UniCa UniCa News Notizie Una piattaforma italiana per la finanza d’impatto: il ruolo della Regione Sardegna

Una piattaforma italiana per la finanza d’impatto: il ruolo della Regione Sardegna

Dipartimento di Scienze economiche e aziendali, giovedì 27 giugno nell’Aula A del Polo universitario di viale Sant’Ignazio si discute di un tema che sta catalizzando l’interesse di un sempre maggior numero di investitori, studiosi e policy maker: la nostra regione può essere un laboratorio di sperimentazione di pratiche virtuose. RASSEGNA STAMPA
25 giugno 2019
Un'immagine simbolo della finanza di impatto

Ne discutono con i docenti di UniCa i più autorevoli studiosi italiani del tema, operatori dell’ecosistema finanziario locale, esperti della pubblica amministrazione e del settore privato

Sergio Nuvoli

Cagliari, 24 giugno 2019 – Si parlerà di finanza d’impatto durante il convegno organizzato giovedì 27 giugno a Cagliari dal Dipartimento di Scienze economiche e aziendali dell’Università di Cagliari in collaborazione con l’Università di Roma La Sapienza, il Center for Positive Finance – Unitelma Sapienza e Social Impact Agenda per l’Italia.

L’appuntamento è a partire dalle 15 nell’Aula A del Polo universitario di viale Sant’Ignazio: i lavori si protrarranno fino alle 18.30, quando termineranno con le conclusioni di Riccardo De Lisa, docente di Economia degli intermediari finanziari, che con i colleghi Rosella Carè e Luca Piras ha curato l’organizzazione dell'iniziativa.

Il tema sta oggi catalizzando un sempre maggiore interesse di investitori, studiosi e policy maker, per via del formidabile potenziale di sviluppo che questo tipo di strumenti sono in grado di attivare in innumerevoli campi della vita economica e sociale. Si tratta infatti di quegli investimenti che sono in grado di generare un impatto sociale e ambientale in aggiunta a un ritorno finanziario.

Riccardo De Lisa, docente di Economia degli intermediari finanziari, è anche consigliere di amministrazione dell'Ateneo
Riccardo De Lisa, docente di Economia degli intermediari finanziari, è anche consigliere di amministrazione dell'Ateneo

La finanza d’impatto è un nuovo modo di partecipazione privata ai sempre più gravosi e sempre meno sostenibili impegni finanziari pubblici

La Sardegna, in particolare, si presta ad essere un laboratorio di sperimentazione di partiche virtuose delle quali esistono già numerosi e significativi esempi. Ne discuteranno, nella tavola rotonda prevista alle 17.15 con il coordinamento di Luca Piras e l’intervento di Rosella Carè, Riccardo Barbieri, consigliere di amministrazione SFIRS, Francesco Sanna, Presidente FIDICOOP Sardegna, Massimo Temussi, Direttore generale dell’Agenzia regionale per il Lavoro, e Matteo Muntoni, Bando Innovazione Sociale.

La finanza d’impatto è un nuovo modo di partecipazione privata ai sempre più gravosi e sempre meno sostenibili impegni finanziari pubblici. Di tutto ciò si discuterà giovedì con un parterre di grande qualità, composto dai più autorevoli studiosi italiani del tema, da operatori dell’ecosistema finanziario locale, da esperti della pubblica amministrazione e del settore privato.

Luca Piras, docente di Finanza aziendale
Luca Piras, docente di Finanza aziendale

RASSEGNA STAMPA

LA NUOVA SARDEGNA di martedì 25 giugno 2019
Economia – pagina 14
Finanza d'impatto, un ruolo per l'isola
La Sardegna sperimenta investimenti con effetti socio-ambientali

CAGLIARI Per finanza d'impatto si intende quel settore di investimenti in grado di generare, appunto, un impatto sociale e ambientale in aggiunta a un ritorno finanziario. Il tema sta catalizzando un sempre maggiore interesse da parte di investitori, studiosi e policy maker per via del formidabile potenziale di sviluppo che questo tipo di strumenti sono in grado di attivare in innumerevoli campi della vita economica e sociale.
La Sardegna, in particolare, si presta ad essere un laboratorio di sperimentazione di pratiche virtuose delle quali esistono già numerosi e significativi esempi. Di tutto ciò si discuterà giovedì a Cagliari nel convegno organizzato dal dipartimento di scienze economiche e aziendali dell'università di Cagliari in collaborazione con l'università di Roma La Sapienza, il Center for positive finance Unitelma Sapienza e Social Impact Agenda per l'Italia. Il parterre sarà composto dai più autorevoli studiosi italiani del tema, da operatori dell'ecosistema finanziario locale, da esperti della pubblica amministrazione e del settore privato. Il via alle 15 nell'Aula A del Polo universitario di viale Sant'Ignazio.
Del ruolo dell'isola discuteranno, nella tavola rotonda alle 17.15 con il coordinamento di Luca Piras e l'intervento di Rosella Carè, Riccardo Barbieri (consigliere di amministrazione Sfirs), Francesco Sanna (presidente Fidicoop Sardegna), Massimo Temussi (direttore generale dell'agenzia regionale per il lavoro, e Matteo Muntoni, bando innovazione sociale. I lavori si protrarranno fino alle 18.30 con le conclusioni di Riccardo De Lisa, docente di economia degli intermediari finanziari, che con i colleghi Rosella Carè e Luca Piras ha curato l'organizzazione dell'iniziativa. La finanza d'impatto è un nuovo modo di partecipazione privata ai sempre più gravosi e sempre meno sostenibili impegni finanziari pubblici. (a.palm.)

LA NUOVA SARDEGNA
LA NUOVA SARDEGNA

L’UNIONE SARDA di mercoledì 26 giugno 2019
Agenda (Pagina 19 - Edizione CA)
UNIVERSITÀ. Convegno oggi al Dipartimento di economia
LA FINANZA D'IMPATTO, IL RUOLO DELLA REGIONE
L'Isola laboratorio di pratiche virtuose

Si parlerà di finanza d'impatto durante il convegno organizzato per oggi dal Dipartimento di Scienze economiche e aziendali dell'Università di Cagliari in collaborazione con l'Università di Roma, La Sapienza, il Center for Positive Finance - Unitelma Sapienza e Social Impact Agenda per l'Italia. L'appuntamento è per le 15 nell'Aula A del Polo universitario di viale Sant'Ignazio. I lavori si protrarranno fino alle 18,30, quando termineranno con le conclusioni di Riccardo De Lisa, docente di Economia degli intermediari finanziari, che con i colleghi Rosella Carè e Luca Piras ha curato l'organizzazione dell'iniziativa.
GLI INVESTITORI Il tema sta oggi catalizzando un sempre maggiore interesse di investitori, studiosi e policy maker, per via del formidabile potenziale di sviluppo che questo tipo di strumenti sono in grado di attivare in innumerevoli campi della vita economica e sociale.
IMPATTO SOCIALE Si tratta infatti di quegli investimenti che sono in grado di generare un impatto sociale e ambientale in aggiunta a un ritorno finanziario.
La Sardegna, in particolare, si presta ad essere un laboratorio di sperimentazione di pratiche virtuose delle quali esistono già numerosi e significativi esempi. Ne discuteranno, nella tavola rotonda prevista oggi pomeriggio alle 17,15 con il coordinamento di Luca Piras e l'intervento di Rosella Carè, Riccardo Barbieri, consigliere di amministrazione Sfirs, Francesco Sanna, presidente Fidicoop Sardegna, Massimo Temussi, direttore generale dell'Agenzia regionale per il Lavoro e Matteo Muntoni, Bando Innovazione sociale.
LA PARTECIPAZIONE La finanza d'impatto è un nuovo modo di partecipazione privata ai sempre più gravosi e sempre meno sostenibili impegni finanziari pubblici.
Di tutto ciò si discuterà oggi con un parterre di grande qualità, composto dai più autorevoli studiosi italiani del tema, da operatori dell'ecosistema finanziario locale, da esperti della pubblica amministrazione e del settore privato.

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

Allegati

Link

Ultime notizie

28 novembre 2022

Viaggio di studio negli USA, tra New York, Filadelfia, Atantic City e Washington

Studentesse e studenti della laurea magistrale in Ingegneria civile dell'Università di Cagliari per nove giorni a contatto con la realtà dei grandi cantieri americani di infrastrutture stradali, in contesti urbani e logistici molto diversi da quello locale. Da questa esperienza didattica scaturiranno lavori di tesi e tirocini formativi negli Stati Uniti. La soddisfazione del gruppo di allievi/e del professor Mauro Coni nel report inviato dai giovani universitari alla nostra redazione

25 novembre 2022

25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Si rinnova l’appuntamento con la ricorrenza istituita dall’assemblea delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1999. Numerose le iniziative che coinvolgono la nostra università. Ester Cois, delegata del Rettore per l’Uguaglianza di genere e presidente del Comitato unico di garanzia di UniCa, spiega: “Tenere viva l’attenzione di tutta la comunità d’ateneo - personale docente e ricercatore, personale tecnico amministrativo e bibliotecario, corpo studentesco - sul tema della diffusione di una cultura improntata sui principi dell’equità, dell’intersezionalità, dell’inclusione, della valorizzazione delle differenze”.

25 novembre 2022

CAREER DAY 2023

Il 12 e il 13 gennaio 2023 sono in calendario le due giornate organizzate dall’Università di Cagliari con l’Assessorato regionale del Lavoro e con l’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro (Aspal) per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Da una parte laureati/e, studenti e studentesse di UniCa e dall’altra le imprese del territorio impegnate nella ricerca di giovani preparati per garantire un apporto innovativo alle esigenze aziendali presenti e future

25 novembre 2022

L’Università di Cagliari verso l’award ''HR Excellence in Research''

Lunedì 5 dicembre 2022 nell’aula magna del rettorato il seminario istituzionale per presentare la strategia dell’ateneo e il lavoro della Struttura interna e della Cabina di regia che soprintendono a tutte le fasi di attuazione della Human Resources Strategy for Researchers (HRS4R) per ottenere il riconoscimento ufficiale dalla Commissione Europea. Ospiti e relatori dell'evento il professore emerito Fulvio Esposito (Università di Camerino) e la dottoressa Chiara Biglia (Politecnico di Torino)

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie