UniCa UniCa News Notizie Percorso multidisciplinare e concorso "IL BELLO E LA SFIDA DI ESSERE DONNA"

Percorso multidisciplinare e concorso "IL BELLO E LA SFIDA DI ESSERE DONNA"

Attività multidisciplinari e un concorso a premi per la creazione e la diffusione di video ed elaborati giornalistici. Iniziativa dell'’Università di Cagliari finalizzata a promuovere tra gli studenti dell’Ateneo una cultura di rispetto e valorizzazione della figura femminile. IN RETE LE FAQ
08 ottobre 2018
Video ed elaborati dovranno essere inerenti al ruolo della donna nella società odierna, evidenziando le difficoltà che la donna incontra nella realizzazione delle proprie aspirazioni

Termine di scadenza per potersi iscrivere: giovedì 25 ottobre 2018

 
Percorso multidisciplinare e Concorso video/elaborati giornalistici

L’Università degli Studi di Cagliari organizza il percorso multidisciplinare e il concorso “Il bello e la sfida di essere donna”, finalizzato a promuovere tra gli studenti dell’Ateneo una cultura di rispetto e valorizzazione della figura femminile e a premiare la creazione e la diffusione di video ed elaborati giornalistici su tematiche inerenti il ruolo della donna nella società odierna, evidenziando le difficoltà che la donna incontra nella realizzazione delle proprie aspirazioni e nella crescita professionale .

Chi può partecipare?
Il percorso/concorso è riservato agli studenti regolarmente iscritti, alla data del 25 ottobre 2018, ai Corsi di studio (laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico, dottorato, specializzazione, master) di UniCa – siano essi in corso o fuori corso – indipendentemente dall’età anagrafica, dall’anno d’iscrizione e dal tipo di Corso di Studio, nonché agli studenti Erasmus attualmente ospiti di UniCa.

Come iscriversi al percorso/concorso?
Modulo online: http://elearning.unica.it/mod/questionnaire/complete.php?id=293

Guida alla compilazione
Dopo aver compilato il modulo stampalo seguendo le indicazioni.

 

Termine per l’invio dei video e della documentazione richiesta: venerdì 25 gennaio 2019, entro e non oltre le ore 13

 

Come partecipare?
• Frequenta i 3 seminari e la tavola rotonda e crea un video o un elaborato scritto in stile giornalistico che sia rappresentativo del tema del concorso;
• Invia il/i video e la documentazione richiesta entro il 25 gennaio 2019 alle ore 13:00.

Seminari e tavola rotonda
alle ore 16:00 (durata 2 h) – presso l’Aula Magna del Rettorato (via università 40):

  • 29 ottobre – Alessandra Argiolas: “Donne nell’economia
  • 6 novembre – Micaela Morelli: “Donne nella scienza
  • 20 novembre – Anna Finocchiaro: “Donne nella politica
  • 27 novembre – Tavola rotonda: “Il bello e la sfida di essere donna.”

La partecipazione ai seminari e alla tavola rotonda è obbligatoria (la verifica in aula tramite firma su apposito registro) ed è condizione necessaria per poter partecipare al concorso (è consentita l’assenza a un solo evento). A seguito della fase in aula obbligatoria (seminari e tavola rotonda) gli studenti, individualmente o organizzati in gruppo, dovranno realizzare e inviare un video o un elaborato scritto redatto in formato giornalistico sul tema ”Il bello e la sfida di essere donna”. La presentazione al concorso del video o dell’elaborato redatto in stile giornalistico è condizione necessaria per la richiesta di attribuzione dei crediti formativi.


Tema del concorso
I video e gli elaborati giornalistici inviati dovranno essere rappresentativi delle tematiche inerenti il ruolo della donna nella società odierna, evidenziando le difficoltà che la donna incontra nella realizzazione delle proprie aspirazioni e nella crescita professionale.

  

In palio i premi della giuria tecnica, il premio "social" e CFU

 

Cosa si vince?
2 tipologie di premi (non cumulabili):

1. premio giuria tecnica

  • categoria “video”: 1000 euro (1°) – 500 euro (2°)
  • categoria “elaborato giornalistico”: 1000 euro (1°) – 500 euro (2°)

2. premio Social (numero di like al video postato nella pagina Facebook “Il bello e la sfida di essere donna”):

  • categoria video: 700 euro (1°) – 300 euro (2°)


Crediti formativi universitari
Al frequentante verrà rilasciato un attestato di partecipazione e saranno attribuibili – previo riconoscimento da parte del proprio corso di studio – fino a 5 CFU per:

  • 3 seminari + tavola rotonda “Il bello e la sfida di essere donna” = 8 ore (assenza massima consentita 1 incontro).
  • Video presentato idoneo al concorso= 75 ore. L’idoneità del video al concorso sarà inoltre considerata come “prova di verifica del profitto” del percorso formativo multidisciplinare, utile ai fini dell’eventuale riconoscimento dell’attività a scelta.
  • Elaborato giornalistico presentato idoneo al concorso= 50 ore. L’idoneità dell’elaborato al concorso sarà inoltre considerata come “prova di verifica del profitto” del percorso formativo multidisciplinare, utile ai fini dell’eventuale riconoscimento dell’attività a scelta.

 

Informazioni:
Alessandra Orrù, Responsabile del procedimento amministrativo
tel. 070.675 2209 - email: unicadonnacontest@unica.it 
 
 
Referente scientifico: Antioco Floris, Docente di Cinema, Fotografia e Televisione / CELCAM
Email: antioco.floris@unica.it

 




27.09.2018 (IC)

Tematiche: Studenti

Allegati

Link

Ultime notizie

14 dicembre 2018

Il presepe all’Orto Botanico

Nel polmone verde dell’Ateneo si rinnova il tradizionale appuntamento con la rappresentazione realizzata dai tecnici e dai giardinieri dell'Università di Cagliari: le statue in terracotta sono state posizionate tra le palme. Visitabile dal martedì alla domenica dalle 9 alle 16

13 dicembre 2018

Il futuro del San Giovanni di Dio

Accordo tra le tutte istituzioni coinvolte per garantire all’Ospedale civile una funzione sanitaria e socio-assistenziale. Il Rettore Maria Del Zompo: “Come presidio dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria risponderà alle esigenze del territorio, del quartiere e della formazione di medici, infermieri e delle altre figure professionali che afferiscono alla Facoltà di Medicina e Chirurgia”

13 dicembre 2018

UniCa sul tetto del mondo

Grazie all'idea e alla ricerca scientifica di Luciano Burderi, docente al Dipartimento di Fisica, entra sempre più nel vivo il progetto HERMES-Scientific Pathfinder (SP), finanziato nel bando Horizon 2020 SPACE-20-SCI, coordinato da INAF con il supporto dell'Agenzia Spaziale Italiana. Darà vita ad una costellazione di nano-satelliti in grado di localizzare enormi esplosioni cosmiche con grande precisione: monitorando la volta celeste, risponderà ad un'esigenza molto sentita dalla comunità scientifica del pianeta. TUTTI I DETTAGLI e la RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: