UniCa Chimica Didattica Insegnamenti

Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
ANGELO FRONGIA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[60/58]  CHIMICA [58/10 - Ord. 2017]  CHIMICA 5 50

Obiettivi

Conoscenze: lo studente apprenderà le tecniche di purificazione più utilizzate in chimica organica, applicherà le conoscenze acquisite nel corso di Chimica Organica I (acidità e basicità, reattività dei gruppi funzionali) ed eseguirà alcune semplici esperienze di laboratorio.
Capacità: lo studente si impratichirà nell’uso delle apparecchiature più comuni in un laboratorio di chimica organica. Imparerà a ragionare sul meccanismo delle reazioni ed ad organizzare il modo di procedere in ogni esperimento.
Comportamenti: lo studente imparerà a rispettare le basilari norme di sicurezza in laboratorio, ad organizzare il proprio lavoro ed a compilare un quaderno di laboratorio.

Prerequisiti

Conoscenze richieste: conoscenze di base di Chimica Generale.

Contenuti

Programma: La sicurezza in laboratorio.
Purificazione di una sostanza: cristallizzazione, sublimazione, estrazione con solventi (estrazione della caffeina dal tè).
Acidità e basicità (solubilità in soluzioni acquose acide o basiche).
Analisi di una sostanza incognita: solubilità, cristallizzazione, riconoscimento dei gruppi funzionali e loro reattività(preparazione del derivato funzionale).
Saponificazione di un grasso alimentare.
Preparazione di un colorante azoico (metilarancio e rosso para).
Preparazione dell’aspirina e del paracetamolo.
Sintesi e reazione di nitrazione del benzoato di metile.
Sintesi del dibenzalacetone.
Sintesi di un ossima.

Metodi Didattici

Il corso prevede lo svolgimento di esperienze pratiche in laboratorio. Dipendentemente dall’andamento della pandemia da Covid-19, la didattica, normalmente svolta in presenza, potrebbe essere erogata contemporaneamente sia in presenza sia online, in modo che possa essere fruita nel laboratorio ma al contempo anche a distanza. Sarà lo studente all’inizio del semestre ad optare per la didattica in presenza o a distanza, la scelta sarà vincolante per l’intero semestre. Qualora il numero degli studenti superi la capienza del laboratorio, determinata sulla base disposizioni governative in materia sanitaria ai fini del contrasto alla pandemia da Covid-19, l’accesso alle strutture didattiche sarà regolato attraverso un sistema di turnazione che sarà comunicato a tempo debito agli studenti interessati.

Verifica dell'apprendimento

Al termine del corso lo studente dovrà consegnare il quaderno di laboratorio con le relazioni sulle esperienze svolte. L’esame orale in presenza ovvero mediante ausilio informatico (Teams) verterà sulla discussione delle esperienze.
L'esame è strutturato in modo da evidenziare il conseguimento, da parte degli studenti, delle seguenti competenze:
- correlare struttura chimica e proprietà fisiche;
- correlare struttura e reattività;
- individuare i cammini di reazione;
Il voto finale è espresso in trentesimi e tiene conto di vari fattori:
- appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze, delle abilità, e delle competenze;
- capacità espressiva, utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
- capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
- capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
- spirito critico.
Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune, capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata.
b) Discreto (da 21 a 23/30)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, alcune lacune; capacità espressive più che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; spirito critico ben rilevabile, buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica più che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

D. L. Pavia – Il laboratorio di Chimica Organica – Sorbona

Altre Informazioni

Letture consigliate:
Brown Foote- Chimica Organica, 3 ed.-EdiSES
Seyhan Ege – Chimica Organica – Sorbona- Milan
Morrison Boyd-Chimica Organica- Ambrosiana- Milan
Il laboratorio di Chimica Organica -D. L. Pavia – Sorbona
La Chimica Organica in Laboratorio- M. D’Ischia-Piccin

Questionario e social

Condividi su: