1

Il Corso di Laurea Magistrale in Architettura si propone di formare una figura professionale qualificata nel campo dell'architettura, mediante un percorso di studio che identifichi il progetto come processo di sintesi e strumento critico di interpretazione dello spazio nelle sue differenti scale, da quella del territorio a quella dell’oggetto architettonico.

Lo studente maturerà le capacità di attendere con competenza alla trasformazione del paesaggio e della città, al recupero e al restauro del patrimonio esistente - storico, tradizionale e 'moderno' - e di padroneggiare strumenti di controllo e gestione dei processi costruttivi. In quest'ottica il Corso si articola in tre curriculum - Architettura, Città e Società; Architettura storica e Progetto; Architettura, Costruzione e Sostenibilità – che prevedono una didattica in gran parte sviluppata attraverso attività formative progettuali di laboratorio, distribuite prevalentemente fra i settori disciplinari della Composizione Architettonica e Urbana, del Restauro e dell'Architettura Tecnica, integrati da quelli delle discipline affini: storiche, sociali, economiche, urbanistiche e tecniche.


Il Corso completa la figura di architetto già formata nella laurea di base triennale: una figura a cui è richiesto un contributo professionale che si esprime attraverso procedure critico-operative e linee di indirizzo finalizzate alla programmazione, alla progettazione e alla gestione degli interventi di modificazione dell’ ’esistente’, al fine di migliorare la qualità del paesaggio e dell'ambiente costruito.


Il corso di studi è a numero programmato e l'accesso, vincolato al superamento di una prova di ammissione programmata nella prima decade del mese di Settembre, è consentito a un numero massimo di 80 studenti.
 

Questionario e social

Condividi su: