Studiare all'estero

Mobilità Internazionale

Il Corso di Studi in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio (CdS IAT), con il supporto della Direzione per la Didattica e l’Orientamento dell’Università di Cagliari, Settore Mobilità Studentesca e Programmi Internazionali di Scambio (ISMOKA), promuove e incoraggia la mobilità studentesca, ritenendo di fondamentale importanza per la formazione dei propri studenti lo svolgimento di periodi formativi all’estero, sia in Paesi Europei (UE) che extraeuropei (Extra-UE). Per offrire agli studenti l’opportunità di sostenere esami, svolgere il lavoro di tesi e/o attività combinate di tirocinio-studio all’estero, il Corso di Studi ha stipulato delle convenzioni con Università estere sedi di Corsi di Studi in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio o ad essi affini.

Tutte le attività formative all’estero (Erasmus+, Globus, Free Mover) sono riconosciute dal CdS IAT nelle modalità descritte dalle Linee Guida dell’Ateneo.
Per richiedere informazioni sulla mobilità internazionale e per avere assistenza prima, durante e dopo il periodo di soggiorno all’estero, gli studenti del CdS IAT possono contattare via email la Commissione di Internazionalizzazione (C.Int)  all’indirizzo:
mobilita_iat@unica.it
I componenti della C.Int sono a disposizione per fornire il supporto richiesto.
Le informazioni, continuamente aggiornate, e tutta la modulistica relativa ai programmi di mobilità studentesca sono disponibili alla pagina: https://www.unica.it/unica/it/ateneo_s04_ss11.page

PRIMA

Informazioni preliminari

Generali. Una volta scelta l’Università di destinazione (in relazione alla vostra posizione in graduatoria) vi dovete documentare al più presto, ed in maniera più completa possibile, sui corsi e/o tesi di laurea di vostro interesse disponibili nel semestre prescelto. In particolare, se volete partire per sostenere degli esami dovete acquisire le seguenti informazioni:

  • Titolo del corso
  • N. di crediti
  • N. di ore
  • Programma dettagliato

Dopo aver acquisito queste informazioni contattate via email la C.Int all’indirizzo mobilità_iat@unica.it in modo da avere il supporto e la preliminare approvazione o per conoscere i progetti in corso nella sede ospitante nel caso vogliate partire per preparare la Tesi di Laurea o di Laurea Magistrale. La C.Int potrà richiedere per iscritto (Convalida preventiva) il supporto dei docenti interessati sulle materie di cui intendete chiedere la sostituzione.

Lingua. Ogni sede estera richiede un certo livello di conoscenza linguistica (ad esempio A1, A2, B1, B2). Per conoscere il livello richiesto dalla Sede di vostro interesse e le scadenze entro le quali acquisirlo potete consultare l’elenco delle Sedi che hanno accordi con il CdS IAT, pubblicato nel sito di ISMOKA. Tuttavia, per avere informazioni più aggiornate rispetto a quelle fornite dall’Università di Cagliari, è vivamente consigliato che consultiate direttamente il sito web delle sedi ospitanti, nelle pagine dedicate alla Mobilità Internazionale.
Nel caso non disponiate già di una certificazione linguistica, potete usufruire dei test linguistici preliminari disponibili presso il Centro Linguistico di Ateneo (CLA), che rilascerà una dichiarazione attestante il livello raggiunto nel test. Il test può essere ripetuto in caso di non raggiungimento del livello. In particolare, il CLA eroga dei corsi di lingua intensivi a prezzi modici, di solito nel mese di luglio, con una prova finale.

Documenti
Ottenute le informazioni preliminari, prima di partire per la sede scelta dovete preparare e trasmettere all’ufficio ISMOKA, secondo le scadenze reperibili nel proprio sito, la seguente documentazione:

  • Il Learning Agreement;
  • Il Contratto di Mobilità compilato e sottoscritto dallo studente e poi firmato dal Prorettore all’Internazionalizzazione;
  • Una fotocopia della carta sanitaria europea o di analogo documento di assistenza sanitaria all’estero;
  • Una fotocopia della certificazione di lingua;
  • Una fotocopia dell’ultima pagina della comunicazione di vincita definitiva, sottoscritta dallo studente.

Dopo la sottoscrizione del contratto e prima della partenza riceverete un documento “SENDING” in lingua inglese che, al vostro arrivo nella sede ospitante, dovrete consegnare all’Ufficio Erasmus. Il documento, firmato e timbrato dall’Erasmus+ Officier, dovrà essere rispedito indietro via email (indirizzo valido per l’A.A. 2017/2018: erasmus1718@unica.it) all’ufficio ISMOKA.
Per ulteriori informazioni e consigli prima della partenza puoi rivolgerti all’associazione ESN (International Exchange Erasmus Student Network) di Cagliari composta da ex studenti Erasmus. Lo sportello si trova nella sede di ISMOKA in via S. Giorgio n. 12, Cagliari.

DURANTE

Una volta giunti nella sede di destinazione è possibile che scopriate insegnamenti, attività didattiche, laboratori ecc. di cui non avevate conoscenza prima della partenza. In questo caso è possibile presentare un nuovo Learning Agreement. Per questa documentazione valgono i consigli forniti per la fase Prima. La C.Int verificherà e approverà il nuovo Laerning Agreement. Solo in caso di necessità contatterà i docenti del CdS interessati dalle attività inserite nel nuovo Learning Agreement.
Alla fine del periodo di soggiorno, e sostenuti gli esami, l’Ufficio Erasmus ospitante vi deve rilasciare il certificato degli esami (Transcript of Records). Accertatevi che esso contenga, oltre al voto, il numero dei crediti. Possibilmente cercate di riportare anche il numero di ore (può essere utile alla valutazione). Prima del rientro accertatevi di avere copia di tutti i programmi delle materie e delle attività seguite (su carta intestata e non scritti da voi).

DOPO

Al rientro dovrete farvi riconoscere il periodo di studio svolto all’estero. A tal fine, entro i 10 giorni successivi al vostro rientro, dovrete compilare e presentare al Settore Mobilità Studentesca il modulo di riconoscimento esami Erasmus+ allegando copia dei seguenti documenti:

  • il Transcript of Records redatto su carta intestata dell’Istituzione estera con firma e timbro originale;
  • il Learning Agreement, in originale, completo di firme e timbro;
  • l’Attestato di permanenza, in originale, compilato dall’Università partner ed indicante le date di arrivo e di partenza;
  • il Questionario finale/Relazione individuale, ricevuto via email, con il quale si valuta l’esperienza all’estero.

La mancata presentazione dei documenti succitati comporterà la restituzione dell’importo della borsa di mobilità.
Tale documentazione viene quindi trasmessa al CoCdS che, tramite la C.Int, appositamente delegata da esso (punto 5, Verbale 152 del 24/05/2017), riconosce e convalida le attività formative svolte e gli esami superati, converte i voti e trasmette alla segreteria studenti e al settore mobilità studentesca la delibera per il trasferimento nella carriera dello studente dei crediti formativi acquisiti all’estero e dei voti attribuiti.

Questionario e social

Condividi su: