UniCa UniCa News Notizie A Cagliari la Società di Filosofia del Linguaggio

A Cagliari la Società di Filosofia del Linguaggio

Dalla strategia social mediale di Matteo Salvini all’incidenza delle emozioni nella comunicazione della Chiesa cattolica, dal dialogo cinematografico alla lingua dei segni: questi alcuni dei temi che saranno toccati durante i lavori del Congresso, a Sa Duchessa dal 23 al 25 gennaio. Alla Facoltà di Studi umanistici una settantina di relatori di livello internazionale
23 gennaio 2019
Un particolare della locandina dell'importante evento

di Sergio Nuvoli

Cagliari, 18 gennaio 2019 - Dalla strategia social mediale di Matteo Salvini all’incidenza delle emozioni nella comunicazione della Chiesa cattolica, dal dialogo cinematografico alla lingua dei segni: sono soltanto alcuni degli argomenti che saranno discussi al XXV Congresso annuale della Società di Filosofia del Linguaggio, fondata fra gli altri da Tullio De Mauro e Umberto Eco, e di cui è attualmente segretario Franciscu Sedda, docente di Semiotica alla Facoltà di Studi umanistici dell’Università di Cagliari.

Il Congresso nazionale, dedicato al tema “Linguaggio ed emozioni” si svolgerà dall'introduzione fissata per le 10 di mercoledì 23 nell'Aula Magna Capitini fino a venerdì 25 gennaio negli spazi del Campus di Sa Duchessa (via Is Mirrionis, Cagliari) con la presenza di circa 70 relatori di profilo internazionale, fra cui Nicholas Harkness dell'Università di Harvard e Zoltan Kovecses dell'Università di Budapest, e si avvarrà del supporto dei Dipartimenti di Lingue, Letterature, Beni culturali e di Pedagogia, Psicologia, Filosofia dell'Ateneo del capoluogo sardo. 

Il convegno – che sarà preceduto da un seminario in programma martedì 22 gennaio - toccherà temi di grande rilevanza e attualità relativi alla semiotica, alla comunicazione, alla filosofia e alle scienze cognitive. Numerose sessioni saranno fra l'altro dedicate all'analisi del linguaggio sui social e in politica. Fanno parte del comitato organizzatore diversi docenti dei Dipartimenti di Lingue, Letterature, Beni Culturali e di Pedagogia, psicologia, filosofia, con i rispettivi direttori.

La partecipazione ai lavori è libera per tutti i docenti e gli studenti dell'ateneo.

 

Il segretario della SFL è Franciscu Sedda, docente di Semiotica alla Facoltà di Studi umanistici dell’Università di Cagliari
Il segretario della SFL è Franciscu Sedda, docente di Semiotica alla Facoltà di Studi umanistici dell’Università di Cagliari

Allegati

Link

Ultime notizie

30 giugno 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 giugno 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

28 giugno 2022

Raccontare la ricerca: adesioni entro il 4 luglio per la SHARPER Night 2022

Data e sede sono già confermate: si terrà venerdì 30 settembre 2022 nell’Orto botanico di Cagliari la nuova edizione di SHARPER Night, iniziativa inserita nel contesto europeo delle European Researchers’ night. Fino al prossimo lunedì 4 luglio ricercatrici e ricercatori dell'Ateneo potranno inviare le proprie proposte per organizzare eventi, conversazioni, podcast e laboratori collegati all’iniziativa.

Questionario e social

Condividi su: