Regolamento Prova Finale

Obiettivo della Prova finale

Obiettivo della prova finale è quello di verificare le conoscenze acquisite e la capacità del laureando di lavorare in modo autonomo e di comunicare e discutere con chiarezza e piena padronanza i risultati di un progetto originale, di natura sperimentale, su un argomento specifico.

Prova finale

La prova finale consiste nella stesura, presentazione e discussione di una tesi sperimentale su temi naturalistico-ambientali o di un elaborato progettuale originale per la gestione di un museo o di un'area naturalistica, sotto la supervisione di almeno un docente.

La tesi può essere redatta e discussa in lingua italiana o in un'altra lingua della UE (inglese, francese, spagnolo), come previsto dal Regolamento Didattico d'Ateneo.

Valutazione della Prova finale

La Commissione giudicatrice per la prova finale, composta da 7 a 11 membri, esprime la propria votazione in centodecimi.

La votazione è determinata dalla media pesata dei voti ottenuti nelle prove di verifica dei singoli insegnamenti, convertita in centodecimi, e dal giudizio dei commissari tenuto conto dei parametri definiti nel Regolamento Didattico d’Ateneo, D.R. 570 del 16 marzo 2016,

Art. 24, comma 3.

"ai fini del superamento dell’esame di laurea e di laurea magistrale necessario conseguire il punteggio minimo di 66 punti. L’eventuale attribuzione della lode, in aggiunta al punteggio massimo di 110 punti, subordinata all’accertata rilevanza dei risultati raggiunti dal candidato e alla valutazione unanime della Commissione. Le commissioni preposte alle prove finali devono esprimere i loro giudizi tenendo conto dell’intero percorso di studi dello studente, della media ponderata degli esami validi sostenuti durante la carriera, della durata della carriera, nonché della tipologia della prova finale e del contenuto dell’eventuale elaborato. La commissione deve valutare la maturità culturale, la capacità di elaborazione intellettuale personale e di esposizione degli argomenti, nonché la qualità del lavoro svolto nel caso della tesi."

Regolamento

Prima di iniziare il lavoro di internato di tesi è necessario:

  • aver acquisito almeno 40 CFU;
  • consegnare presso i Laboratori dell’Aula 16, almeno un mese prima dell’inizio del lavoro di tesi, la domanda di inizio lavoro di internato di tesi indicando:
    • il laboratorio e il Dipartimento presso il quale si svolgerà l’attività;
    • il nominativo del Tutor universitario (Relatore della tesi);
    • la data presunta di inizio attività.

Durante il lavoro di internato di tesi è necessario:

  • compilare il registro delle presenze.

Alla fine del lavoro di internato di tesi è necessario:

  • consegnare, presso i Laboratori dell’Aula 16, la seguente documentazione debitamente compilata in tutte le sue parti: 
    1. l’attestato di fine lavoro di internato di tesi, firmato dal Tutor universitario e controfirmato dal Coordinatore del Corso di Laurea (una copia dovrà inoltre essere consegnata in Segreteria Studenti per la certificazione dei CFU);
    2. il registro delle presenze, firmato dallo studente e dal Tutor universitario;
    3. il questionario di valutazione studente (compilato dallo studente);
    4. il questionario di valutazione relatore (compilato dal relatore).

 

Contatto di riferimento
laboraula16@unica.it

Questionario e social

Condividi su: