Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
MARIA ELENA RUGGERINI (Tit.)
Periodo
Annuale 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[32/19]  LINGUE E CULTURE PER LA MEDIAZIONE LINGUISTICA [19/00 - Ord. 2011]  PERCORSO COMUNE 6 30

Obiettivi

Al termine del Corso, gli studenti conosceranno le principali caratteristiche fonologiche dell’inglese antico, nonché i suoi tratti distintivi rispetto alle altre lingue germaniche antiche. Inoltre, essi avranno appreso i rudimenti del metodo comparativo, della ricerca etimologica e della critica filologico-testuale.

Prerequisiti

Prerequisito necessario per sostenere l’esame è una buona conoscenza di almeno una lingua germanica moderna (inglese o tedesco).

Contenuti

Programma/contenuti del corso

Le lingue germaniche antiche in prospettiva indoeuropea; il metodo comparativo e la ricostruzione linguisica. Lineamenti di cultura germanica: religione e mitologia, rune, Cristianizzazione e introduzione della scrittura su pergamena. L’inglese antico: origini e sviluppo; fonetica e morfologia; la tradizione codicologica della poesia inglese antica. La figura del fabbro Weland nelle leggende germaniche: Il “Cofanetto Franks” (testo e iconografia); lettura e traduzione dell'Inno di Cædmon in sassone occidentale; lettura di passi scelti della versione inglese antica della Historia ecclesiastica gentis anglorum (rr. 1-8; 18-24; 29-37).

Per gli studenti non-frequentanti è stato predisposto un apposito programma che consenta l’autoapprendimento, e che verrà fornito e illustrato singolarmente, in orario di ricevimento.

Metodi Didattici

Il Corso viene svolto attraverso lezioni frontali ed esercitazioni. Fin dalle prime lezioni, gli studenti verranno abituati a esaminare il lessico delle lingue germaniche antiche in una prospettiva comparativa di taglio indoeuropeo, mettendo a confronto le differenti realizzazioni nelle lingue germaniche antiche e ricollegando le parole ai loro sviluppi moderni, con particolare attenzione a eventuali slittamenti di significato. Contemporaneamente, si procederà a una esposizione coerente delle particolarità fonetiche che contraddistinguono le lingue germaniche antiche rispetto all’indoeuropeo; ciò consentirà anche di verificare il possesso, da parte degli studenti, delle conoscenze glottologiche necessarie allo studio di una lingua antica, e del relativo lessico descrittivo. Verranno dedicate alcune esercitazioni al ripasso delle leggi fonetiche esaminate, facendo ricorso a una ricca esemplificazione proposta attraverso una presentazione Power Point, nonché chiedendo agli studenti di svolgere alcuni esercizi in presenza del docente, che fornirà loro le soluzioni in aula o caricandole sulla piattaforma Moodle del Corso. Ciò permetterà agli studenti di riconoscere tempestivamente quali argomenti non siano stati correttamente compresi e assimilati. Dopo le lezioni introduttive si affronterà un testo poetico redatto in lingua inglese antica e lo si esaminerà sotto il profilo linguistico, ma anche proponendo questioni relative alla traduzione dei testi medievali, con una esemplificazione della varietà dei registri che è possibile adottare, nonché una disamina del contesto codicologico del carme.

Verifica dell'apprendimento

La verifica delle conoscenze acquisite verrà fatta mediante un esame finale in modalità orale. In particolare, esso verificherà la capacità dello studente di tradurre un passo del testo inglese antico esaminato durante il corso e di offrirne un commento linguistico, stilistico e filologico-letterario, sul modello del commento svolto durante le lezioni. Nella discussione sul passo scelto verranno poste domande relative alla grammatica dell’inglese antico (soprattutto alla fonetica e morfologia), nonché domande sul contesto storico-culturale e letterario dell’Inghilterra anglosassone. Elemento di valutazione sarà anche la proprietà di linguaggio e il possesso del lessico linguistico-filologico specifico della materia.
L’esame ha una durata media di 30 minuti.

Testi

Bibliografia

– Nicoletta Francovich Onesti, La Filologia germanica, Carocci, 2002 (esclusi i paragrafi 2.4.1-2.4.4; 2.4.6-2.4.9; 2.6.4; 2.7.2-2.7.4; 2.8.1-2.8.2);
– G. Manganella, L’anglosassone e il sassone antico, Liguori, Napoli, 1976, pp. 19-162 (OPPURE un’altra grammatica, a scelta, dell’inglese antico: P. S. Baker, Introduction to Old English, Blackwell, Oxford, 2005 (il testo integrale è disponibile in rete all’indirizzo http://www.wmich.edu/medieval/resources/IOE/index.html); Giulia Mazzuoli Porru, Manuale di inglese antico, Giardini, Pisa, 1992²).
Ulteriore materiale bibliografico, relativamente al “Cofaneto Franks” e al poema “Deor” verrà fornite durante le lezioni.

Altre Informazioni

L’esame consente di maturare 6 CFU (nell'ambito disciplinare "Filologia e linguistica generale e applicata") o 6 CFU nell’ambito degli “esami a scelta dello studente”, qualora l’esame non sia già stato scelto come esame dell'ambito specificato più sopra.

L’esame può essere scelto nell’ambito degli “esami a scelta ” da parte degli studenti del Corso di laurea in Lingue e comunicazione.

Il Corso sarà caricato sulla piattaforma Moodle2, alla quale gli studenti sono tenuti a iscriversi all’inizio dell’anno accademico. Ciò consentirà di utilizzare la piattaforma per la condivisione di materiale didattico e per l'invio di comunicazioni relative alle lezioni e alle esercitazioni.

Per informazioni, la docente può essere contattata anche via mail: meruggerini@libero.it

Indicazioni sul ricevimento-studenti

Il ricevimento-studenti viene svolto durante uno dei giorni di lezione, nello studio della Docente (II Piano, stanza 24). Il giorno e l’orario vengono comunicati all’inizio dell’anno sulla pagina personale ufficiale della docente: http://people.unica.it/mariaelenaruggerini/author/ruggerini/, con aggiornamenti settimanali nel caso in cui, per sopraggiunti impegni didattici o istituzionali, si renda necessario uno spostamento rispetto all’orario stabilito.

Questionario e social

Condividi su: