Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
LUIGI MUNDULA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[80/72]  ARCHITETTURA [72/10 - Ord. 2017]  ARCHITETTURA, PAESAGGIO E SOCIETA' 4 40

Obiettivi

Il Corso ha la finalità di fornire allo studente una approfondimento delle conoscenze e lo sviluppo di competenze e autonomia di giudizio relativi alle dinamiche dello sviluppo territoriale dal punto di vista geo-economico con particolare attenzione alle tematiche connesse alla implementazione e gestione dei processi innovativi alle diverse scale territoriali.
In coerenza con gli obiettivi formativi definti dal Corso di Laurea in Architettura, i risultati dell’apprendimento attesi sono :
1) fornire agli studenti gli strumenti di conoscenza e fargli sviluppare la capacità di comprensione delle logiche, delle dinamiche e degli strumenti di analisi dello sviluppo economico-territoriale attraverso lo studio delle principali teorie.
2) mettere gli studenti nella condizione di sviluppare la capacità di applicare le conoscenze acquisite attraverso momenti di esercitazione collettiva su casi concreti e di discussione aperta sui temi oggetto delle lezioni.
3) portare gli studenti a sviluppare una propria autonomia di giudizio relativamente alle problematiche esposte nel corso delle lezioni nonché a proporre e discutere soluzioni relativamente ai casi di studio analizzati.
4) aumentare le capacità comunicative degli studenti sollecitandoli ad avere un ruolo attivo durante la lezione, in particolare argomentando le proprie posizioni nei momenti dialettici collettivi.
5) stimolare gli studenti ad approfondire gli argomenti in modo autonomo utilizzando, oltre ai testi consigliati, le diverse fonti informative disponibili (bibliografiche, web, social, etc.) in modo consapevole e adeguatamente critico.

Prerequisiti

Le propedeuticità obbligatorie sono indicate nel regolamento del Corso di Studio. Oltre a queste lo studente deve possedere competenze linguistiche, logiche, matematiche e culturali coerenti con la frequenza di un secondo anno di una laurea specialistica.

Contenuti

Il territorio nella visione neoclassica: la Linear Economy: (16 ore)
- Consumo e produzione
- Fallimenti del mercato
o Esternalità (Spill-over effects)
o Beni Pubblici e Beni comuni
o Asimmetria informativa
o Il Monopolio
- Fallimenti dello Stato
o Controllo sui prezzi
o Burocrazia
o Cattura
o Ciclo economico-politico
- Specializzazione produttiva e vantaggio comparato
- La crescita economica

La conoscenza come determinante dello sviluppo territoriale: la Knowledge Economy: (10 ore)
- La strategia di Lisbona
- Invenzione vs Innovazione
- Diffusione e misura dell’innovazione
- I Regional Innovation System
- Economie di agglomerazione: Cluster e Distretti
- Economie di rete: le reti di città
- Diritti di proprietà intellettuale e sviluppo territoriale

La città come motore dello sviluppo territoriale: la Smart Economy (14 ore)
- La politica di coesione e la strategia EU2020
- Green Economy
o La teoria della Decrescita
o Sostenibilità e resilienza
o Smart Growth: il contrasto allo sprawl
o Circular Economy
- Happiness Economy: Benessere vs PIL
- Sharing Economy
o I luoghi dell'innovazione aperta (fab lab; community hub; living labs;….)
o Rigenerazione urbana, cultura e innovazione sociale

Metodi Didattici

Il corso è articolato in tre moduli didattici erogati in 20 lezioni frontali della durata di 2 ore ciascuna. La parte più propriamente teorico-concettuale è abbinata a una parte maggiormente applicativa con analisi di casi studio. Durante le lezioni verrà dato spazio a momenti di esercitazione e di discussione collettiva sulle tematiche in oggetto.

Verifica dell'apprendimento

Durante il corso sono previsti due momenti di verifica (alla fine del primo e del secondo modulo didattico) per consentire agli studenti di comprendere il livello di preparazione raggiunto e così, eventualmente modificare il metodo di studio in vista della prova d'esame.

La prova d'esame consiste in un test con 3 domande aperte. Ogni domanda prevede una valutazione massima di 10/10. La valutazione finale, esperessa in trentesimi, è definita dalla somma delle valutazioni riportate in ogni domanda. Il conseguimento di un punteggio inferiore ai 18/30 implica il mancato superamento della prova.

Gli esiti saranno pubblicati e verbalizzati tramite il sistema Esse3.

La valutazione della prova d'esame tiene conto dei seguenti elementi:

1. la conoscenza dell'argomento trattato;
2. la capacità di utilizzare gli strumenti concettuali ed analitici appresi coerentemente al quesito proposto;
3. l'abilità argomentativa;
4. il saper collocare i temi trattati in un quadro organico di sintesi;
5. l’utilizzo di un linguaggio appropriato.

Con riferimento alla valutazione di ogni singolo quesito per raggiungere un punteggio sufficiente (6/10), lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza di base dell'argomento in oggetto (punto 1), di essere in grado di rispondere al quesito utilizzando gli adeguati strumenti concettuali ed analitici (punto 2) sviluppando una sufficiente argomentazione (punto 3), evidenziando un sufficiente capacità di sintesi (punto 4) e utilizzando un linguaggio corretto (punto 5).
Per conseguire un punteggio pari a 10/10, lo studente deve dimostrare di aver acquisito una approfondita conoscenza dell'argomento in oggetto (punto 1), di essere in grado di rispondere ai quesiti utilizzando sapientemente gli strumenti concettuali ed analitici (punto 2) con una elevata capacità argomentativa (punto 3), un’ottima capacità di sintesi (punto 4) e un linguaggio corretto e appropriato (punto 5).

Testi

I testi seguenti sono da considerarsi letture consigliate e non testi obbligatori:
Krugman P, Wells R., "Macroeconomia", Zanichelli, 2013
Lazzeroni M. "Geografia della conoscenza e dell'innovazione tecnologica". Franco Angeli, 2005
Russo M. "Processi di innovazione e sviluppo locale", Donzelli, 2010
Paradiso M. "Abitare la terra al tempo di Internet", Mimesis, 2017
De Falco S. "Le città nella geografia dell'innovazione globale", Franco Angeli, 2017
Latouche S. "
Meadows D. H., Meadows D. L.; Randers J., "I nuovi limiti dello sviluppo", 2006
Randers J., "2052. Scenari globali per i prossimi quarant'anni. Rapporto al Club di Roma", Edizioni Ambiente 2013
Georgescu-Roegen N., "Bioeconomia. Verso un'altra economia ecologicamente e socialmente sostenibile", Bollati Boringhieri 2003
Latouche S., "Breve trattato sulla decrescita serena", Torino, Bollati Boringhieri, 2008
Cianciullo A., Silvestrini G., "La corsa della green economy. Come la rivoluzione verde sta cambiando il mondo", Edizioni Ambiente 2009
Bianchi D., “Economia Circolare in Italia, Edizioni Ambiente, 2018
Norberg-Hodge H., “L'economia della felicità. La rinascita delle economie locali per una società più giusta”, Terra Nuova Edizioni, 2017

Altre Informazioni

Sulla pagina web del docente sarà disponibile del materiale didattico di supporto quale slides, articoli e dispense

Questionario e social

Condividi su: