Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
PIER FRANCESCO CHERCHI (Tit.)
GIOVANNI BATTISTA COCCO
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[80/72]  ARCHITETTURA [72/10 - Ord. 2017]  ARCHITETTURA, PAESAGGIO E SOCIETA' 3 30

Obiettivi

Il corso intende ricondurre l’azione del progetto architettonico e urbano a un sapere teorico, che non ha la presunzione di essere scientificamente certo e inconfutabile, ma di ambire a comprendere, descrivere e raccontare, le “Culture del progetto” (a partire dal progetto) che hanno caratterizzato, senza soluzione di continuità, il secondo Novecento.
È evidente, dunque, che il riferimento al concetto di “teorie”, piuttosto che a quello di “teoria”, rimandi al riconoscimento di una pluralità di modi con cui l’azione dell’architetto ha saputo costruire, nel tempo e nello spazio, la modificazione dei paesaggi pluristratificati.
Conformemente a quanto previsto dai Descrittori di Dublino (I-V), alla fine del corso lo studente avrà acquisito le seguenti conoscenze e abilità:
I. Conoscenza e comprensione: lo studente acquisirà la conoscenza dei principali orientamenti teorici che hanno caratterizzato il progetto del Novecento.
II. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: grazie alle nozioni apprese, lo studente saprà interpretare i contesti per promuoverne una modificazione più consapevole.
III. Autonomia di giudizio: lo studente sarà in grado di esprimere un giudizio indipendente e critico sulla qualità spaziale dei progetti urbani.
IV. Abilità comunicative: lo studente acquisirà la capacità di comunicare le competenze acquisite e le proprie opinioni, con un linguaggio appropriato e pertinente alle preesistenze storiche su cui agisce la modificazione contemporanea.
V. Capacità di apprendimento: lo studente sarà in grado di poter applicare conoscenza e comprensione acquisite nella futura pratica professionale caratterizzandola con una specifica attitudine all’investigazione e interpretazione dei contesti di studio.

Prerequisiti

Lo studente che intende seguire il corso deve aver sostenuto con profitto il “Laboratorio di Teoria e progettazione architettonica e urbana” e avere elaborato una buona preparazione teorico-pratica sul progetto. In particolar modo, si richiede una discreta conoscenza della Storia della Architettura del Novecento e una maturazione del pensiero critico sul progetto e sugli strumenti applicativi di lettura e analisi della forma urbana.

Contenuti

Il tema centrale del corso è il racconto delle Culture del progetto, a partire dal Novecento. In particolar modo, il percorso didattico affronta le esperienze di maggiore interesse in Italia, Francia, Spagna, Germania, argomentando il passaggio dalla concettualizzazione del “tipo”, all’applicazione del “modello” e, successivamente, delle “regole”, mostrando tre momenti: il grande “disegno urbano”, le utopie delle neo-avanguardie, il “progetto unitario”.
Gli argomenti sono guidati da letture critiche di testi che hanno particolarmente ‘segnato’ questi momenti della progettazione, fondando la dimensione culturale del progetto.

Metodi Didattici

L’attività didattica si articola in lezioni frontali, seminari di presentazione di libri e lettura/analisi di progetti, svolti dai docenti titolari del corso e da personalità esterne chiamate a contribuire su argomenti specifici. Agli studenti, inoltre, sono assegnate letture di testi teorici, che vengono da loro presentate in classe applicando il metodo del role playing.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione del lavoro dello studente sarà definita a partire dalle seguenti componenti:
- frequenza e partecipazione alle lezioni e al dibattito in aula;
- presentazione di un tema monografico in occasione dei seminari;
- redazione di un breve saggio sui contenuti del corso.

Testi

Canella G., Coppa M., Gregotti V., Rossi A. et al, Teoria della progettazione architettonica, Dedalo, Roma 1968
Rossi A., L’architettura della città, Clup, Milano 2007 (I° ed. Marsilio, Padova,-Venezia, 1966)
Tsiomis Y., Ziegler V., Anatomie de projets urbains. Bordeaux, Lyon, Rennes, Strasbourg, Éditions de la Villette, Paris 2007
Martí Arís C., Silenzi eloquenti, Marinotti, Milano 2002
Armando A., Durbiano G. 2017, Teoria del progetto architettonico. Dai disegni agli effetti, Carocci, Roma.
Mallgrave H., Architectural Theory. 1968 to the present, Wiley-Blackwell, 2011
Vidler A., Histories of the immediate present, MIT Press, Boston 2008: ed it.: Storie dell’immediato presente, Zandonai, Rovereto 2012
Jacques Lucan, Composition, non-composition, PU Polytechnique, Lausanne 2009
Jacqeus Lucan, Précisions sur un état présent de l'architecture, PU Polytechnique, Lausanne 2015
Mitasova M., Oxymoron and Pleonasm, Actar, Barcellona 2015
Ferretti L.V., L’architettura del progetto urbano. Procedure e strumenti per la costruzione del paesaggio urbano, Franco Angeli, Milano 2012
Marinoni G., Metamorfosi del progetto urbano, Franco Angeli, Milano, 2006
Gregory P., Teorie di architettura contemporanea, Carocci, Roma, 2010
Biraghi M., Damiani G., Le parole dell'architettura. Un'antologia di testi teorici e critici: 1945-2000, Einaudi, Milano, 2009
Cocco G.B., La deriva del progetto urbano. Perdere e riprendere la rotta / The urban project adrift. Losing and finding the route, LetteraVentidue, Siracusa 2017
Cherchi P.F., Lecis M., Progetto pratica dialogica. Raccontare le culture plurali dell’architettura, Libria, Melfi 2016

Altre Informazioni

I materiali didattici e i comunicati attinenti al corso sono disponibili nelle pagine dei docenti coinvolti, ovvero:
> Pier Francesco Cherchi http://people.unica.it/pierfrancescocherchi/
> Giovanni Battista Cocco http://people.unica.it/giovannibattistacocco/
> Marco Lecis http://people.unica.it/marcolecis/

Questionario e social

Condividi su: