UniCa UniCa News Notizie Riqualificazione del polo industriale, concorso di idee per Ottana

Riqualificazione del polo industriale, concorso di idee per Ottana

Le associazioni “Progetto giovani” e “Sardegna al massimo”, bandiscono il “Concorso di idee per la riqualificazione del polo industriale di Ottana”, con premio in denaro, indirizzato agli studenti dei corsi di laurea magistrale delle facoltà di Economia e di Ingegneria e Architettura residenti in Sardegna. ISCRIZIONI ENTRO IL 19 OTTOBRE
20 settembre 2018
PRESENTAZIONE AL TERRITORIO. Per cittadini e stakeholder è annunciata una cerimonia di presentazione del concorso, che si terrà nel Palazzo comunale di Ottana il 29 settembre, inizio ore 11

 
Cagliari, 20 settembre 2018
Ivo Cabiddu
 

  
Questa mattina a Cagliari, nella Presidenza di Ingegneria e Architettura, si è tenuta la presentazione del concorso alle testate giornalistiche, alla quale hanno partecipato i presidenti delle associazioni organizzatrici, Alessio Siciliano e Francesco Pitirra (quest’ultimo membro del consiglio nazionale degli studenti universitari), il presidente della facoltà Corrado Zoppi; il professor Michele Mascia quale docente referente del concorso, l’onorevole Roberto Deriu e, in rappresentanza del corpo docente, i coordinatori dei Corsi di studi di Ingegneria chimica e Ingegneria meccanica, Massimiliano Grosso e Daniele Cocco. Presente anche una rappresentanza degli studenti dei rispettivi corsi di studio.

CONCORSO. L’iniziativa è patrocinata gratuitamente dall’Università di Cagliari, disponibile con il proprio corpo accademico per formare la giuria di valutazione dei progetti presentati. Da parte del Comune di Ottana e dal Consorzio Industriale Provinciale di Nuoro, il patrocinio prevede anche la copertura della somma destinata in premio al secondo classificato.
 
FINALITÀ. “L’Obiettivo – così hanno spiegato gli ideatori del concorso durante la conferenza stampa – è di promuovere possibili soluzioni per il rilancio dell’area industriale di Ottana, con particolare riferimento allo sviluppo di processi innovativi e sostenibili, che possano fornire nuove opportunità occupazionali alla comunità locale attraverso elaborazioni svolte da studenti dell’ateneo. Agli universitari si richiede di immaginare una nuova attività industriale che rispetti i canoni delle filosofie green; dell’eco-sostenibilità, dell’eco-compatibilità e dell’economia circolare; che sia basato per esempio, sull’utilizzo dei prodotti della zona e sul recupero degli scarti agricoli, dell’allevamento e delle altre attività produttive presenti in loco; che rispetti, sostenga e valorizzi le professionalità del sito industriale, le tradizioni e le peculiarità del territorio”.
Per il professor Corrado Zoppi “Questa occasione permetterà agli studenti l’opportunità di mettere in pratica quanto appreso durante il proprio percorso di studi, contribuendo così a far crescere in essi la consapevolezza dei propri mezzi e delle conoscenze acquisite”.
  
PREMI. Il gruppo vincitore, indicato dalla giuria come ideatore del miglior progetto, sarà premiato con 2 mila euro. Inoltre, ai vari Consigli dei corsi di studio, è stata fatta richiesta di fornire CFU ai componenti dei gruppi che avranno presentato progetti riportando a termine un giudizio positivo.
 
ISCRIZIONI. Le adesioni saranno aperte da lunedì 1 fino a venerdì 19 ottobre 2018, mentre per la consegna degli elaborati la scadenza è quella del successivo venerdì 21 dicembre. L’esito del concorso sarà comunicato entro il 18 gennaio 2019 e nello stesso mese si svolgerà a Ottana la cerimonia di premiazione.

LAVORO DI GRUPPO. "Gli studenti partecipanti - hanno precisato Alessio Siciliano e Francesco Pitirra - devono necessariamente costituirsi in gruppi, i cui componenti devono provenire da almeno tre differenti corsi di laurea, facenti parte delle due facoltà interessate, in modo da garantire la multidisciplinarietà dei progetti". Ai concorrenti viene infatti richiesto un approccio multidisciplinare - tecnico, ambientale ed economico - in riferimento alle tecnologie e filosofie proprie dello Smart Manifacturing, della Total Productive Maintenance e dell’Industria 4.0 (Internet of things, digital fabrication, ecc...), mantenendo sempre l’attenzione primaria alla competitività delle idee presentate.
 

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di venerdì 21 settembre 2018 / Cronaca di Nuoro (Pagina 35 - Edizione CA)
OTTANA
Idee per il rilancio

L'area industriale di Ottana può rinascere. Serve un'idea, un progetto innovativo per ridare slancio a un'area importante per la Sardegna. Con questo obiettivo parte il concorso di idee per la riqualificazione del polo di Ottana, promosso dalle associazioni “Progetto Giovani” e “Sardegna al Massimo”. Il bando è riservato agli studenti delle lauree magistrali di Ingegneria ed Economia, residenti in Sardegna. «Gli studenti hanno la possibilità di mettere in pratica le competenze acquisite nel percorso di studi», spiega Alessio Siciliano, presidente di “Progetto Giovani”. «Gli studenti parteciperanno in gruppo di tre e alla fine i loro progetti saranno valutati da una giuria che premierà quello migliore con 2.000 euro», aggiunge Francesco Pitirra, di “Sardegna al Massimo” e membro del Consiglio nazionale degli studenti universitari.
Mauro Madeddu
 
 
L’UNIONE SARDA di giovedì 20 settembre 2018 / Cronaca di Nuoro (Pagina 33 - Edizione CA)
OTTANA. Bandito il concorso di idee per la riqualificazione
Area industriale, Sos agli studenti

È stato bandito un concorso di idee per la riqualificazione dell'area industriale di Ottana. L'iniziativa è dell'associazione di promozione sociale “Progetto giovani”, in collaborazione con “Sardegna al massimo”.
Il tema è la riqualificazione di uno dei maggiori poli industriali della Sardegna, che da qualche anno versa nel degrado e nell'abbandono con impianti fermi e capannoni dismessi e quasi tutti gli operai licenziati. Il concorso è indirizzato agli studenti iscritti ai corsi di laurea magistrale delle facoltà di Ingegneria, Architettura e di Economia, residenti in Sardegna. Il progetto viene presentato oggi alle 11 a Cagliari nella facoltà di Ingegneria e Architettura.
«L'obiettivo del concorso - spiega Alessio Siciliano, presidente di “Progetto giovani” - è promuovere idee per il rilancio dell'area industriale di Ottana, con particolare riferimento allo sviluppo di processi innovativi e sostenibili, che possano fornire nuove opportunità occupazionali alla comunità locale attraverso elaborazioni svolte da studenti universitari, i quali potranno mettere in pratica quanto appreso durante il proprio percorso di studi, contribuendo così a far crescere in essi la consapevolezza dei propri mezzi». Iscrizioni al concorso a partire dal primo ottobre sino al 19 ottobre. Consegna degli elaborati entro il 21 dicembre. L'esito sarà reso noto entro gennaio 2019. ( f. o. )

Ultime notizie

25 settembre 2020

Una borsa di studio intitolata a Giulio Angioni

Il Comune di Guasila e la Facoltà di Studi Umanistici di UniCa istituiscono una borsa di studio dedicata ai laureati e alle laureate in discipline demoetnoantropologiche intitolata a Giulio Angioni. L’iniziativa rientra all’interno del programma del Festival dell’Altrove. Scadenza fissata per il 28 settembre

25 settembre 2020

A-posto, le istruzioni per il rientro in aula

L’Università di Cagliari assicura la fruizione della didattica in modalità mista: in questi giorni gli iscritti stanno ricevendo le istruzioni per scegliere se seguire i corsi integralmente a distanza oppure seguire una parte delle lezioni in presenza attraverso una turnazione specifica. La scelta si fa on line. Il Rettore Maria Del Zompo richiama tutti alla responsabilità personale. RASSEGNA STAMPA

25 settembre 2020

UniCa ha un Piano per l'uguaglianza di genere

L'Ateneo di Cagliari è tra i primi in Italia a dotarsi di uno strumento che disegna un percorso di cambiamento istituzionale di medio-lungo periodo, pensato per diventare parte integrante dell’identità e del funzionamento dell’istituzione. Nato nell'ambito del progetto SUPERA coordinato da Luigi Raffo, è stato sviluppato coinvolgendo tutte le componenti dell’ateneo, con interviste, momenti di co-progettazione e un’intensa attività di consultazione. Il Rettore Del Zompo: "In un periodo in cui finalmente questi temi stanno spesso rimbalzando nel dibattito pubblico, abbiamo scelto da tempo di passare ai fatti: il Piano per l’uguaglianza di genere si affianca al Bilancio di genere". TUTTI I DETTAGLI. RASSEGNA STAMPA. LA NOTIZIA ANCHE SU REPUBBLICA.IT

Questionario e social

Condividi su: