UniCa UniCa News Notizie Gli occhi dei ricercatori di UniCa sui nostri mari

Gli occhi dei ricercatori di UniCa sui nostri mari

RICERCA e TERZA MISSIONE. Il TgR della RAI dedica un'intera puntata ad alcuni studi realizzati dai team dell’Ateneo: la corretta gestione della Posidonia nelle parole di Sandro Demuro, i rischi derivanti dall’abbandono delle microplastiche nei mari analizzati da Giovanni De Giudici. VIDEO
15 giugno 2019
A sinistra Mauro Scanu con Sandro Demuro, a destra Carlo Manca con Giovanni De Giudici

Sandro Demuro: "Ad ogni spiaggia serve una sorta di direttore dei lavori, perchè ciascuna è diversa dalle altre, per caratteristiche e problemi. Formiamo ottimi laureati in Scienze naturali che potrebbero essere coinvolti nella corretta gestione"

Sergio Nuvoli

Cagliari, 13 giugno 2019 – Questa mattina è andata in onda su Rai3 una puntata davvero speciale di “Buongiorno Regione”, la striscia quotidiana informativa curata dalla redazione giornalistica del TgR Rai Sardegna.

La trasmissione, condotta oggi in studio da Chiara Zammitti, è stata dedicata quasi integralmente al mare, e ad alcuni fenomeni che lo riguardano molto vicino. Si tratta di situazioni che i ricercatori dell’Università di Cagliari conoscono benissimo e studiano da anni. Anche questo è un modo per mettere a disposizione della società le conoscenze e le competenze acquisite in tanti anni di ricerche e approfondimenti sul campo, specie da parte di alcuni.

Di Posidonia ha parlato Sandro Demuro, docente di Morfologia e conservazione dei litorali: il professore era in collegamento dalla spiaggia di Santa Margherita di Pula, dove è stato intervistato da Mauro Scanu mentre mostrava in diretta i cascami sull’arenile indicando tra l’altro le regole per la corretta gestione. “Le spiagge sono come le persone – ha spiegato – Ciascuna deve essere tratta secondo le proprie caratteristiche, perché è diversa da tutte le altre”. Concetti ripresi più volte da Demuro, che con l’Osservatorio Coste e Ambiente Naturale Sottomarino (OCEANS) è spesso impegnato in ogni punto della Sardegna nella divulgazione delle migliori pratiche di tutela delle nostre risorse più importanti.

“Ad ogni spiaggia serve una sorta di direttore dei lavori – ha aggiunto questa mattina – Penso ai nostri laureati in Scienze naturali, che conoscono davvero bene la biosfera: potrebbero essere impegnati in questo settore così delicato”.

Mauro Scanu e Sandro Demuro sulla spiaggia di Santa Margherita di Pula
Mauro Scanu e Sandro Demuro sulla spiaggia di Santa Margherita di Pula
VIDEOPITCH: il video con l'intervista di Mauro Scanu con Sandro Demuro

Giovanni De Giudici: "Dagli anni ’70 sono aumentate le concentrazioni delle molecole sintetiche negli oceani. Parlare di epidemia o di conseguenze certe sulla salute dell’uomo è complesso”

Subito dopo è andato in onda un servizio di Carlo Manca sulle “microplastiche nella catena alimentare”, durante il quale è stato intervistato Giovanni De Giudici, docente di Mineralogia, che ha spiegato la situazione delle acque intorno alla nostra Isola, e non solo, illustrando anche le finalità del progetto TESTARE, che analizza particolari organismi unicellulari – i foraminiferi – che incorporano molecole inquinanti.

L’inquinamento chimico del mare, ha fatto notare il giornalista, è un fenomeno meno conosciuto e studiato rispetto per esempio al cambiamento climatico. Non all’Università di Cagliari, dove i ricercatori guidati da De Giudici portano avanti ricerche specifiche in questo campo e in altri affini. “Bisogna dire basta alla plastica – ha detto il professore – Dagli anni ’70 sono aumentate le concentrazioni delle molecole sintetiche negli oceani. Parlare di epidemia o di conseguenze certe sulla salute dell’uomo è complesso”.

Giovanni De Giudici durante l'intervista
Giovanni De Giudici durante l'intervista
VIDEOPITCH: il video con l'intervista di Carlo Manca con Giovanni De Giudici

Link

Ultime notizie

03 febbraio 2023

Addio all'architetto Giovanni Carbonara

Si è spento mercoledì primo febbraio a Roma il professor Giovanni Carbonara, maestro di restauro, capofila della cosiddetta “scuola romana”. Aveva ottant’anni. Il prossimo 31 maggio era atteso nel nostro ateneo, ospite della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio. Pubblichiamo un suo ricordo a cura delle docenti Caterina Giannattasio, Donatella Rita Fiorino e Valentina Pintus.

03 febbraio 2023

Cure palliative e terapia del dolore: concluso il primo Master di UniCa

Il traguardo raggiunto ieri nell’aula magna di Palazzo Belgrano, con la discussione di una parte delle tesi del master di primo livello diretto dal professor Gabriele Finco. Presenti per l’occasione il rettore Francesco Mola, l’assessore regionale alla sanità Carlo Doria, l’assessora comunale alle politiche sociali, benessere e famiglia Viviana Lantini, il presidente della società italiana cure palliative Gino Gobber e, per l’Aou, la direttrice generale Chiara Seazzu e il direttore sanitario Giancarlo Angioni

31 gennaio 2023

PREMI ERC. Le ricerche di Miriam Melis al top in Europa

NEUROSCIENZE. L’ateneo tra le università e centri scientifici di grande prestigio internazionale. Il riconoscimento di eccellenza alla professoressa del dipartimento di Scienze biomediche porta a Cagliari un finanziamento di circa 2 milioni di euro per il proseguo degli studi sulla dopamina e sulla sua importanza nei meccanismi di elaborazione degli stimoli sensoriali e nell’ambito dei disturbi inerenti apprendimento, sviluppo, comportamento e interazioni sociali. RASSEGNA STAMPA

30 gennaio 2023

La forza del ricordo come antidoto al male

Una foltissima partecipazione lunedì 30 al convegno organizzato dall'ateneo per il Giorno della Memoria. Autorità civili, militari e religiose, tantissimi studenti a simboleggiare il passaggio del testimone per continuare a non dimenticare l'orrore dell'Olocausto. Gli interventi del rettore Francesco Mola, del direttore del quotidiano La Repubblica Maurizio Molinari, del professor Michele Camerota, del presidente della Regione Christian Solinas, dell'assessora alla pubblica istruzione del comune di Cagliari Marina Adamo. Al termine della manifestazione è stata scoperta la targa commemorativa in onore di Davide Teodoro Levi, Alberto Pincherle, Camillo Viterbo, i tre docenti di UniCa colpiti dalle leggi razziali del '38. SERVIZIO, PHOTOGALLERY E VIDEO INTERVISTE

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie