Profilo Professionale

Il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente forma esperti in grado di:

  • Progettare ed eseguire rilevamenti delle componenti biotiche ed abiotiche dell’ambiente naturale
  • Monitorare le dinamiche di popolazione sia in ambiente marino che terrestre
  • Costruire data-base georeferenziati
  • Progettare ed eseguire monitoraggi per valutazioni di impatti (VIA, VAS, VIC)
  • Effettuare analisi ecologiche del paesaggio
  • Proporre e gestire l’esecuzione di progetti ambientali di protezione e conservazione di  specie animali o vegetali e di habitat a rischio
  • Proporre e gestire l’esecuzione di progetti per la gestione degli ambienti naturali e antropizzati
  • Valutare lo stato nutrizionale delle popolazioni umane
  • In ambito museale e della divulgazione delle scienze naturali e ambientali, proporre progetti per esposizioni, mostre temporanee a tema.
  • Produrre articoli e documentari, unità didattiche e attività ludiche per scuole di ogni ordine e grado

Professioni riconosciute I.S.T.A.T.

  • Botanici
  • Ecologi
  • Paleontologi
  • Zoologi

Professioni associate alla funzione

  • Agrotecnici laureati
  • Tecnici forestali
  • Tecnici e Rilevatori degli ambienti naturali  e seminaturali
  • Figura dirigenziale di parchi naturali, aree protette  e musei naturalistici
  • Curatore museale
  • Tecnico con competenze ambientali della sfera biologica e abiologica
  • Operatore qualificato nel campo della biodiversità animale e vegetale in Parchi naturali e Aree protette
  • Rilevatore cartografico
  • Divulgatore scientifico
  • Guide naturalistiche

Professione dell'Ambientologo Naturalista e Albi Professionali

Per i laureati nella classe di laurea magistrale LM-60 (Scienze della Natura), alla quale appartiene anche quella in Conservazione e Destione della Natura e dell'Ambiente dell’Università di Cagliari, esiste oggi la possibilità di iscrizione ai seguenti Ordini:

  • Sezione B dell’Albo degli Architetti-Sezione pianificatori
  • Sezione B dell’Albo dei Biologi
  • Albo dei Periti agrari
  • Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati

In particolare, si segnala l’accordo siglato nel 2011 tra il Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati, l’AIN (Associazione Italiana Naturalisti) e FIBio (Federazione Italiana Biotecnologi) in base al quale viene individuato come Albo di riferimento per i naturalisti quello degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati.

Questo accordo ha permesso la nascita del primo Albo interdisciplinare italiano, che mette insieme variegate professionalità per l’agricoltura, l’alimentazione e l’ambiente e che spazia trasversalmente a questi settori. 

Per accedere a questo albo c’è da superare un esame di stato, essenzialmente centrato su attività agrarie.

La Convenzione tra L’Università di Cagliari e Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati contempla il riconoscimento dei CFU di Tirocinio curriculari svolti in campo attinente, a valere sul tirocinio obbligatorio.

Questionario e social

Condividi su: