UniCa UniCa News Avvisi Modificato il Bando FIRB "Futuro in Ricerca 2010"

Modificato il Bando FIRB "Futuro in Ricerca 2010"

Autore dell'avviso: Ufficio stampa

27 ottobre 2010
Finanziamenti per il sostegno della ricerca di base: disponibili 50 milioni di euro per progetti di giovani ricercatori

---

Finanziamenti per il sostegno della ricerca di base: disponibili 50 milioni di euro per progetti di giovani ricercatori
 
FIRB 2010

AVVISO IMPORTANTE 
 
Con Decreto Direttoriale del 26 ottobre 2010 n. 705/ric., il MIUR ha apportato modifiche e integrazioni al Bando FIRB “ Futuro in ricerca” 2010. In particolare, rispetto al comunicato precedente, sono stati modificati i requisiti di ammissione e le date di scadenza per la presentazione dei progetti.

Nuovi requisiti:

a) linea d’intervento 1: dottori di ricerca italiani o comunitari, non strutturati presso gli atenei italiani, statali o non statali, i consorzi interuniversitari, e gli enti pubblici di ricerca afferenti al MIUR, che non abbiano già compiuto il 33° anno di età alla data del 23 novembre 2010, e che, alla stessa data, abbiano conseguito il dottorato di ricerca da almeno 2 anni;
 
b) linea d’intervento 2: dottori di ricerca italiani o comunitari, non strutturati presso gli atenei italiani, statali o non statali, i consorzi interuniversitari, e gli enti pubblici di ricerca afferenti al MIUR, che non abbiano già compiuto il 36° anno di età alla data del 23 novembre 2010, e che, alla stessa data, abbiano conseguito il dottorato di ricerca da almeno 4 anni;

c) linea d’intervento 3: giovani docenti o ricercatori, che non abbiano già compiuto il 40° anno di età alla data del 23 novembre 2010, già strutturati presso gli atenei italiani, statali o non statali, i consorzi interuniversitari, e gli enti pubblici di ricerca afferenti al MIUR.

 
NUOVE SCADENZE:
- 16 dicembre 2010, alle ore 17.00, per i responsabili di unità (modello B)
- 23 dicembre 2010, alle ore 17.00, per i coordinatori di progetto (modello A)
 
 
INFORMAZIONI:
- Nives Bertarione: 070.675.6524
- Lidia Melis: 070.675.6526
  dir.ricter@amm.unica.it
 
IN RETE 
Il testo integrale del nuovo bando è disponibile nel sito web della Direzione per la Ricerca e il Territorio: http://www.unica.it/pub/8/show.jsp?id=13031&iso=52&is=8 
 




Bando FIRB 2010 “Futuro in ricerca”: disponibili 50 milioni di euro per i progetti di giovani dottori di ricerca, ricercatori e docenti
 
   

 
Cagliari, 7 ottobre 2010 (IC) –
Con il Programma 2010 "Futuro in Ricerca" il Miur conferma gli incentivi per favorire il ricambio generazionale e sostenere le eccellenze scientifiche emergenti. Il nuovo bando FIRB - pubblicato lo scorso 27 settembre - prevede l’utilizzo di 50milioni di euro, destinati al finanziamento di progetti di ricerca fondamentale proposti da giovani ricercatori strutturati e non strutturati in atenei ed enti pubblici di ricerca. I fondi stanziati sono così ripartiti, nelle tre tipologie di interventi previsti:
 
10 milioni di euro per la LINEA DI INTERVENTO 1
20 milioni di euro per la LINEA DI INTERVENTO 2
20 milioni di euro per la LINEA DI INTERVENTO 3

I progetti di ricerca fondamentale, anche a rete, sono finanziabili se di durata almeno triennale e se rientranti in uno qualsiasi dei settori scientifici definiti dall’European Research Council. Avranno quindi priorità le tematiche relative alle energie alternative e/o sostenibili, all’agricoltura e ambiente, al patrimonio artistico-culturale e ambientale, alla mobilità sostenibile, all’homeland security, alla salute e alle scienze della vita, ritenute strategiche per l’economia nazionale. Per ciascun candidato non è ammessa la partecipazione a più di un progetto.
 
Il costo della singola proposta progettuale dovrà essere compreso fra 300.000,00 e 1.200.000,00 euro; il programma prevede la copertura del 70% dei costi esposti, fatta eccezione per i contratti con giovani ricercatori, interamente a carico del MIUR. Per le linee di intervento 1 e 2, entro trenta giorni dalla scadenza del bando, l’Università dovrà trasmettere al MIUR l’apposita dichiarazione di propria disponibilità a stipulare con il giovane ricercatore, uno specifico contratto di durata almeno pari alla durata del progetto.
 
I progetti, sia in italiano che in inglese, devono essere presentati per via telematica. Entro i dieci giorni successivi alla scadenza - tramite la Direzione per la ricerca e il territorio - deve essere trasmessa una copia cartacea ai Rettori degli atenei d’appartenenza.
    

Per approfondimenti e supporto pratico contattare lo staff della Direzione per la ricerca e il territorio.
Vedi informazioni, recapiti e tutta la documentazione online nella pagina web http://www.unica.it/pub/8/show.jsp?id=13031&iso=52&is=8

 
ufficio stampa e redazione web

1a pubb.ne 7 ottobre 2010
ult. mod. 27 ottobre 2010

Ultimi avvisi

27 ottobre 2022

Seminario IANG 2

Come i giovani stanno insieme? Una discussione a partire dai volumi ‘Forms of Collective Engagement in Youth Transitions: A Global Perspective’, Brill, 2021 e ‘Youth Collectivities: Cultures and Objects’, Routledge 2021, curati da V Cuzzocrea, B Schiermer, B Gook. Intervengono: Sebastiano Benasso (Università di Genova) e Carmen Leccardi (Università Milano Bicocca). Partecipano alla discussione gli autori: Massimiliano Andretta (Università di Pisa), Enzo Colombo (Università di Milano), Valentina Cuzzocrea (Università di Cagliari), Ilaria Pitti (Università di Bologna) e Paola Rebughini (Università di Milano) Coordina: Giuliana Mandich (Università di Cagliari)

21 ottobre 2022

SELEZIONE ERASMUS+ TRAINEESHIP UNICA - A.A. 2021/2022- Pubblicazione secondo avviso per l'assegnazione di 327 borse di mobilità - SCADENZA ORE 14:00 DEL 21 NOVEMBRE 2022

Il programma Erasmus+ Mobilità per traineeship offre agli studenti la possibilità di svolgere un tirocinio presso imprese, centri di formazione, università e centri di ricerca o altre organizzazioni dei Paesi partecipanti al Programma:  gli  Stati membri dell’Unione Europea, i 3 paesi dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Liechtenstein, Norvegia) e la ex Repubblica Iugoslava di Macedonia, la Turchia e la Serbia. I candidati dovranno svolgere la loro mobilità in un Paese diverso dal Paese dell’organizzazione di invio

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie