UniCa UniCa News Notizie Evento internazionale con gli specialisti di Agenzia spaziale italiana, Esa e Nasa: stamani l’astronauta Roberto Vittori incontra studenti e scolaresche al Teatro Massimo

Evento internazionale con gli specialisti di Agenzia spaziale italiana, Esa e Nasa: stamani l’astronauta Roberto Vittori incontra studenti e scolaresche al Teatro Massimo

A mezzo secolo dallo sbarco sulla luna il team di Massimo Vanzi ha curato e coordinato i seminari di formazione per gli studenti di Scienze, Ingegneria e le scolaresche con i principali esperti del settore. Sardegna: una porta per lo spazio. L’Università di Cagliari, il radiotelescopio di San Basilio e una filiera avanzata delle discipline che regolano il settore
21 giugno 2019
Cagliari. Una fase della relazione di Sami Asmar, scienziato della Nasa, in aula magna di Architettura

Il Teatro Massimo ospita studenti e scolaresche per il confronto con Roberto Vittori

Mario Frongia

Oggi, venerdì 21 giugno, dalle 9 alle 13, si tiene l’evento più atteso della cinque giorni sviluppatasi tra l’aula magna di Architettura, il radiotelescopio di San Basilio: al Teatro Massimo in viale Trento, si sviluppa una mattinata coinvolgente e innovativa ad alto valore scientifico con musica e filmati originali. Ma il momento clou fa capo alla presenza dell'astronauta Roberto Vittori che verrà intervistato dal giornalista Mario Scanu. Generale di Brigata aerea, classe ’64, originario di Viterbo, Vittori è ufficiale dell'Aeronautica militare e astronauta dell'Agenzia spaziale europea (Esa). Si è formato anche al Johnson space center di Houston, per missioni a bordo dello Space Shuttle, e, da ingegnere di bordo, allo Yuri Gagarin Cosmonaut training center di Mosca. Primo astronauta europeo a conseguire la qualifica di comandante Soyuz, nel 2011 è decollato con lo Shuttle STS-134 nel ruolo di mission specialist.


 

Roberto Vittori. Pilota con migliaia di ore di volo sui principali jet, è sposato, ha tre figli e adora calcio, nuoto e lettura
Roberto Vittori. Pilota con migliaia di ore di volo sui principali jet, è sposato, ha tre figli e adora calcio, nuoto e lettura

Cinque giorni ad alto valore aggiunto. Aerospazio centrale nelle politiche di ricerca, formazione e nelle relazioni internazionali dell'ateneo

Ieri, giovedì 20 giugno, esperti, docenti e studenti si sono recati a San Basilio per visitare il Radiotelescopio. Giornata intensa con lezioni sul posto e altre iniziative. Tra queste, l’attribuzione di quattro borse di ricerca annuali su temi relativi al Sardinian RadioTelescope. Un altro tassello di pregio curato dal professor Vanzi che rafforza le relazioni tra l’Agenzia spaziale e l’ateneo di Cagliari. Peraltro, tra l’Università del capoluogo e l’Asi è già stato siglato un Accordo quadro

 

San Basilio. Il radiotelescopio è meta dei principali scienziati del settore aerospazio al mondo. Al centro, della foto il rettore Maria Del Zompo e Massimo Vanzi (accosciato, a sinistra)
San Basilio. Il radiotelescopio è meta dei principali scienziati del settore aerospazio al mondo. Al centro, della foto il rettore Maria Del Zompo e Massimo Vanzi (accosciato, a sinistra)

Il successo del seminario con lezioni con gli scienziati della Nasa, delle agenzie italiana ed europea, Asi ed Esa, e dell'Inaf

L'aula magna della facoltà di Ingegneria e architettura in via Corte d'Appello, ha ospitato i seminari di formazione legati all’evento della prima edizione del “Sardinia Deep Space Antenna Seminar – 2019” e al “Sardinia: gateway from space- Sardegna: una porta per lo spazio”. Curati dal professor Massimo Vanzi, alle lezioni hanno partecipato  scienziati dell’Agenzia spaziale italiana (Asi), dell’Agenzia spaziale europea (Esa), dell’Inaf (Istituto nazionale fisica) e della Nasa. Gli appuntamenti hanno avuto per discenti gli studenti magistrali o dottorandi delle aree di Scienze e Ingegneria.

 

Sold out per la tre giorni riservata a studenti e dottorandi delle facoltà di Scienze e Ingegneria
Sold out per la tre giorni riservata a studenti e dottorandi delle facoltà di Scienze e Ingegneria

Obiettivi avvincenti, percorsi di studio e attività coniugate sulle esigenze delle esplorazioni spaziali

“Stiamo raccontando la storia affascinante delle esplorazioni spaziali e il ruolo assegnato alla Sardegna per le prossime grandi avventure verso la Luna e Marte. In questo - spiega Massimo Vanzi, ordinario al Dipartimento di ingegneria elettrica ed elettronica - abbiamo un ruolo centrato sul Radio telescopio di San Basilio, che svolge attività radioastronomica e presto diventerà una “Porta per lo Spazio” dal quale supportare le missioni umane e robotiche, lunari e interplanetarie più sfidanti. La mission si proietta negli anni, prevede il coinvolgimento di giovani ricercatori e tecnici, che scuola e Università saranno chiamate a formare”.

 

INFORMAZIONI. Professor Massimo Vanzi 320.4373029
 

Ultime notizie

17 gennaio 2020

Psicologia della Salute, c’è la Scuola di specializzazione

Domande di partecipazione alla selezione entro il 30 gennaio. Formerà psicologi specialisti nel campo della salute, in una prospettiva multidisciplinare, con un titolo che consente di poter partecipare ai concorsi per Dirigente Psicologo del Servizio Sanitario Nazionale e abilita all’esercizio della professione psicoterapeutica. ON LINE IL BANDO E LE ISTRUZIONI PER PARTECIPARE

16 gennaio 2020

Sviluppo sostenibile, via al dialogo con la Regione

Durante l’incontro tra il Rettore Maria Del Zompo e l’Assessore Gianni Lampis è stata rimarcata la condivisione di principi e obiettivi dell’Agenda 2030 sullo Sviluppo sostenibile. Verso la costituzione di un gruppo di lavoro per organizzare insieme specifiche iniziative sul tema

15 gennaio 2020

Elezioni Consiglio Universitario Nazionale

Giovedì 16 gennaio ultima delle tre giornate di voto per eleggere nel CUN un professore di I fascia dell’area scientifico-disciplinare 14, un ricercatore dell’area scientifico-disciplinare 06 e un ricercatore dell’area scientifico-disciplinare 08. Seggio aperto in Rettorato dalle 11 fino alle 13.45

15 gennaio 2020

5G: l’Università di Cagliari tra i sei vincitori del Bando Mise

Progetto da oltre un milione di euro in collaborazione con Linkem e Tiscali. Un grande risultato per l’Università di Cagliari, capofila, grazie alla sperimentazione coordinata dal professor Luigi Atzori, del Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica, terza classificata tra le proposte relative al “Programma di supporto delle tecnologie emergenti nell'ambito del 5G”. Dimostrata ancora una volta la capacità dell'Ateneo di proporre ricerca scientifica di elevato valore nel settore delle comunicazioni di nuova generazione. Coinvolti anche l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, GreenShare, Flosslab, la Regione Sardegna, i comuni di Cagliari, Guspini e Iglesias, il CTM e Abbanoa

Questionario e social

Condividi su: