UniCa UniCa News Notizie La storia coloniale per capire le migrazioni

La storia coloniale per capire le migrazioni

Martedì 2 aprile alle 16 nell’Aula magna del Campus Aresu presentazione e giornata di studi sul progetto di ricerca “Odeporica e colonizzazione tedesca in Africa” finanziato dall’Istituto Italiano di Studi Germanici, Roma, a cura di Mauro Pala e Valentina Serra
02 aprile 2019
Un'immagine simbolo

Sergio Nuvoli

Cagliari, 2 aprile 2019 - La cronaca di questi anni verrà ricordata per i fenomeni di migrazione fra Mondo-Sud e Mondo -Nord, parallelamente al dibattito politico sui flussi migratori che divide L’Europa. Per un’adeguata comprensione di questi eventi occorre riscoprire la storia coloniale europea nel corso del diciannovesimo e nella prima metà del ventesimo secolo: è in quella delicata fase storica che si radicano le problematiche odierne.

Come ha organizzato e strutturato l’Europa il massiccio intervento in Africa dopo il 1884? Come si conciliavano giustificazioni storiche, religiose e umanitarie con una sostanziale realtà di sfruttamento, foriera di future sperequazioni sociali e tensioni razziali?

La ricerca in corso sulla colonizzazione tedesca di Mauro Pala e Valentina Serra dell’Università di Cagliari, finanziata dall’Istituto Italiano di Studi Germanici, si innesta sul lavoro già avviato nel nostro ateneo, fra gli altri, da Cecilia Novelli, Paolo Bertella Farnetti, Alessandro Pes, Valeria Deplano, Luciano Marrocu, Marcello Tanca. Questa sinergia di competenze storico geografiche e letterarie può fornire risposte importanti sul piano culturale ai nodi geopolitici con cui ci confrontiamo oggigiorno.

Il professor Mauro Pala
Il professor Mauro Pala

Allegati

Ultime notizie

08 dicembre 2021

Congresso nazionale degli operatori radiofonici universitari

A Cagliari, dal 10 al 12 dicembre, il primo raduno della categoria sul tema “Il futuro della radiofonia italiana universitaria: proposte per una visione più europea”. In arrivo nel capoluogo sardo i rappresentanti di oltre trentatré emittenti studentesche da tutta Italia che si incontreranno nella Mediateca del Mediterraneo. Organizzazione a cura di Unica Radio, la webradio degli studenti dell'Università di Cagliari

07 dicembre 2021

DUST IN THE WIND

Perturbazioni e problemi idroclimatici antropogenici nelle terre aride: giovedì 9 dicembre il seminario della professoressa statunitense Kathleen Nicoll (University of Utah) su cause ed effetti della desertificazione in regioni a rischio di siccità, come il Mediterraneo, a confronto con le variabili ecogeomorfiche e le attività umane alla base delle tempeste di polvere a Salt Lake City e nelle vicine montagne Wasatch. Appuntamento organizzato su Teams dal Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche e coordinato dal professor Guido Mariani nell’ambito del ciclo di seminari 2021-22 dei Corsi di laurea in Geologia e Scienze e tecnologie geologiche

07 dicembre 2021

Transizione energetica e mobilità

Venerdì 10 dicembre, ore 17:45, continua la serie di conferenze organizzate da Legambiente Sardegna con la collaborazione del Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e architettura dell'Università di Cagliari (Dicaar) con il comune obiettivo di tenere alta l’attenzione a focalizzare ogni sforzo sull’Agenda impostata dall’Unione europea per il Green Deal, la transizione “verde”, giusta e solidale, che ha messo a disposizione ingenti risorse mirate per la ripresa e la resilienza dei Paesi membri. Con i docenti di UniCa Giorgio Massacci, Giorgio Querzoli, Gianfranco Fancello e Italo Meloni, partecipano: Paride Gasparini (Ctm), Paolo Diana (Arst) e l’assessore comunale Alessandro Guarracino. Coordina Vincenzo Tiana (Legambiente)

07 dicembre 2021

BIP, giornata di recruiting

Si svolgerà martedì 21 dicembre, nel Centro servizi di Ateneo per l'innovazione e l'imprenditorialità dell‘Università di Cagliari in via Ospedale 121, la giornata di reclutamento organizzata dalla società di consulenza internazionale BIP Consulting. L'evento è riservato a studentesse e studenti laureandi o laureati nelle discipline STEM. Per partecipare occorre inviare il curriculum entro il 16 dicembre

Questionario e social

Condividi su: