Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
GIOVANNI BONAIUTI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[30/46]  SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA [46/00 - Ord. 2011]  PERCORSO COMUNE 8 60

Obiettivi

Il corso intende fornire quadri concettuali e strumenti metodologici per sviluppare conoscenze e capacità funzionali alla progettazione, attuazione e valutazione di attività didattiche nei contesti della scuola dell’infanzia e primaria.
Nello specifico, e in relazione ai descrittori di Dublino, al termine del corso è previsto per gli studenti il raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi.
1. Conoscenza e comprensione
Conoscenza e comprensione degli sviluppi storici della didattica, dei principi e delle teorie che sono alla base dei diversi modelli di progettazione, attuazione e valutazione di interventi didattici. Conoscenza e comprensione dei principi della comunicazione efficace e delle tecniche di gestione della classe. Comprensione di come le conoscenze sui processi cognitivi ed emotivi fornite dalle neuroscienze e quelle derivanti dalla ricerca sull’evidence-based education, possono guidare l’allestimento di processi di insegnamento e apprendimento. Conoscenza e comprensione dei criteri utili per distinguere le ragioni e le opportunità d'impiego delle strategie didattiche in base agli obiettivi prefissati, al contesto, alle peculiarità delle diverse situazioni.
2. Capacità di applicare le conoscenze
Capacità di applicare le conoscenze acquisite dal corso per progettare, attuare e valutare attività didattiche. Capacità di usare la conoscenza dei modelli teorici della didattica oltre a quelle derivanti dalle neuroscienze e dalla ricerca “evidence-based” per analizzare pratiche didattiche (in particolare pratiche videoregistrate in contesti scolastici) al fine di riflettere, problematizzare, operare scelte e valutarne i risultati.
3. Autonomia di giudizio
Capacità di analizzare criticamente ciò che accade in una determinata situazione didattica; capacità di valutare l’appropriatezza dei metodi di insegnamento scelti rispetto agli obiettivi prefissati; capacità di analizzare i risultati di un intervento nell'ottica del miglioramento.
4. Abilità comunicative
Capacità di comunicare in modo chiaro le conoscenze acquisite a interlocutori specialisti e non specialisti. Capacità di riconoscere e impiegare idonei registri linguistici sulla base delle diverse esigenze ad esempio per interagire con alunni, colleghi e i genitori.
5. Capacità di apprendere
Capacità di continuare a studiare e aggiornarsi; ricercare e valutare risorse educative da impiegare in classe (in rete, in archivi e banche dati); collaborare e apprendere con i pari.

Prerequisiti

Non sono previsti prerequisiti specifici per l’insegnamento si rimanda ai prerequisiti generali del Corso di Studio (CdS).

Contenuti

Il corso introduce ai temi della progettazione, gestione e valutazione dei processi di insegnamento e apprendimento nei contesti del primo ciclo dell'istruzione. Il corso è composto da tre moduli. Il primo riguarda la teoria e la storia della didattica: statuto disciplinare, sviluppi storici delle teorie sulla didattica, gli approcci alla progettazione, gestione e valutazione di interventi didattici, la ricerca e validazione di nuove conoscenze sulla didattica. Il secondo modulo ha per oggetto il rapporto tra apprendimento e insegnamento alla luce delle acquisizioni conoscitive fornite, in particolare, dalla ricerca sulle neuroscienze e da quella dell’evidence-based education. L’ultimo modulo sviluppa, infine, i temi dell’intervento didattico: teorie e modelli, strategie didattiche, interazione in classe, comunicazione didattica, organizzazione e gestione del setting, regolazione e gestione della classe. Sarà inoltre analizzata l'importanza della riflessività nella pratica professionale dell’insegnante.

Metodi Didattici

Lezione frontale in aula con discussioni, attività pratica guidata, approfondimento seminariale per un totale di 60 ore. Per i frequentanti è previsto l’utilizzo di un ambiente online per attività integrative.

Verifica dell'apprendimento

Modalità di esame
- Studenti frequentanti: due prove scritte in itinere su parti diverse del programma (domande chiuse e aperte) finalizzate a verificare le conoscenze dei contenuti trattati (Capacità di applicare le conoscenze); svolgimento (individuale o in gruppo) di una attività di analisi di una esperienza didattica video registrata che dovrà poi essere presentata dando prova di: saper applicare quanto appreso (Capacità di applicare le conoscenze), mostrare capacità critica (Autonomia di giudizio) e chiarezza espositiva (Abilità comunicative).

- Studenti non frequentanti: esame orale sui contenuti dell’intero programma. Nel corso del colloquio gli studenti dovranno presentare e discutere una esperienza didattica video registrata dando prova di saper applicare quanto appreso (Capacità di applicare le conoscenze), mostrare capacità critica (Autonomia di giudizio) e chiarezza espositiva (Abilità comunicative). L’attività pratica dovrà essere preparata seguendo le indicazioni presenti a questo indirizzo internet (clicca qui) e consegnata (in digitale) prima dell’esame.

Criteri di attribuzione del voto finale
Il punteggio è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi. Per superare l'esame, ovvero riportare un voto non inferiore a 18/30, lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti trattati durante il corso, utilizzando un adeguato linguaggio.
Per conseguire un punteggio superiore a 28/30 lo studente deve aver acquisito una conoscenza eccellente su tutti gli argomenti e dimostrare, nel corso dell’esposizione dell’analisi dell’esperienza didattica videoregistrata capacità critica, autonomia di giudizio e chiarezza espositiva.
Nella determinazione del punteggio verranno considerati i seguenti elementi:
- conoscenza dell’argomento, degli autori, dei concetti e delle definizioni;
- conoscenza e utilizzo del lessico e della terminologia appropriata;
- conoscenza delle tematiche e capacità di rielaborare criticamente i concetti;
- capacità di associare concetti e metodi ad eventi, autori, teorie, periodi storici
- capacità valutativa e critica relativamente all’applicazione di strategie e metodi didattici a situazioni e contesti appropriati;
- capacità di applicare le conoscenze teoriche acquisite a situazioni concrete (ad esempio nell’analisi del video relativo alla situazione didattica).

Testi

Bonaiuti, G., Calvani, A., Ranieri, M. (2016). Fondamenti di didattica. Roma: Carocci

Bonaiuti, G. (2014). Le strategie didattiche. Roma: Carocci

Willingham, D.T. (2018) Perché agli studenti non piace la scuola. Torino: UTET.

oppure

Geake, J. G. (2016). Il cervello a scuola. Neuroscienze ed educazione tra verità e falsi miti. Trento: Erickson.

Calvani, A. (2011). «Decision Making» nell’istruzione. «Evidence Based Education» e conoscenze sfidanti. ECPS Journal of Educational, Cultural and Psychological Studies, (3), 77–99. (online)

MIUR (2012). Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo dell'istruzione (online sul sito del Ministero dell'Istruzione: www.indicazioninazionali.it)

I testi di studio indicati sono obbligatori sia per gli studenti frequentanti che per i non frequentanti.

Altre Informazioni

Il programma è riferito all’anno accademico 2018/2019.

Il ricevimento si svolgerà nella stanza 66, edificio centrale, II piano il martedì dalle 9 alle 11 (nel periodo delle lezioni) e/o per appuntamento scrivendo a: g.bonaiuti@unica.it.

Informazioni aggiuntive, comprese le indicazioni per la reperibilità del materiale didattico e l’accesso all’ambiente online, sono disponibili nella pagina del docente: (disponibile in rete all’indirizzo: http://people.unica.it/giovannibonaiuti/.

La sezione avvisi è di particolare importanza per gli studenti non frequentanti, che sono invitati a contattare la docente per eventuali dubbi nel corso dello studio dell’insegnamento.

Si ricorda, che è attivo un Ufficio Disabilità (http://people.unica.it/disabilita/) che, come previsto dalla Legge n.17/99 e compatibilmente con le linee progettuali e le risorse disponibili, su richiesta, consente di realizzare interventi il più possibile personalizzati e rispondenti alle esigenze del singolo studente. Per accogliere, quindi, le esigenze specifiche e poter individualizzare le modalità di studio e verifica, la docente invita a presentarsi presso tale servizio, che rilascerà apposita certificazione.

Questionario e social

Condividi su: