Insegnamenti

Seleziona l'Anno Accademico:     2015/2016 2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021
Docente
FEDERICA INCANI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[60/56]  BIOTECNOLOGIE INDUSTRIALI [60/56-00 - Ord. 2014]  PERCORSO COMUNE 10 96

Obiettivi

Il corso ha l'obiettivo di fornire agli studenti una conoscenza degli aspetti teorico-pratici della Biologia molecolare e delle biotecnologie ad essa legate per poter essere in grado di identificare, formulare e risolvere problemi complessi applicati alle scienze biotecnologiche. Il corso intende fornire inoltre le nozioni di base che possono dare allo studente la capacità di comprendere l'impatto della tecnologia e delle soluzioni tecniche nel contesto biotecnologico.
1. Indicatore conoscenza e capacità di comprensione
Il corso è articolato in modo da consentire allo studente di acquisire le conoscenze di base dei processi biologici legati alla costituzione del genoma umano e dei principali sistemi di analisi dello stesso. Tali conoscenze faciliteranno inoltre la sua capacità di comprensione di processi tecnologici legati ai laboratori biomedici.
2. Indicatore capacità di applicare la conoscenza e capacità di comprensione
L’impostazione del corso, con esempi pratici e applicazioni, permetterà allo studente di utilizzare la conoscenza in maniera appropriata e costruttiva
3. Indicatore autonomia di giudizio
L’impostazione didattica è stata pensata in modo da stimolare le capacità di analisi e giudizio autonome dello studente
4. Indicatore abilità comunicative
L’interazione continua tra docente e studente e l’attuazione di verifiche di gruppo facilitano di scambi tra gli studenti e favoriscono lo sviluppo di abilità comunicative
5. Indicatore capacità di apprendere autonomamente
Allo studente verranno fornite le basi e i mezzi per sviluppare la propria capacità di apprendimento autonomo che potrà essere valutata attraverso test di verifica

Prerequisiti

Si richiede il superamento di chimica generale, chimica organica e biochimica

Contenuti

Lezioni teoriche (6 CFU 48 ore)
Struttura e funzione degli acidi nucleici; Replicazione del DNA; Meccanismi mutazionali; Riparazione del DNA; Trascrizione e regolazione della trascrizione nei procarioti ed eucarioti; Processamento e maturazione dell’ RNA; Traduzione e sua regolazione; Modificazioni e regolazione post-traduzionali di proteine. Altri livelli di regolazione: metilazione del DNA, rimodellamento della cromatina, RNA antisenso e interferenza da RNA. Ciclo cellulare e sua regolazione.

Laboratorio (4 CFU; 48 ore)
-Metodi di estrazione e purificazione di acidi nucleici(DNA e RNA)
-Tecniche elettroforetiche per l’analisi del DNA
-Amplificazione enzimatica del DNA (PCR)
-Ricerca di mutazioni puntiformi con metodi basati sulla PCR (Reverse dot blot e Amplificazione allele specifica)
-Tecnologie di base per l’isolamento e la manipolazione di geni (Enzimi di restrizione mappe di restrizione Ligasi, Vettori per il clonaggio l’espressione in cellule eucariotiche)
-Determinazione della sequenza nucleotidica del DNA
-Piattaforme di sequenziamento di nuova generazione
-Bioinformatica e Genomica: Identificazione e annotazione di geni, confronto e allineamento di sequenze; Banche dati e browser genomici.

Metodi Didattici

Per le lezioni frontali (48 ore)saranno usate diapositive in formato Power Point.

Verifica dell'apprendimento

L’esame, prova orale o scritta a scelta dello studente, si supera dimostrando di aver raggiunto gli obiettivi del corso. Funzione e struttura degli acidi nucleici negli organismi procariotici ed eucarioti con una particolare attenzione ai processi di regolazione dell’espressione genica. Inoltre verrà valutata la capacità di e applicare le principali tecniche di Biologia Molecolare. Sostenuto l'esame, gli studenti troveranno nel proprio sito la valutazione e potranno segnalare, se accettare o non accettare il voto indicato.
CRITERI DI VALUTAZIONE
2.3. Giudizio finale
Il voto finale tiene conto di vari fattori:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
e) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
f) Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
Qualità relazionali:
Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali:
a) spirito critico;
b) capacità di autovalutazione.

Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Amaldi F. Biologia molecolare
Watson J. Biologia molecolare del gene
Allison L.A. Fondamenti di Biologia Molecolare(Zanichelli)
Lewin B. Il Gene (edizione compatta) (Zanichelli)
Brown Genomi (EdiSES)
Dale & Schantz Dai geni ai genomi, (EdiSES)

Questionario e social

Condividi su: