UniCa UniCa News Notizie Le parole di Sanremo

Le parole di Sanremo

Massimo Arcangeli, docente di Linguistica italiana all’Università di Cagliari, ha realizzato un sito web che consente di comprendere come si è evoluta la nostra lingua attraverso l’esame delle canzoni del Festival. Ne hanno parlato anche il Tg1 della RAI e “Repubblica”
11 febbraio 2019
Massimo Arcangeli intervistato da Isabella Schiavone per il Tg1 della RAI

di Sergio Nuvoli

Cagliari, 11 febbraio 2019 – E’ on line da qualche giorno www.leparoledisanremo.it, il sito realizzato da un team dell’Università di Cagliari guidato da Massimo Arcangeli che consente di trovare tutte le parole contenute nei testi delle canzoni del Festival della canzone italiana fin dalla prima edizione, e fino all’ultima appena conclusa.

“Si possono testare usi grammaticali – ha scritto il docente di Linguistica italiana alla Facoltà di Studi umanistici dell’Università di Cagliari su ‘Repubblica’ nei giorni scorsi - qualora si voglia interrogare l'archivio per ricavarne informazioni sull'evoluzione della norma linguistica, sui registri dell'italiano o altro. Si può essere interessati a conoscere la consistenza numerica dei rapporti di forza tra gli uomini (uomo: 143 testi; uomini: 34) e le donne (donna: 109 testi; donne: 45), o tra le mamme (mamma: 21 testi; mamme: 4) e i papà (11 testi)”.

Il sito made in Università di Cagliari è stato oggetto di un servizio di Isabella Schiavone andato in onda nel Tg1 di domenica sulla rete ammiraglia della RAI, nell’ambito di una serie di servizi sul Festival.

“Si tratta di un’operazione senza fini di lucro – spiega Arcangeli, che ha ideato il progetto e lo ha realizzato con Luca Piroddi - messa in piedi in un’ottica di servizio (per la libera circolazione di parole e testi che hanno fatto la nostra storia, e ai quali tutti possano attingere). Si possono testare usi grammaticali, qualora si voglia interrogare l’archivio per ricavarne informazioni sull’evoluzione della norma linguistica, sui registri dell’italiano e altro, si può voler verificare la diffusione di un determinato vocabolo o di una certa area di significati, si possono sfruttare gli esiti della ricerca per futuri capitoli di storia linguistica sociale e così via”.

Mahmood, il vincitore dell'edizione 2019 del Festival di Sanremo, premiato sul palco dell'Ariston
Mahmood, il vincitore dell'edizione 2019 del Festival di Sanremo, premiato sul palco dell'Ariston

Link

Ultime notizie

28 gennaio 2022

Fotovoltaico ad alto rendimento, gli studi all’Università di Cagliari

CELLE SOLARI A PEROVSKITE. Gli esperti del Dipartimento di Fisica, guidati dal professor Giovanni Bongiovanni, in prima linea nel gruppo internazionale al lavoro per creare applicazioni pratiche di nuova generazione e altamente performanti. Pubblicato dalla rivista scientifica ‘’Energy & Environmental Science’’ uno studio del gruppo di ricerca in fotonica e optoelettronica - prima firma della giovane ricercatrice Angelica Simbula - con i risultati ottenuti grazie a sofisticate misure effettuate nei laboratori universitari del Centro Servizi di Ateneo (CeSAR)

26 gennaio 2022

UniCa per la Giornata della Memoria

Visitabile nell’atrio di Palazzo Belgrano fino a fine mese la mostra "A 80 anni dalle leggi razziali": l’esposizione ricostruisce il clima che determinò l’emanazione delle norme per effetto delle quali vennero espulsi Doro Levi, Camillo Viterbo e Alberto Pincherle. Rimandata di qualche mese a causa della pandemia la posa delle tre pietre di inciampo con i loro nomi

24 gennaio 2022

Un pensiero per cancellare la violenza di genere

La Facoltà di Ingegneria e Architettura lancia un concorso di idee per individuare una citazione che rappresenti in modo significativo la campagna di sensibilizzazione nei confronti del contrasto alla violenza di genere. La frase prescelta sarà incisa su una targa collocata in prossimità della panchina rossa nel giardino della Facoltà, dipinta il 25 novembre scorso in occasione della manifestazione “Una pennellata per cancellare la violenza di genere”. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: