UniCa UniCa News Notizie Data (R)evolution, la prospettiva è UniCa

Data (R)evolution, la prospettiva è UniCa

In corso in Aula Capitini la Conferenza GARR. Il Prorettore all'Innovazione Maria Chiara Di Guardo indica la rotta: “A Cagliari è nato un ecosistema digitale, in cui l’Università fa da ponte tra le imprese e le istituzioni. Solo nell’ultimo anno abbiamo firmato 340 accordi con altrettante aziende: l’obiettivo è continuare a creare opportunità di sviluppo a vantaggio del nostro territorio". Il Rettore Maria Del Zompo: "Vogliamo dare a tutti gli studenti un livello adeguato di conoscenze informatiche, per arricchire la loro formazione e renderli competitivi". Il grazie del Consorzio per l'entusiasta disponibilità dell'Ateneo a ospitare i lavori, a cui ha partecipato anche il sottosegretario allo Sviluppo economico, Andrea Cioffi. RESOCONTO con le immagini e VIDEO. La RASSEGNA STAMPA con il servizio nel TG della RAI
03 ottobre 2018
In Aula Capitini questa mattina: il Rettore, il vicepresidente della Regione Raffaele Paci, il professor Gianni Fenu, il direttore GARR Federico Ruggieri

La prof.ssa Di Guardo dettaglia: "Investiamo costantemente sui progetti europei. Da parte nostra c’è un’attenzione forte alla collaborazione sull’industria 4.0. In questa logica stiamo aggiornando i nostri corsi e attivandone di nuovi"

Sergio Nuvoli - immagini di Francesco Cogotti

Cagliari, 3 ottobre 2018 – “A Cagliari è nato un ecosistema digitale, in cui l’Università fa da ponte tra le imprese e le istituzioni. Solo nell’ultimo anno abbiamo firmato 340 accordi con altrettante aziende: l’obiettivo è creare opportunità di sviluppo a vantaggio del nostro sistema economico e imprenditoriale. Siamo molto impegnati anche sui brevetti, e investiamo costantemente sui progetti europei. Da parte nostra c’è un’attenzione forte alla collaborazione sull’industria 4.0. In questa logica stiamo aggiornando i nostri corsi e attivandone di nuovi, come quelli che formano data scientist ed esperti di cybersecurity”. E’ andata dritta al cuore dell’argomento, come al solito e con il consueto entusiasmo, Maria Chiara Di Guardo, Prorettore all’Innovazione e ai rapporti con il territorio, questa mattina durante le prime battute della Conferenza GARR.

L'intervento di Maria Chiara Di Guardo
L'intervento di Maria Chiara Di Guardo
GUARDA IL SERVIZIO DI MARIA SPIGONARDO NEL TG DELLA RAI DEL 3 OTTOBRE 2018

Riuniti a Cagliari 250 esperti, analisti e ricercatori di un settore in fortissima espansione: a tutti loro è stato spiegato il ruolo dell'Ateneo del capoluogo sardo nell'ICT, con progetti e collaborazioni internazionali

“Data (R)evolution”, per l’Università di Cagliari, è già realtà, e il Prorettore – già responsabile del Contamination Lab, la perla che piazza l'Ateneo in prima fila in Europa – l’ha chiarito ai 250 partecipanti all’assise specializzata nelle connessioni telematiche. Da Cagliari 2020 alle numerosissime collaborazioni internazionali, dal ruolo di volano per tutto il territorio ai progetti che si moltiplicano: l’intervento ha volato alto. “Qui a Cagliari c’è una comunità – ha puntualizzato la prof.ssa Di Guardo - in cui, ciascuno con le sue competenze, crea opportunità di sviluppo e servizi per tutto il territorio”.

Il Prorettore all'Innovazione alla Conferenza GARR
Il Prorettore all'Innovazione alla Conferenza GARR

Il Rettore rinforza la didattica: "Abbiamo avviato un dialogo con i colleghi di Informatica, Ingegneria e Matematica per potenziare la conoscenza di base dei nostri studenti, indipendentemente dalla disciplina e dalla professione per cui si preparano"

Poco prima, nei saluti, il Rettore Maria Del Zompo aveva volto il suo sguardo alle pareti dell’Aula Capitini (ribattezzata “Stanza dei tesori”) spiegando ai convegnisti GARR il senso degli affreschi sulle pareti firmati da Manu Invisible: “Leggete le parole ‘apprendimento’ e ‘conoscenza’: è il cuore di quello che l’Università fa”, ha detto il Magnifico.

“In questi giorni tratterete argomenti molto attuali e intriganti – ha proseguito - Abbiamo avviato un dialogo con i colleghi di Informatica, Ingegneria e Matematica per potenziare la conoscenza di base dei nostri studenti, indipendentemente dalla disciplina e dalla professione per cui si preparano. Vogliamo dare a tutti gli studenti un livello adeguato di conoscenze informatiche, per arricchire la loro formazione e renderli competitivi nel nostro territorio, che - grazie a quanto ha fatto la Regione, specie negli ultimi anni - è diventata un luogo denso di iniziative imprenditoriali in particolare in questo settore. Senza il GARR saremmo morti da tempo: per noi è importante che siate qui in questi giorni”.

L'intervento del Rettore Maria Del Zompo
L'intervento del Rettore Maria Del Zompo
GUARDA L'INTERVENTO DI SALUTO DEL RETTORE

Il plauso speciale del direttore GARR, Federico Ruggieri: "“Grazie al Rettore per la disponibilità entusiasta a ospitare la nostra comunità. Giriamo l’Italia e cerchiamo di soddisfare la comunità dell’Università, della ricerca, dell’istruzione"

Il direttore di GARR, Federico Ruggieri, ha rivolto un particolarissimo plauso: “Grazie al Rettore per la disponibilità entusiasta a ospitare la nostra comunità. Giriamo l’Italia e cerchiamo di soddisfare la comunità dell’Università, della ricerca, dell’istruzione: molto dinamica per definizione, ne anticipiamo le necessità. Per noi la Sardegna è una regione molto importante: il potenziale è enorme, gli atenei stanno diventando sempre più importanti e di respiro internazionale”.

Federico Ruggieri, direttore del GARR, durante il suo intervento
Federico Ruggieri, direttore del GARR, durante il suo intervento

Lavori magistralmente coordinati dalla sintesi di Gianni Fenu, delegato per l'ICT: "Il peso dell'Università di Cagliari nella rete del GARR è notevole, grande il nostro interesse a sviluppare tematiche di grande impatto per lo sviluppo della società”

La sintesi di Gianni Fenu, delegato per l’ICT e componente del GARR per l’Ateneo, ha introdotto gli altri illustri relatori della mattinata: “Il peso di UniCa è notevole nella rete, ed è grande il nostro interesse”, ha detto il docente di Informatica. Quindi gli interventi in programma, dal vicepresidente della Regione Raffaele Paci agli altri ospiti di un appuntamento di assoluto prestigio, che prosegue fino a venerdì nell’Aula magna Capitini, con una tavola rotonda - moderata dal giornalista Stefano Birocchi - che ha visto la partecipazione del sottosegretario allo Sviluppo economico, Andrea Cioffi.

L'avvio della tavola rotonda
L'avvio della tavola rotonda

L'UNIONE SARDA del 4 ottobre 2018

Economia (Pagina 12 - Edizione CA)
Un convegno a Cagliari
Innovazione,
ateneo e imprese fanno rete 4.0

Stimolare la ripresa dell'economia regionale, puntando sull'innovazione digitale, per favorire la nascita di nuove opportunità imprenditoriali. L'Università di Cagliari si configura sempre di più come un ponte tra le imprese e le istituzioni. Per incentivare occasioni di sviluppo, nell'ultimo anno sono stati siglati 340 accordi con altrettante aziende.
L'ha annunciato ieri Maria Chiara Di Guardo, prorettore all'Innovazione e ai rapporti con il territorio dell'ateneo cagliaritano, nel suo intervento alla conferenza del Garr, la rete telematica dell'Università e della ricerca italiana, in programma fino a domani a Cagliari, nell'aula magna Capitini, del polo umanistico di Sa Duchessa.
«Siamo molto impegnati anche sui brevetti, e investiamo costantemente sui progetti europei. Da parte nostra - ha precisato Di Guardo - c'è un'attenzione forte alla collaborazione sull'industria 4.0. In questa logica stiamo aggiornando i nostri corsi e attivandone di nuovi, come quelli che formano data scientist ed esperti di cybersecurity».
Il rettore, Maria Del Zompo, che ha dato il via ai lavori, ha ricordato che nelle tre giornate della Conferenza si tratteranno «argomenti molto attuali e intriganti. Abbiamo avviato un dialogo con i colleghi di Informatica, Ingegneria e Matematica per potenziare la conoscenza di base dei nostri studenti, indipendentemente dalla disciplina e dalla professione per cui si preparano».
Tra gli interventi c'è stato anche quello dal vicepresidente della Regione Raffaele Paci. «L'innovazione tecnologica è patrimonio di tutti, e noi abbiamo il compito di valorizzarlo, migliorarlo e garantire continuità ai grandi progetti a prescindere dalle fisiologiche alternanze politiche e amministrative». Ieri alla tavola rotonda sull'intelligenza artificiale, è intervenuto anche il sottosegretario allo Sviluppo economico, Andrea Cioffi. «Abbiamo fatto una call for experts sull'intelligenza artificiale, e ne abbiamo aperto un'altra anche sulla blockchain. Pensiamo che questi due temi siamo fondamentali per immaginare una nuova industria e un nuovo scopo per il Paese. A questo si sommano i lavori che dobbiamo fare su infrastrutture di base, fibra, cloud e potenza di calcolo».
Eleonora Bullegas

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

Link

Ultime notizie

16 ottobre 2018

Stato, lavoro e capitale globale

Le dinamiche del conflitto capitale-lavoro e il ruolo degli Stati approfondite nel ciclo di seminari organizzati dal GramsciLab in collaborazione con l'Istituto Gramsci della Sardegna. Si comincia giovedì 18 ottobre con Angela Romano

16 ottobre 2018

La cultura, chiave per la crescita

L'ntervento del Rettore al Congresso della Camera del Lavoro metropolitana di Cagliari: "Grati per la passione di chi si fa carico dei diritti dei lavoratori. E' essenziale insistere sulla responsabilità sociale di tutti: senza sviluppo e innovazione, la nostra società non cresce. Per questo occorre battersi per la formazione delle persone"

15 ottobre 2018

Il ricordo, la memoria

Con Angelino Cherchi è scomparso il caposcuola della cardiologia in Sardegna. Il ricordo di Giuseppe Mercuro e Luigi Meloni, docenti del nostro Ateneo

15 ottobre 2018

UniCa, lo sguardo è verso il futuro

Mattinata intensa con Carlo Ratti per l’inaugurazione del 398mo Anno accademico: un viaggio indimenticabile alla scoperta del cambiamento già in atto nelle nostre città. L’invito del docente del MIT agli studenti, sulle orme di JFK: “Non chiedetevi cosa l’università può fare per voi. Domandatevi piuttosto cosa voi potete fare per l’università”. Il Rettore: “L’esito dell’accreditamento è ufficiale: siamo l’Ateneo italiano che migliora di più”. La rappresentante degli studenti, Sara Agus: “L’esperienza universitaria è palestra di vita che educa all’impegno sociale”. Il rappresentante del personale, Ernesto Batteta: “L’Ateneo può vantarsi di noi”. Resoconto, IMMAGINI e VIDEO

Questionario e social

Condividi su: