Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
GIANRAFFAELE LODDO (Tit.)
Periodo
Annuale 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[80/71]  SCIENZE DELL'ARCHITETTURA [71/00 - Ord. 2017]  PERCORSO COMUNE 5 50

Obiettivi

Il Laboratorio Integrato costituisce il cuore dell’attività didattica del primo anno di studi in Scienze dell’Architettura ed unisce i moduli di Composizione Architettonica 1, al primo semestre, e di Architettura Tecnica 1, al secondo semestre, discipline che definiscono i fondamenti del progetto di architettura e della sua costruzione. Questi due moduli interagiscano coerentemente e reciprocamente completando la conoscenza dell’intero percorso creativo dell’architettura dall’ideazione alla esecutività. Al fine di sviluppare con completezza tale percorso – che comprende gli aspetti concettuali e ideativi della forma, dello spazio architettonici e l’espressione tipologica, tecnico costruttivi e tecnologica – il laboratorio articola i due moduli alternando e integrando con lezioni teoriche i diversi e interrelati contenuti disciplinari, applicandoli alle tematiche sviluppate nelle diverse fasi del programma con l’obiettivo di raggiungere la migliore completezza di risultato.

Prerequisiti

Si richiede preliminarmente la lettura di una storia dell’architettura moderna per poter inquadrare gli argomenti teorici e progettuali all’interno del dibattito architettonico del secolo scorso. Si richiede, per l’esercitazione progettuale, una conoscenza delle regole della geometria e del disegno tecnico ed architettonico sulla base di alcuni diffusi manuali di disegno e progettazione.

Contenuti

Il tema centrale del laboratorio è il progetto della casa: il dimensionamento, la messa in forma, la disposizione, la caratterizzazione degli spazi funzionali e delle relazioni che l’architettura intrattiene con il luogo. Questo tema progettuale consiste nell’elaborare un edificio o un quartiere inseriti in un contesto reale, urbano, periferico o rurale. Il progetto è sempre preceduto da uno studio del sito e una riflessione sulle relazioni tra l’architettura, la tipologia ed il contesto, delle modalità di aggregazione del tipo e dai legami fra il nuovo intervento e il sistema delle preesistenze. Il modulo di Composizione Architettonica sviluppa gli aspetti progettuali, studiando le soluzioni tipologiche, gli aspetti formali e il relativo sistema di coerenza con gli aspetti della costruzione. Il modulo di Architettura Tecnica si sofferma sui relativi aspetti costruttivi in coerenza con le indicazioni tipologiche e distributive e introduce le questioni legate alla sostenibilità ed efficienza energetica degli edifici. In entrambi i casi viene posta una particolare attenzione alle soluzioni per l'abbattimento delle barriere architettoniche come forma integrata nel progetto.

Metodi Didattici

Il corso si articola in lezioni, seminari e due esercitazioni per un totale 15 CFR corrispondenti a 150 ore suddivise in: modulo Composizione Architettonica 1 (10 CFU=100 ore); modulo Architettura Tecnica 1 (5 CFU=50 ore).
Le lezioni sono basate sui contenuti delle rispettive discipline. Saranno spiegati ed assunti come fondamenti dell’apprendimento alcuni concetti chiave, come quello di tipo architettonico, e saranno delineati le fasi storico evolutive della forma della casa e l’evoluzione tecnico-costruttiva, con una panoramica sui principi della costruzione.
I seminari, comunicazioni o conferenze hanno lo scopo di approfondire argomenti monografici e tematici sul progetto.
Le esercitazioni sono suddivise in:
- prima esercitazione (Lavoro individuale) consiste nello studio di un progetto di casa collettiva scelta tra le opere dell’architettura moderna e contemporanea. Lo studente dovrà produrre una o più tavole contenente piante, prospetti, sezioni e assonometrie o prospettive significative che rappresentino l’edificio, ed una relazione che metta in evidenza l’analisi critica degli elementi spaziali e compositivi (tipo architettonico, modulo spaziale, ecc.) e delle caratteristiche tecniche e costruttive (casa in pietra, in cemento, in acciaio, ecc.). Lo svolgimento di questa attività sarà concentrato nelle prime due settimane.
- seconda esercitazione, modulo Composizione Architettonica 1 (Lavoro di gruppo, due persone) consiste nel progetto di un edificio residenziale collettivo. Il progetto sarà preceduto da uno studio sul luogo e dovrà elaborare la tipologia, le modalità di aggregazione, i legami fra il nuovo intervento e le preesistenze. Verranno forniti materiali e precisazioni ulteriori su questa esercitazione. Alla fine del semestre sarà organizzato un workshop di progettazione con esposizione dei lavori.
- terza esercitazione, modulo Architettura Tecnica 1 (Lavoro di gruppo, due persone) consiste nello sviluppo, in coerenza con il progetto, delle tecniche costruttive e dei materiali dell’edificio, attraverso la rappresentazione di elaborati tecnici necessari per comprendere i principi fondamentali della costruzione. Tale esercitazione sarà sviluppata nel secondo semestre.
Alla conclusione dei due semestri lo studente avrà prodotto tutti gli elaborati necessari per la definizione del progetto (tavole tipologiche e costruttive, modelli, relazioni)

Verifica dell'apprendimento

L’esame finale consiste in una discussione sulle esercitazioni e sul lavoro di progetto svolte durante l’anno, nella verifica della conoscenza critica degli argomenti trattati nel corso, e nello studio dei testi indicati in bibliografia.

Testi

Bibliografia modulo composizione architettonica 1
Martì Arìs C., Le variazioni dell’identità. Il tipo in architettura, Città Studi, Milano 1990
Dispensa del Modulo di Composizione Architettonica 1

Bibliografia modulo architettura tecnica 1
Caleca L., Architettura Tecnica, Flaccovio Ed., Palermo 1994
Eggen A., Sandaker B., Principi del Costruire, BeMa Ed., Milano 1992

Bibliografia laboratorio
Neufert E., Enciclopedia pratica per progettare e costruire, Hoepli, Milano 1999 (ed. orig. ted. 1936)
Ridolfi M. et al., Manuale dell’Architetto, C.N.R., Roma 1953 (rist. 1985)
Cellini F., Manualetto, Cluva, Venezia 1991, (rist. Città Studi, Milano 1996)
Docci M., Manuale di disegno architettonico, Laterza, Bari 1990
Altre indicazioni bibliografiche relative ad argomenti specifici verranno fornite durante l’anno

Altre Informazioni

I materiali necessari per il progetto (cartografie, indicazioni progettuali, programmi specifici, ecc.) verranno distribuiti durante le esercitazioni. Ulteriori indicazioni bibliografiche verranno segnalate ad integrazione delle lezioni e delle esercitazioni

Questionario e social

Condividi su: