Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
LAURA VISMARA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[30/46]  SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA [46/00 - Ord. 2011]  PERCORSO COMUNE 8 60

Obiettivi

Conoscenza e capacità di comprensione
• Conoscere e comprendere gli aspetti teorici, metodologici e applicativi della psicologia clinica, in particolare la salute e malattia mentale in età evolutiva
• Conoscere e comprendere l’implicazione della psicologia clinica nel contesto educativo-scolastico e formativo
• Conoscere lessico tecnico scientifico proprio della disciplina
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Le suddette conoscenze consentiranno di:
• Saper agire in condizioni di diversità ed eterogeneità nella classe, promuovendo l’azione di inclusione di alunni di origini diverse e di allievi con necessità educative speciali.
• Saper adottare ed utilizzare strategie didattiche integrate e flessibili in base alla specificità del singolo alunno.
• Condividere con il gruppo degli insegnanti della classe - ed eventuali altre figure coinvolte nel processo formativo - modelli di progettazione/programmazione.
Autonomia di giudizio
• Acquisire capacità di riflessione autonoma e critica in relazione alle situazioni.
• Saper adattare opportunamente attività o unità didattiche alla specificità del contesto e del bambino.
• Saper analizzare criticamente gli interventi formativi, propri e altrui.
• Autovalutare le proprie competenze.
Abilità comunicative
Al termine del corso, lo studente dovrà:
• Essere in grado di comunicare in modo chiaro informazioni relative alle situazioni educative e didattiche, che richiedano attenzione a causa della loro atipicità.
• Dimostrare competenze nel gestire la relazione e i processi comunicativi con gli allievi, le famiglie e gli altri professionisti.
Capacità di apprendimento
• Saper reperire e utilizzare strumenti bibliografici, sitografici ecc. per aggiornare ed approfondire costantemente ed in modo autonomo le conoscenze e competenze professionali.

Prerequisiti

Gli studenti dovranno avere acquisito i fondamenti della psicologia dello sviluppo.

Contenuti

Scopo iniziale dell’insegnamento è di fornire i fondamenti teorici, concettuali e metodologici della psicologia clinica. In seguito, vengono studiate le caratteristiche delle principali problematiche cliniche, secondo le principali classificazioni diagnostiche. Infine, il corso si propone di approfondire le implicazioni dei contenuti tramessi per i contesti professionali degli studenti afferenti all’insegnamento.
• I principali modelli e definizioni della psicologia clinica: dall’eziopatogenesi alla salutogenesi
• I principali strumenti di indagine e valutazione: osservazione, interviste e test
• I principali sistemi di classificazione e diagnostici
• I principali problemi di adattamento e disturbi in età evolutiva
• Il contributo della psicologia clinica al contesto scolastico.

Metodi Didattici

Oltre alla didattica frontale, il corso prevede l’approfondimento delle tematiche attraverso seminari di studio condotti da esperti, la discussione condivisa di casi e l’utilizzo delle simulate.

Verifica dell'apprendimento

Modalità
Sia gli studenti frequentanti, sia gli studenti non frequentanti dovranno sostenere una prova scritta finale di 120 minuti consistente in due domande aperte. Su richiesta, l’esame può essere svolto anche in forma orale; in tal caso le domande saranno almeno nel numero di tre.
Regole
Il punteggio della prova d'esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.
La prova verifica gli obiettivi esplicitati nella sezione “Conoscenza e capacità di comprensione”.
Criteri
Nella risposta la determinazione del punteggio tiene conto dei seguenti elementi:
- conoscenza dell’argomento e padronanza dei concetti e delle definizioni;
- rispondenza alle tematiche proposte;
- capacità di analisi delle tematiche;
- uso corretto delle strutture grammaticali e del sistema ortografico e interpuntivo;
- lessico appropriato e chiarezza espositiva;
- capacità di sintesi ed elaborazione.
Per superare l'esame, riportare quindi un voto non inferiore a 18/30, lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti trattati durante il corso, utilizzando un adeguato linguaggio.
Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso, attraverso un’esposizione completa, arricchita da spunti critici, analisi e rielaborazioni coerenti.

Testi

Obbligatori
Ammaniti, M. (a cura di) (2010) Psicopatologia dello sviluppo. Modelli teorici e percorsi a rischio. Raffaello Cortina Editore, Milano.
Lucarelli, L., Piperno, F., Balbo, M. (a cura di) (2008) Metodi di valutazione in psicopatologia dello sviluppo. Raffaello Cortina Editore, Milano.
Silver, R.B., Measelle, J.R., Armstrong, J.M., Essex, M.J. (2005). Trajectories of classroom externalizing behavior: Contributions of child characteristics, family
characteristics, and the teacher–child relationship during the school transition. Journal of School Psychology, 43, 39–60.
Testi di approfondimento
American Psychiatric Association (2013). Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbo Mentali, V edizione (DSM 5). Tr it. Raffaello Cortina Editore, Milano, 2014.
Ammaniti, M. (a cura di) (2001) Manuale di psicopatologia dell’infanzia. Raffaello Cortina Editore, Milano.
Ammaniti, M. (a cura di) (2002) Manuale di psicopatologia dell’adolescenza. Raffaello Cortina Editore, Milano.
Cornoldi C. (2007) Difficoltà e disturbi dell'apprendimento. Il Mulino, Bologna.
Cancrini L. (1989) Bambini diversi a scuola. Bollati Boringhieri, Torino.
Dazzi, N., Lingiardi, V., Gazzillo, F. (2009) La Diagnosi in Psicologia Clinica: Personalità e psicopatologia. Raffaello Cortina Editore, Milano.
Gabbard, G. (1994) Psichiatria psicodinamica. Tr. it. Raffaello Cortina Editore, Milano, 2007, IV edizione.
Midgley N., Vrouva I. (a cura di) (2014) Mentalizzazione nel ciclo di vita: interventi con bambini, genitori e insegnanti. Raffaello Cortina Editore, Milano. Capitoli: X e XI.
Orsolini M., Fanari R., Maronato C. (2005) Difficoltà di lettura nei bambini. Carocci, Roma.
Vicari S., Valeri G., Fava L. (2012) L'autismo. Dalla diagnosi al trattamento. Il Mulino, Bologna.
Vio, C., Lo Presti, G. (2014) Diagnosi dei disturbi evolutivi: Modelli, criteri diagnostici e casi clinici. Erickson, Trento.
Watzlawick, P., Beavin J.H., Jackson D.D (1967) Pragmatica della comunicazione umana. Studio dei modelli interattivi, delle patologie e dei paradossi. Astrolabio, Roma, 1971.
Zero to Three, National Center for Infants, Toddlers and Families (2016) Diagnostic Classification of Mental Health & Dev Disor (DC:0-5)

Altre Informazioni

Il docente riceve su appuntamento, settimanalmente. Per prendere appuntamento, inviare un’email all’indirizzo vismara@unica.it
Saranno disponibili dispense per integrare e aggiornare alcune tematiche di particolare rilevanza per la formazione degli insegnanti. Per reperirle, prego contattare la Docente.
Eventuali informazioni aggiuntive saranno consultabili sul sito del docente
http://people.unica.it/lauravismara/
La sezione avvisi è di particolare importanza per gli studenti non frequentanti, che sono invitati a contattare la docente per eventuali dubbi nel corso dello studio dell’insegnamento.
Si ricorda, che è attivo un Ufficio Disabilità (http://people.unica.it/disabilita/) che, come previsto dalla Legge n.17/99 e compatibilmente con le linee progettuali e le risorse disponibili, su richiesta, consente di realizzare interventi il più possibile personalizzati e rispondenti alle esigenze del singolo studente. Per accogliere, quindi, le esigenze specifiche e poter individualizzare le modalità di studio e verifica, la docente invita a presentarsi presso tale servizio, che rilascerà apposita certificazione.

Questionario e social

Condividi su: