllo è pericolosa: abbiamo bisogno che gli umanisti stiano al centro dei processi di transizione verso il digitale. Quando gli studiosi fanno ricerca, producono molte informazioni: oggi possiamo cominciare a rispondere al problema dell’organizzazione scientifica dei dati che emergono dalla ricerca e della loro conservazione in ambiente digitale, non solo analogico. E’ un patrimonio digitale culturale che in futuro sarà una fonte di divulgazione e disseminazione, di conoscenza in senso lato. Sarà una sorta di teca pubblica a disposizione di tutti: non sono molte le esperienze simili a livello nazionale”.

Giampaolo Salice, Ignazio Putzu e Eleonora Todde
Giampaolo Salice, Ignazio Putzu e Eleonora Todde
VIDEOPITCH dell'intervento del Prorettore alla Didattica, Ignazio Putzu

Giampaolo Salice: "Quando gli studiosi fanno ricerca, producono molte informazioni: oggi possiamo cominciare a rispondere al problema dell’organizzazione scientifica dei dati che emergono dalla ricerca e della loro conservazione"

“Uno strumento che valorizza la rete costruita anche tra noi ricercatori - ha aggiunto Antioco Floris - Il digitale è necessario per noi non soltanto a fini didattici, ma anche per le attività di ricerca. E' utile non soltanto per diffondere i dati, ma anche per la loro elaborazione. Nella ricerca il processo termina sempre con la sintesi, ma le pubblicazioni non possono tener conto di tutto il lavoro fatto per arrivare al risultato finale: penso ai nostri lavori di intervista orale, che in un saggio non possono certo essere pubblicati integralmente, mentre possono esserlo molto agevolmente su una piattaforma digitale”.

Andrea Corsale e Antioco Floris
Andrea Corsale e Antioco Floris
IL SERVIZIO di Maurizio Melis andato in onda nel TG di TCS di domenica 28 luglio 2019

Si tratta di uno spazio di lavoro cross, open source e modulare, che permette di standardizzare la raccolta e la classificazione delle fonti, di costruire gli oggetti digitali necessari alla ricerca e alla didattica

L’obiettivo del progetto è realizzare un Centro per l’Umanistica digitale, che promuova la transizione al digitale del Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali e, più in generale, di tutte le scienze umanistiche dell’Università di Cagliari: DH.UNICA.IT offre nuovi ambienti digitali nei quali sviluppare progetti di ricerca e di didattica innovativa negli ambiti della storia, dell’archivistica e della paleografia, del cinema e degli audiovisivi, della musica, dell’etnomusicologia, del teatro, delle arti figurative e plastiche, della teoria dei linguaggi, della geografia, dell’antropologia, della sociologia, dell’economia, della letteratura e, in generale, della cultura umanistica. Si tratta di uno spazio di lavoro cross, open source e modulare, che permette di standardizzare la raccolta e la classificazione delle fonti, di costruire gli oggetti digitali necessari alla ricerca e alla didattica (cartografie, linee temporali e genealogie digitali, strumenti di network analysis, banche dati audio-video, descrizioni archivistiche. etc), di definire strategie per la disseminazione e la condivisione digitale pubblica dei principali risultati conseguiti dagli studi umanistici e di formare nuove figure professionali in grado di progettare e realizzare strumenti e percorsi digitali di studio e valorizzazione dei beni culturali, materiali e immateriali.

Un'altra immagine della presentazione
Un'altra immagine della presentazione
IL SERVIZIO di Federica Portoghese andato in onda nei TG di Sardegna 1 del 29 luglio 2019

E' stata creata una piattaforma all'avanguardia, perfettamente integrata nel sistema di Ateneo già esistente, e che può essere agevolmente ampliata con nuovi apporti che arriveranno al progetto anche da altre discipline scientifiche

DH.UNICA.IT è un progetto transdisciplinare, nato dall'iniziativa di un coordinamento tecnico-scientifico formato dagli ambiti di Storia, Archivistica, Cinema, Musica, Geografia, un gruppo di lavoro che è stato anch'esso presentato oggi. Più nel dettaglio, questi cinque ambiti di ricerca sono coordinati da Giampaolo Salice, Eleonora Todde, Antioco Floris, Marco Lutzu e Andrea Corsale, coadiuvati dal tecnico informatico Alessandro Capra.

“Si tratta di un progetto scalabile - ha aggiunto quest'ultimo - la piattaforma dh.unica.it è già pronta per nuovi apporti di altri ambiti disciplinari. Anche l’architettura di applicativi e istanze è realizzata in modo da essere ampliata rispetto alla base di partenza. Fornisce i dati più corretti ai motori di ricerca consentendo un migliore e più accurato posizionamento sul web”.

L'intervento di Alessandro Capra
L'intervento di Alessandro Capra

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di venerdì 26 luglio 2019
Cagliari (Pagina 19 - Edizione CA)
Un ponte (virtuale) tra materie diverse
Nasce il nuovo sito del Dipartimento di Lettere: i dati ora sono digitali
UNIVERSITÀ. La piattaforma è composta da sei aree tematiche ma in futuro saranno di più

Lo hanno chiamato “Dh.unica.it” ed è il nuovo sito pensato e realizzato da “umanisti digitali”. Il dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali ha infatti presentato una piattaforma che promuove la transizione al digitale delle discipline umanistiche.
L'ambiente digitale
«Una tecnologia senza controllo può essere pericolosa - spiega Giampaolo Salice, docente di Storia moderna dell'Università di Cagliari e coordinatore del progetto -. Ecco perché abbiamo bisogno che gli umanisti siano al centro dei processi di digitalizzazione. Quando gli studiosi fanno ricerca producono molte informazioni: oggi possiamo cominciare a rispondere al problema dell'organizzazione scientifica dei dati che emergono dalla ricerca e dalla loro conservazione in ambiente digitale, non solo analogico».
Dh.unica.it è una piattaforma nella quale le scienze umanistiche incontrano le tecnologie digitali e dove per ora sono state sviluppate, grazie a docenti e ricercatori, sei aree tematiche: Storia, Geografia, Cinema, Musica, Archivistica e lo spazio Ludica. «Tutto questo è stato creato seguendo degli standard internazionali, rendendo così possibile un dialogo e soprattutto uno scambio tra la nostra piattaforma e il resto del mondo», dice Alessandro Capra, consulente informatico del progetto. Uno spazio di lavoro a 360 gradi che permette di standardizzare la raccolta e la classificazione delle fonti, di avere gli strumenti digitali utili alla ricerca e alla didattica.
Aree tematiche
È così che nella sezione Storia è possibile consultare l'Archivio digitale del Risorgimento in Sardegna. Ancora: a breve nella sezione Cinema saranno presenti le schede audiovisive di alcuni piatti tipici dell'Isola. Il progetto Narra-Mi che indaga i complessi fenomeni di mobilità della popolazione sarà invece nell'ambito Geografia.
Un lavoro transdisciplinare che ha richiesto una collaborazione su più fronti. L'obiettivo finale è la realizzazione di un centro per l'Umanistica digitale, che promuova e sviluppi i progetti di ricerca e didattica. Durante la presentazione della piattaforma è arrivata anche la candidatura ufficiale per la creazione di un nuovo ambito dedicato all'Architettura all'interno del sito. «Un'occasione per aprire una nuova via: non solo digitalizzazione e conoscenza ma anche opportunità per gli umanisti digitali che troveranno sempre più spazio nel mondo del lavoro», ha dichiarato Ignazio Putzu, prorettore alla Didattica.
Michela Marrocu

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

L’UNIONE SARDA di giovedì 25 luglio 2019
Agenda (Pagina 19 - Edizione CA)
MEMO
Il progetto Dh.Unica.it

Oggi alle 11, nell’aula Motzo della Facoltà di Studi umanistici a Sa Duchessa, si presenta Dh.unica. it, la piattaforma digitale realizzata dal dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali dell’Università. L’iniziativa ha lo scopo di sperimentare l’interazione tra le metodologie della ricerca umanistica e gli strumenti informatici, garantendo percorsi innovativi nella didattica e nella ricerca.

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

L’UNIONE SARDA di mercoledì 24 luglio 2019
Prima Cagliari (Pagina 17 - Edizione CA)
PIATTAFORMA DIGITALE DI ATENEO

Si chiama Dh.unica.it e sarà presentata domani alle 11 nell’aula Motzo a Sa Duchessa. Sarà presente la rettrice Maria Del Zompo

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

Link

Ultime notizie

Questionario e social

Condividi su: