UniCa UniCa News Notizie Un viaggio nel tempo con la Fiat 500, dalle origini ad oggi

Un viaggio nel tempo con la Fiat 500, dalle origini ad oggi

Nel Polo universitario di Ingegneria un mini raduno storico con esemplari di pregio in occasione del convegno e seminario sulla famosa e ormai ultraottantenne utilitaria italiana. Tre diverse generazioni di modelli base e intramontabili derivazioni sportive e commerciali, sempre originali e innovative. LE IMMAGINI
29 novembre 2018
Appuntamento giovedì 29 novembre 2018, dalle 15 nell'aula magna di Ingegneria

Ivo Cabiddu
 

Con i patrocini dell’Ateneo e della Regione Sardegna 
si è svolto oggi pomeriggio il convegno “La Fiat 500 dalle origini ad oggi”. Un vero e proprio viaggio nel tempo promosso dall’Automotoclub Storico Italiano che per l'appuntamento è riuscita a portare nel Polo di Ingegneria (via Marengo 2) una ammiratissima serie di auto d'epoca accompagnata da modelli attuali con le più originali e riuscite evoluzioni, dalla Topolino del 1936 alla modernissima 500x.
 

Cagliari, 29 novembre 2018 - I lavori del seminario e convegno nell'aula magna di ingegneria
Cagliari, 29 novembre 2018 - I lavori del seminario e convegno nell'aula magna di ingegneria

OSPITI, RELATORI E AUTORITÀ

I lavori, coordinati e moderati dal presidente della Facoltà di Ingegneria e Architettura, prof. Corrado Zoppi, sono iniziati alle 15 con i saluti del Sindaco di Cagliari Massimo Zedda e del Consigliere regionale Fabrizio Anedda. A seguire gli interventi di Lorenzo Morello (presidente commissione cultura Asi, su La tecnica e i progettisti della Topolino), Angelo Melis (presidente associazione Automoto d’epoca Sardegna, Dalla Fiat nuova 500 del 1957 alla Fiat 200 R del 1972), Paolo Pezzuoli (associazione Automoto d’epoca Sardegna, Fiat 500: sportive e derivate del 1957 al 1975) e del neo ingegnere di UniCa Gabriele Saba, con la sua tesi di laurea (luglio 2018) La Fiat 500: genesi ed evoluzioni di un mito. In conclusione, dalle 17,30 un dibattito aperto e le conclusioni dell'incontro di studio e approfondimento.

Evento promosso dall’Automotoclub Storico Italiano con i patrocini dell’Ateneo e della Regione Sardegna
Evento promosso dall’Automotoclub Storico Italiano con i patrocini dell’Ateneo e della Regione Sardegna

INGRESSO LIBERO

L’evento era aperto agli studenti della facoltà d’Ingegneria, alle autorità, ai soci dei Club di Auto e Moto Storiche presenti in Sardegna e a tutti gli appassionati.



(IC)

LOCANDINA. Clicca per ingrandire
LOCANDINA. Clicca per ingrandire

Ultime notizie

22 maggio 2022

UniCa C’è a Monumenti Aperti

Si rinnova anche per l'edizione 2022 la collaborazione tra l'Università degli Studi di Cagliari e la manifestazione Monumenti Aperti, organizzata da Imago Mundi. Otto i siti dell'Ateneo aperti al pubblico nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 maggio: il Palazzo del Rettorato, l'Archivio storico dell'Università, la Collezione Piloni, il MUACC, i giardini della Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e sociali, l'Orto Botanico, la Cittadella dei Musei con le sue fortificazioni e il Trentapiedi dei Monumenti a Pirri, realizzato dal laboratorio Vestigia UniCa, coordinato da Fabio Calogero Pinna, docente di Archeologia pubblica

20 maggio 2022

Venerdì 27 maggio la presentazione del Rapporto CRENoS

A partire dalle 10 nell’Aula A della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche (in viale Sant'Ignazio n.76, Cagliari) la presentazione del 29mo Rapporto sull’economia della Sardegna che il CRENoS redige ogni anno per analizzare le tendenze economiche recenti e fornire alcune analisi della congiuntura. Dopo i saluti dei rettori dei due atenei sardi, a illustrare i dati sarà Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica all'Università di Sassari. Per accedere nell'aula sarà necessario indossare una mascherina FFP2. L'evento sarà trasmesso in streaming sul canale Youtube dell'Università di Cagliari e sulla pagina Facebook del CRENoS

20 maggio 2022

Ricerca, dal Fetal programming al come e al quando ci si potrà ammalare

“Dimmi che gestazione hai avuto e ti dirò se e di quali malattie potrai soffrire da adulto”. È stata questa, negli anni '80, l’intuizione dell’epidemiologo David Barker. L'ipotesi sostiene il lavoro, pubblicato dall'European review for medical and pharmacological sciences, curato dal team di specialisti dell’’Università di Cagliari e dell’Aou. La ricerca ha esplorato una casistica di pazienti che  hanno contratto il Covid-19

Questionario e social

Condividi su: