Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
IRENE PALLADINI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[32/19]  LINGUE E CULTURE PER LA MEDIAZIONE LINGUISTICA [19/00 - Ord. 2011]  PERCORSO COMUNE 12 60

Obiettivi

L'insegnamento intende promuovere, negli studenti, una lettura letterariamente educata, criticamente avvertita, dei testi analizzati e si propone di favorire una loro precisa contestualizzazione storico-culturale;
Conoscenza e comprensione:
- conoscenza articolata delle principali specificità tematiche e formali delle opere in programma;
- conoscenza delle nozioni di tema e genere narrativo.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
- capacità di leggere criticamente le opere in tensione dialettica con il contesto storico-culturale;
- capacità di adottare le metodologie critiche adottate nei saggi e a lezione, in particolare in rapporto alle forme interpretative del genere narrativo giallistico e del tema materno;
- capacità di condurre un’analisi critica consapevole e informata delle opere, in particolare in relazione al contesto storico-culturale sotteso.

Prerequisiti

Conoscenza di elementi della storia letteraria italiana, delle periodizzazioni di lungo corso e dei movimenti culturali fondamentali della storia letteraria.
Buona conoscenza attiva e passiva della lingua italiana scritta e orale; adeguate capacità espositive.

Contenuti

La letteratura condominiale
Attraverso l’analisi di alcuni romanzi italiani, (non senza richiami specifici ad alcune opere appartenenti ad altre lingue e culture) il corso si propone di sondare la vasta narrativa ascrivibile alla costellazione che, con una formula forse un poco di comodo, e ciò nondimeno eloquente, potremmo definire “letteratura condominiale”.
Più precisamente, si intende verificare quanto lo spazio del condominio, con tutti i suoi inquilini assiepati dentro, non sia mero sfondo decorativo e che, da semplice contenitore, si traduca in collettore di vicende, ad alto coefficiente simbolico e, nelle prove più convincenti, si riveli immagine persuasiva del nostro tempo, talora informando la stessa architettura compositiva delle opere.
Nella seconda parte del corso, nell’imminente ventennale della scomparsa di Emilio Tadini (1927-2022) s'intende analizzare, cogliendola nella sua versatile complessità, questa figura di autore, artista, intellettuale di sorprendente valore. L’attenzione sarà soprattutto focalizzata sulla cosiddetta trilogia del giornalista miope (L’Opera, 1980; La lunga notte, 1987; La tempesta, 1993). Attraverso l’attraversamento della narrativa detettiva, la rielaborazione storica e la riscrittura di miti e memorie qui praticate, Tadini rivela tutta la vitalità drammatica di una parola oltre le soglie del tempo.

Metodi Didattici

Lezioni frontali (lezioni, lettura e analisi dei testi)

Verifica dell'apprendimento

La valutazione dell’apprendimento si svolgerà mediante una prova orale.
Nel corso del colloquio, sarà opportunamente esaminata la conoscenza delle opere analizzate durante il corso.
L’esame è finalizzato a verificare la conoscenza e capacità di analisi dei testi letterari e la corretta padronanza espressiva. Si terrà inoltre conto della partecipazione costante e attiva alle lezioni.

Testi

Per quanto concerne la storia letteraria del Novecento, le studentesse e gli studenti dovranno scegliere, e presentare, un autore o un’ opera o un movimento tra quelli analizzati da Alberto Casadei nel suo volume Il Novecento, Carocci, 2014.

In merito alla sezione monografica relativa alla prima parte del corso, si dovranno presentare due tra le opere di seguito elencate:
Dino Buzzati, Il crollo della Balinverna, Mondadori, 2018 [1954]
Carlo Emilio Gadda, Quer pasticciaccio brutto de via Merulana, Adelphi, 2018 [1957]
Dino Buzzati, Sessanta racconti, Mondadori, 2016 [1958]
Dino Buzzati, La boutique del mistero, Mondadori, 2016 [1968]
Giuseppe Montesano, Magic people, Feltrinelli, 2005
Giorgio Todde, Lettera ultima, Rizzoli, 2013.
Andrea Bajani, Il libro delle case, Feltrinelli, 2021

Dovranno, inoltre, presentare i seguenti contributi critici:
Georges Perec, Specie di spazi, Bollati Boringhieri, 2018 [1974]
Emira Armentano, Il condominio in letteratura: da LUOGO delle modernità a NON LUOGO della postmodernità. Quando il condominio si trasforma in iper-centro inclusivo.
Ida Crispino, La struttura condominiale della narrativa del secondo Novecento: Carlo Emilio Gadda e Dino Buzzati.

Si precisa che i brevi contributi di Armentano e Crispino sono reperibili in rete.

Relativamente alla seconda parte del corso, ai testi sopraindicati sarà da aggiungere la lettura di due romanzi, tra quelli segnalati nell’elenco che segue:
Emilio Tadini, L’opera, Einaudi, 1980
Emilio Tadini, La lunga notte, Einaudi, 2010 [1987]
Emilio Tadini, La tempesta, Einaudi, 1995 [1993]

Ulteriori precisazioni sulla bibliografia d'esame saranno fornite durante le prime lezioni.

Altre Informazioni

Gli studenti non frequentanti sono invitati a contattare la docente, porteranno comunque all'esame questo stesso programma. Eventuali riduzioni del programma verranno fatte, nel corso dell'attività didattica, a favore degli studenti frequentanti.

Per ogni urgenza, si può contattare la docente all'indirizzo: irene_palladini@fastwebnet.it

Questionario e social

Condividi su: