Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
GIULIO VIGNOLI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[80/72]  ARCHITETTURA [72/00 - Ord. 2017]  PERCORSO COMUNE 4 40

Obiettivi

Il corso vuole fornire agli allievi le nozioni fondamentali dei principali metodi fisici non distruttivi (geofisici) per lo studio dei terreni e delle condizioni delle costruzioni antiche e recenti al fine della la valutazione del degrado strutturale e architettonico e della scelta delle strategie e tecniche d’intervento per il recupero e restauro.
Le conoscenze di base necessarie riguardano la meccanica, l’elettromagnetismo e la geologia applicata.
Per ciascun metodo, dopo aver illustrato i fondamenti teorici e le tecniche di misura, di elaborazione e d'interpretazione dei dati, verranno svolte esercitazioni pratiche sul campo, in cantiere e in laboratorio.

Prerequisiti

Nessuno in particolare, a parte le propedeuticità obbligatorie indicate nel Regolamento didattico del Corso di Studio.
Una conoscenza pregressa delle principali metodologie geofisiche e dei loro principi può essere di aiuto.

Contenuti

Introduzione ai metodi geofisici (0,5 ora)

Gravimetria: il campo gravitazionale terrestre e le sue anomalie; strumenti per la misura assoluta e relativa del campo gravitazionale; modalità di esecuzione di rilievi gravimetrici; compensazione ed elaborazione dei dati osservati; le anomalie e il loro filtraggio; interpretazione qualitativa e quantitativa delle anomalie di gravità (7 ore).

Metodi sismici: le onde elastiche; principio di Huygens, fronti d’onda e raggi sismici; legge di Snell; principio di Fermat; attenuazione dell’energia; principi del metodo a rifrazione: esecuzione, trattamento e interpretazione; down-hole, up-hole, cross-hole; tomografia sismica; metodi basati sulle onde superficiali; strumenti di misura; applicazioni (7 ore).

Metodi elettrici: la carica elettrica; materiali conduttori ed isolanti; il campo elettrico; linee di forza ed equipotenziali; differenza di potenziale tra due punti; resistenza e resistività; legge di Ohm; proprietà elettriche dei materiali, dei terreni e delle rocce; dispositivi di misura; potenziali spontanei; fenomeni capacitivi: la polarizzazione indotta; la tomografia elettrica (7 ore)

Georadar: principi fisici; la permettività elettrica; propagazione delle onde elettromagnetiche; velocità delle onde elettromagnetiche nei suoli e nei materiali; attenuazione; risoluzione; uso del georadar in diverse condizioni e in diversi contesti; georadar monostatici e bi-statici; calcolo delle profondità; sezioni; rappresentazioni 2D and 3D (6 ore)

Telerilevamento: analisi termica e multispettrale (2,5 ore)

Esercitazioni sul terreno e in laboratorio (10 ore)

Metodi Didattici

Il corso si compone di:
1) lezioni frontali ed esercitazioni con uso della strumentazione (30 ore);
2) acquisizione di dati ed eventualmente attività di elaborazione dei dati al computer (10 ore).

Verifica dell'apprendimento

La verifica delle competenze acquisite dallo studente consiste in una prova scritta con otto domande/esercizi; ad ogni domanda è associato un punteggio da 0 a 4 punti; il voto finale è la somma dei voti delle singole risposte. In casi particolari individuali, su richiesta motivata dello studente interessato, la verifica può essere fatta mediante esame orale.

Testi

-Masini N., Soldovieri F. (Eds), Sensing the Past. From artifact to historical site. Springer International Publishing, 2017.
-Reynolds, J. M., An introduction to applied and environmental geophysics. John Wiley & Sons, 2011.

Altre Informazioni

Il materiale dei libri di testo potrà essere integrato dalle slides delle lezioni, ulteriore materiale on line, etc.

Questionario e social

Condividi su: