Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
MARCO LECIS (Tit.)
Periodo
Annuale 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[80/71]  SCIENZE DELL'ARCHITETTURA [71/00 - Ord. 2017]  PERCORSO COMUNE 10 100

Obiettivi

Il corso ha l’obbiettivo di formare il giovane progettista attraverso un’esperienza pratica di progetto assistita dai docenti e la discussione dei principali temi caratterizzanti la cultura architettonica contemporanea. Sarà trasmessa la conoscenza degli strumenti del progetto e della sua rappresentazione e sarà stimolata la capacità di lettura e comprensione degli stili architettonici e dei procedimenti costruttivi.

Prerequisiti

È indispensabile aver frequentato e superato i laboratori progettuali dell’anno precedente. È importante approfondire la propria conoscenza della pubblicistica specializzata sull’architettura (libri, riviste e siti dedicati).

Contenuti

Il corso è articolato in giornate laboratoriali di lavoro sul progetto con il supporto del professore e dei suoi tutor. All’attività progettuale è affiancata la presentazione di contenuti tecnici e teorici attraverso lezioni e seminari che hanno luogo generalmente nella prima ora, lasciando il tempo restante al lavoro in gruppo. A conclusione delle diverse fasi di progetto sono previste critiche collegiali aperte.

Metodi Didattici

Il corso privilegia l’attività pratica di progetto e dedica il maggior numero di ore a quest’ultima. Il supporto dei docenti avviene attraverso revisioni puntuali e critiche collegiali. Comunicazioni, lezioni e seminari occuperanno circa un 1/5 del monte ore a disposizione.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione conclusiva del lavoro si basa sugli elaborati prodotti a fine corso e durante le fasi intermedie. Insieme alla qualità del progetto è considerata anche la perizia e la persuasività della sua rappresentazione. Sarà valutata anche la capacità di argomentazione orale durante la presentazione degli elaborati.

Testi

Louis Kahn, Form and design, in “Achitectural Design” aprile 1961; trad. It. Forma e progetto, in Architettura è, a cura di Maria Bonaiti, Electa, Milano 2002.

Grassi, Questioni di progettazione in Architettura lingua morta, Quaderni di Lotus, Milano 1988; oggi in Giorgio Grassi, Scritti Scelti 1965-1999, Franco Angeli, Milano 2000.

Rem Koolhaas, Junkspace, Quodlibet, Macerata 2006.

Kenneth Frampton, Towards a Critical Regionalism: Six Points for an Architecture of Resistance, in The Anti-Aesthetic. Essays on Postmodern Culture (1983) edited by Hal Foster, Bay Press, Port Townsen; trad it. Anti tabula rasa: verso un Regionalismo critico, in “Casabella” n. 500 Marzo 1984, p. 22.

Martin Heidegger, Costruire Abitare Pensare, in Saggi e discorsi, tr. it. di G. Vattimo, Mursia Editore, Milano 1976.

Adolf Loos, Architettura (1910), in Parole nel vuoto, Milano, Adelphi 1996, pp.241-256.

Ernesto Nathan Rogers, Tradizione e talento individuale, Milano, febbraio 1954, in Id., L’esperienza dell’architettura, Torino, Einaudi, 1958 (nell’edizione Skira, Milano 1997 a p. 260).

Carlos Martí Arís, Il concetto di trasformazione come motore del progetto, in La centina e l’arco, Christian Marinotti Edizioni, Milano 2007, pp 33-44, trad. it. di Marco Lecis; vedi anche Dialogo con Carlos Martí Arís a proposito de Il concetto di trasformazione come motore del progetto, a cura di Marco Lecis, in “Aión”, n.13, p. 113.

Peter Eisenman, Dall’oggetto alla relazionalità: la Casa del fascio di Terragni, in “Casabella”, n. 344, gennaio 1970, pp. 38-41.

Rafael Moneo, Sul concetto di tipo. Considerazioni intorno alla tipologia, in La solitudine degli edifici e altri scritti, vol.I, Allemandi, Torino 2000, pp. 13 e sgg. Pubblicato per la prima volta in “Oppositions”, n. 13, 1978, pp. 23-45, con il titolo On Typology.

Antonie Quatremère de Quincy, Dictionnaire historique d‘Architecture, Paris 1832, trad. it. Quatremère de Quincy.Dizionario Storico di architettura, a cura di V. Farinati, G. Tyssot Marsilio ed., Venezia 1992, la voce Tipo pp. 271 e sgg.

Aldo Rossi, Tipologia manualistica e architettonica, in Rapporti tra la morfologia urbana e la tipologia edilizia, Cluva ed., Venezia 1966; oggi in Aldo Rossi, Scritti scelti 1956-1972, a cura di Roslado Bonicalzi, Clup, Milano1975

Aldo Rossi, Architettura per i Musei, in AA.VV., Teoria della progettazione architettonica, Dedalo, Bari 1968.

Vittorio Gregotti, Tipo, uso, significato, in Il territorio dell’architettura, Milano 1966, nell’edizione del 2008 pp.145 e sgg.
Oswald Mathias Ungers, Criteri di progettazione – Planning criteria, in “Lotus international”, n.11, 1976.

Anthony Vidler, The idea of type: the transformation of the academic Ideal 1750-1830, in “Oppositions” n. 8, 1977, pp. 95-115.

Anthony Vidler, The third typology, in “Oppositions” n.6 1977, trad. It., La terza tipologia, in “AIÓN” n.9 2005, pp.37-42.

Colin Rowe, La matematica della villa ideale, in Rowe, La matematica della villa ideale e altri scritti, a cura di P. Berdini, Zanichelli, Bologna 1990; testo originale The Mathematics of the Ideal Villa, in “Architectural Review”, n.101, marzo 1947.
Rem Koolhaas, Typical plan, in O.M.A. Rem Koolhaas, Bruce Mau, S,M,L,XL, Rotterdam-New York, 1995.
Ad vocem “Tipo” in Adrian Forty, Parole ed edifici. Un vocabolario per l’architettura moderna, Pendragon, Bologna 2004.

Altre Informazioni

Viene messo a disposizione dello studente il materiale didattico comprendente documentazione iconografica e storiografica, cartografia di base, testi di riferimento e bibliografie specifiche, istruzioni dettagliate per ogni fase di progetto e il materiale relativo alle lezioni.

Questionario e social

Condividi su: