Presentazione

Il Corso di studi in breve

Il corso di laurea (CdL) in Tecniche di Neurofisiopatologia, abilitante all'esercizio della professione sanitaria di Tecnico di neurofisiopatologia (TNFP), afferisce alla classe delle lauree in professioni sanitarie tecniche L/SNT3.
Il tecnico sanitario di neurofisiopatologia è un tecnico sanitario preparato all'esecuzione di diversi esami per lo studio del sistema nervoso mediante metodiche di elettromiografia (EMG), di elettroencefalografia (EEG), di potenziali evocati, di poligrafia del sonno e del sistema neurovegetativo oltre che per lo studio di ultrasonologia Doppler e delle funzioni cardiorespiratorie.
I tecnici sanitari di neurofisiopatologia svolgono la loro attività nelle cliniche universitarie, negli ospedali e nelle strutture private; la maggior parte di essi afferisce all'Associazione italiana tecnici di neurofisiopatologia.
Fra le varie funzioni assegnate al tecnico dalla legge (Dec. del Ministro della Sanità n.183, 15/03/1995), c'è anche l'esecuzione di esami di elettroencefalografia EEG per l'accertamento della morte con standard neurologico. La mancanza di attività elettrica corticale cerebrale, desunta dal tracciato EEG eseguito secondo rigorosi standard, coincide infatti con la morte cerebrale, componente essenziale della cosiddetta morte encefalica, caratterizzata anche dalla irreversibile cessazione delle funzioni del tronco encefalico.
Il CdL è ad accesso programmato a livello nazionale per cui l'ingresso è subordinato al superamento di una prova di ammissione.
Il CdL prevede l'acquisizione di 180 crediti mediante attività formative distribuite in tre anni accademici.
1° ANNO:
è finalizzato a fornire le conoscenze biofisiche, biomediche e igienico-preventive di base, i fondamenti della disciplina professionale volti anche all'acquisizione delle competenze tecniche elettro-neurofisiopatologiche di base.

2° ANNO:
è finalizzato all'approfondimento dei processi patologici che interessano il sistema nervoso nelle diverse età della vita e delle metodiche diagnostiche di neurofisiopatologia applicate anche ad ambiti complessi. Sono previste esperienze di tirocinio in diversi contesti lavorativi, in cui lo studente può sperimentare le conoscenze e le tecniche apprese.

3° ANNO:
è finalizzato all'approfondimento delle indagini di neurofisiopatologia applicate agli studi neurofisiologici invasivi, sperimentali e di ricerca. Durante le esperienze di tirocinio, in contesti organizzativi complessi, lo studente può acquisire sia le competenze tecniche neurofisiologiche inerenti all'esercizio professionale, sia le capacità di lavorare in gruppo, sia una graduale autonomia e responsabilità professionale.
Le attività formative sono organizzate in due semestri per ciascun anno di corso e si articolano in lezioni frontali, attività laboratoriali e attività didattiche professionalizzanti consistenti in tirocini.

Questionario e social

Condividi su: