Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
GIANLUIGI BACCHETTA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[30/46]  SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA [46/00 - Ord. 2011]  PERCORSO COMUNE 9 70

Obiettivi

Obiettivo del corso, da ottenersi attraverso la frequenza delle lezioni, l’analisi critica dei testi di riferimento e gli approfondimenti attraverso le letture consigliate, è consentire allo studente di maturare esperienze e consolidare basi teoriche relative alle tematiche e alla didattica delle scienze naturali ed in particolare circa l’educazione ambientale e la divulgazione di tipo scientifico e tecnico delle discipline ecologiche.

Prerequisiti

Lo studente deve possedere requisiti culturali di base che permettano la comprensione degli argomenti relativi alle scienze naturali e all’educazione ambientale.
Conoscenze nelle materie naturalistiche di base per quel che riguarda la comprensione di un linguaggio specifico nell’ambito dell’educazione ambientale e della didattica delle Scienze Naturali.

Contenuti

1- Concetti basici e definizione di scienze naturali;

2- Storia ed evoluzione delle scienze naturali;

3- La didattica delle scienze naturali in Europa, Italia e Sardegna;

4- Educare alla scienza:
a.la complessità della costruzione scientifica;
b.il contributo derivante dalla riflessione storico-epistemologica;
c.il discepolo come soggetto di conoscenza;

5-I cambiamenti in atto nell’educazione ambientale di base:
a.educazione ambientale e modelli di apprendimento;
b.dalla visione comportamentista a quella cognitivista;
c.la conoscenza generica e quella scientifica: analogie e differenze;
d.interazioni tra conoscenza generica e scientifica;

6-Teorie cognitive nell’educazione ambientale;
a.modelli cognitivi;
b.la conoscenza come costruzione e mediazione;
c.orientamenti della ricerca educativa;

7- Materiali e metodi per l’analisi dei dati di carattere scientifico;

8- Metodi di didattica delle scienze naturali e di educazione ambientale a confronto;


Il Laboratorio di scienze naturali e ambientali (Maria Silvia Pinna) è così articolato:

Visita all'Hortus Botanicus Karalitanus;

Conservazione in situ ed ex situ - Visita ai laboratori della Banca del Germoplasma della Sardegna (BG-SAR);

Escursione nelle aree d’interesse naturalistico di Cagliari (Capo S. Elia-Sella del Diavolo);

Visita al Museo di Zoologia dell’Università degli Studi di Cagliari;

Escursione nelle aree d’interesse naturalistico di Cagliari (Parco Naturale Regionale di Molentargius-Saline).

Metodi Didattici

Il corso si svolgerà durante il 1° semestre del quarto anno. Comprende lezioni frontali che prevedono l’uso di presentazioni in PowerPoint, seminari e visite ai musei per 8 CFU (60 ore) + 1 CFU (10 ore) di attività di laboratorio.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione verrà effettuata tramite un colloquio dove verranno verificate le conoscenze sugli argomenti del corso, le capacità di sintesi e consequenzialità nell'esposizione degli argomenti, insieme all'appropriatezza del linguaggio.

La valutazione di idoneità al Laboratorio viene effettuata attraverso la verifica dell’ avvenuta frequenza ad almeno l’ 80% delle ore da parte degli studenti.

Il voto finale è espresso in trentesimi e tiene conto dei seguenti fattori:
1. Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze.

2. Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
d) capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
e) capacità di sintesi.

3. Qualità relazionali:
Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.

4. Qualità personali:
a) Spirito critico;
b) capacità di autovalutazione.

Il voto finale potrà quindi essere:
a) Insufficiente (inferiore a 18/30)
Il candidato non dimostra di possedere le nozioni minime sugli argomenti affrontati nel corso, presenta capacità espressive modeste e comunque insufficienti a sostenere un dialogo coerente, scarsa capacità di sintesi e scarsa interazione con il docente durante il colloquio.

b) Sufficiente (da 18 a 20/30):
Il candidato dimostra di avere poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. Le capacità espressive sono modeste, ma sufficienti a sostenere un dialogo coerente; le capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; l'interazione con il docente durate il colloquio è scarsa.

c) Discreto (da 21 a 23/30):
Il candidato dimostra di avere discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive più che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.

d) Buono (da 24 a 26/30):
Il candidato dimostra di avere un bagaglio di nozioni ampio, moderatamente approfondito, con poche lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi.

e) Ottimo (da 27 a 29/30):
Il candidato dimostra di avere un bagaglio di nozioni molto approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi.

f) Eccellente (30/30):
Il candidato dimostra di avere un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi.

La lode si attribuisce a candidati che manifestano un grado di preparazione completo e un utilizzo appropriato del lessico specifico.

Testi

Aquilini E., 1999 – Il ruolo del linguaggio nel passaggio dai concetti di senso comune ai concetti scientifici. Insegnare, 11-12: 34-37.
Basosi D. & Lachina L., 2000 – L’insegnamento della biologia nella scuola dell’obbligo. Insegnare, 9: 43-46.
Brown H., 1984 – La nuova filosofia della scienza. Laterza, Bari.
Cavallini G., 1995 – La formazione dei concetti scientifici. La Nuova Italia, Firenze.
Driver R., 1988 – L’allievo come scienziato? Zanichelli, Bologna.
Ferrari C., 2001 – Biodiversità dall’analisi alla gestione. Zanichelli Editore, Bologna.
Geymonat L. & Giorello G., 1986 – Le ragioni della scienza. Laterza, Bari.
Grimellini Tomasini N. & Segrè G., 1991 – Conoscenze scientifiche: le rappresentazioni mentali negli studenti. La Nuova Italia, Firenze.
Helmes D.H., 1990 – Laboratorio di Biologia. Zanichelli, Bologna.
Longo C., 1998 – Didattica della Biologia. La Nuova Italia, Firenze.
Padoa Schioppa E., 2015 - Metodi e strumenti per l'insegnamento e l'apprendimento della biologia. Edises, Napoli.
Pontecorvo C., Ajello A.M. & Zucchermaglio C., 1991 – Discutendo si impara. La Nuova Italia, Firenze.
Santovito G., 2015 – Insegnare la biologia ai bambini. Carocci Editore, Roma.
Primack R.B., 2003 – Conservazione della natura. Zanichelli editore, Bologna.
Tinbergen N., 1998 – Naturalisti curiosi, l’affascinante mondo degli animali. Rizzoli, Milano.
Trinchero M., 1970 – La logica della scoperta scientifica. Einaudi, Torino.
Wilson E.O., 2009 – La diversità della vita. Bur, Milano.

Altre Informazioni

Gli studenti con particolari necessità, possono contattare l'Ufficio Disabilità (http://people.unica.it/disabilita/) per il riconoscimento delle difficoltà al fine di concordare programmi ed esami personalizzati.
I docenti (Gianluigi Bacchetta e Maria Silvia Pinna) ricevono tutti i giorni, previo appuntamento telefonico (tel. 070-6753508), presso l’Orto Botanico sito in V.le Sant'Ignazio da Laconi, 11-13.

Questionario e social

Condividi su: