Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
FRANCESCO DESOGUS (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[70/77]  INGEGNERIA CHIMICA [77/00 - Ord. 2020]  PERCORSO COMUNE 3 30

Obiettivi

Durante il corso verranno introdotti alcuni concetti di base dell'Ingegneria Chimica. In particolare, saranno fornite le conoscenze basilari sui bilanci di materia macroscopici da applicare nei processi di trasformazione. Verranno acquisite le tecniche di impostazione e risoluzione analitica di problemi sui bilanci di materia in sistemi semplici.

Conoscenza e capacità di comprensione
Grazie al rigore metodologico proprio delle materie scientifiche, lo studente inizierà a maturare competenze e capacità di comprensione tali da permettergli l'acquisizione di conoscenze di base fondamentali per il prosieguo degli studi.
Nello specifico del corso, lo studente inizierà a maturare competenze e capacità di comprensione relativamente ai bilanci di materia da applicare nei processi di trasformazione semplici.

Capacità di applicare la conoscenza e capacità di comprensione
L’impostazione didattica prevede che la formazione teorica sia accompagnata da numerosi esempi applicativi, che sollecitano la partecipazione attiva, l’attitudine propositiva, la capacità di elaborazione autonoma. A valle del corso gli studenti saranno in grado di impostare e risolvere analiticamente i problemi sui bilanci di materia applicati in sistemi semplici.

Autonomia di giudizio
L'impostazione e la risoluzione dei bilanci materiali affrontati durante il corso favorirà lo sviluppo della capacità dello studente di valutare i risultati, selezionare quali sono le informazioni più rilevanti e quali approssimazioni sono appropriate.

Abilità comunicative
Lo svolgimento di esercitazioni in aula e la tipologia della prova di verifica richiede che lo studente acquisisca la capacità di comunicare in forma scritta sia i risultati ottenuti sia i problemi incontrati.

Capacità di apprendere autonomamente
Il trasferimento delle conoscenze basilari sui bilanci materiali da applicare nei processi di trasformazione tipici dell'Ingegneria Chimica darà la possibilità allo studente di migliorare la propria capacità di auto-apprendimento che gli consentirà di applicare le informazioni acquisite per risoluzione di problematiche anche non trattate a lezione.

Prerequisiti

Le propedeuticità obbligatorie sono indicate nel Regolamento Didattico del Corso di Studi. In particolare, sono richieste le conoscenze di matematica e fisica acquisite nelle scuole superiori e di chimica impartita nel 1° semestre del corso di laurea.

Contenuti

Introduzione al corso (1h Lez)

Dimensioni, unità e loro conversione (2h Lez. + 3h Es.)
Grandezze dimensionali ed unità di misura. Sistemi di unità di misura e conversioni. Consistenza dimensionale.

Definizione e misura di variabili di processo (2h Lez. + 2h Es.)
Massa, volume e densità. Portata massica e volumetrica. Misura di portata. Misura della composizione chimica. Definizione e scale di misura di pressione e temperatura.

Bilanci Materiali (10h Lez. + 10h Es.)
Classificazione dei processi: discontinui, continui e semicontinui. Principio di conservazione della materia. Equazione generale di bilancio. Significato dei termini. Tipologie di bilanci: differenziale e integrale. Processi continui in stato stazionario. Processi in regime transitorio. Analisi dei gradi di libertà. Bilanci in sistemi non reagenti con una unità. Bilanci in sistemi reagenti con una unità. Bilanci di materia in sistemi non reagenti con più unità. Bilanci di materia in sistemi multipli in presenza di reazione chimica. Reazioni multiple: concetto di resa e selettività. Sistemi con riciclo.

Metodi Didattici

Il corso (30 ore complessive) risulta suddiviso tra lezioni frontali (15 ore) ed esercitazioni in aula (15 ore). Durante lo svolgimento delle lezioni frontali il docente tratterà gli aspetti teorici del corso, che saranno comunque sempre accompagnati da numerosi esempi applicativi. In questa fase il docente stimolerà gli studenti con quesiti inerenti all'argomento trattato, con lo scopo di verificare il loro grado di attenzione e di apprendimento. Le esercitazioni in aula saranno svolte in gruppo o singolarmente e prevedono, almeno in una prima fase, il supporto da parte del docente, mentre nel proseguo del corso gli studenti saranno stimolati a risolvere in modo progressivamente più autonomo le problematiche incontrate.
La didattica verrà erogata prevalentemente in presenza, integrata e “aumentata” con strategie online, allo scopo di garantirne la fruizione in modo innovativo e inclusivo

Verifica dell'apprendimento

La valutazione consiste in un giudizio d'idoneità che verrà dato sulla base di una verifica di apprendimento in forma scritta effettuata al termine del corso. La verifica consiste nel rispondere in modo sufficiente ad una serie di domande riguardanti sia esercizi numerici sia aspetti teorici.

Testi

Testo di riferimento suggerito:
R.M. Felder, R.W. Rousseau, L.G. Bullard “Elementary Principles of Chemical Processes”, 4th ed., Wiley, 2015 (Capitoli 1, 2, 3 e 4) oppure (edizione precedente) R.M. Felder, R.W. Rousseau. “Elementary Principles of Chemical Processes”, 3rd ed.,Wiley, 2005 (Capitoli 1, 2, 3 e 4)
Ulteriore libro di testo per integrazioni e approfondimenti:
G.V. Reklaitis “ Introduction to Material and Energy Balances”, John Wiley & Sons, 1983.

Altre Informazioni

Per gli argomenti trattati a lezione non contemplati in modo esaustivo nei libri di testo consigliati sono rese disponibili agli studenti dispense del docente o copie dei testi utilizzati.

Questionario e social

Condividi su: