Studiare all'estero

I bandi di mobilità studentesca internazionale sono emanati dal Settore Mobilità Studentesca dell’ateneo orientativamente a Marzo (ma alcune volte possono essere ribandite delle posizioni) di ogni anno. Attraverso il programma Erasmus+ Studio è possibile svolgere un’esperienza all’estero di tipo prevalentemente didattico (crediti acquisiti dalla frequenza di corsi); sono anche disponibili opportunità per lo svolgimento di tirocinio o tesi all’estero tramite i programmi Erasmus+ Traineeship e Globus Placement e Erasmus Tesi. I bandi per tirocinio o tesi richiedono in genere l’avere conseguito, preventivamente, una lettera di invito da un’istituzione straniera (azienda, università, centro di ricerca) per cui è consigliabile contattare uno dei docenti del corso di studio, ovviamente fra quelli delle materie per cui si ha più interesse, con un certo anticipo rispetto alla scadenza del bando per procurarsi un contatto, nel caso non lo si fosse trovato autonomamente.

Per quanto riguarda Erasmus+ Studio, i diversi corsi di studio attivati dal DIEE hanno scelto di attivarsi per offrire a tutti gli studenti la possibilità di svolgere un periodo di studio Erasmus, mettendo in condivisione tutti i propri accordi e istituendo un’unica commissione dipartimentale, la Commissione Internazionalizzazione (C-Int). In questo modo sono disponibili circa 50 borse per più di 30 destinazioni in tutta Europa. A questo trovate la pagina della Commissione Internazionalizzazione:
http://dipartimenti.unica.it/ingegneriaelettricaedelettronica/commissione-internazionalizzazione/

A questo link l’elenco degli accordi attualmente in vigore (aggiornamento Maggio 2016).

Il Corso di studio ha un referente per l'internazionalizzazione che supporta gli studenti stranieri che seguono le attività didattiche del Corso di studio e agli studenti del CdS che partecipano ai programmi di mobilità. Il referente è il prof. Maurizio Murroni.

Questionario e social

Condividi su: