Percorso formativo




Nessun contenuto trovato

Obiettivi formativi specifici del Corso e descrizione del percorso formativo

L'innovazione sociale un paradigma di progettazione capace di dare risposta ai bisogni emergenti delle comunit, per
sviluppare modelli di innovazione che intrecciano la dimensione personale a quella politica, la conoscenza tacita a quella
codificata, la partecipazione all'apporto esperto. Questo paradigma si coniuga con una visione strategica della comunicazione
intesa come processo che accompagna la trasformazione sociale e i rapporti tra policy makers, amministrazione e
cittadinanza. La comunicazione, dunque, un elemento costitutivo del processo di policy e dello stesso processo democratico.
Sotto questo profilo, il corso SIC forma un esperto delle politiche pubbliche e della comunicazione.
Innovazione, comunicazione e ricerca sociale costituiscono i tre pilastri culturali, scientifici e professionali su cui si fonda la
figura di laureato formata nel corso SIC. La loro integrazione e connessione il punto di novit e forza di questa laurea
magistrale. Infatti, i processi di innovazione sociale richiedono una capacit di gestione dei conflitti e di costruzione del
consenso attraverso metodologie di programmazione e progettazione partecipata, a partire da questa idea la comunicazione
svolge un ruolo fondamentale all'interno delle amministrazioni pubbliche e delle organizzazioni complesse, non solo come
trasferimento di informazioni, ma come funzione chiave in grado di veicolare significati, diffondere valori, creare e alimentare
relazioni con pubblici differenziati sia in ambienti offline che online.
Il Corso di studi pone come punto focale della strategia dell'innovazione la capacit di gestione strategica della comunicazione.
Questa richiede un approccio specialistico, attraverso un aggiornamento costante di saperi di tipo multidisciplinare
(sociologici, politologici, giuridici, antropologici, economico-statistici, linguistici) in grado di cogliere la complessit delle sfide
della contemporaneit, dell'innovazione tecnologica e delle trasformazioni dei media e delle industrie culturali.
In tale scenario, la laurea magistrale intende fornire una risposta efficace per affrontare la complessit dei processi di
innovazione territoriale e dei flussi comunicativi contemporanei, sia in una fase analitica e critica, che nel campo della
progettazione e gestione strategica, sia nell'ambito del settore pubblico che di quello privato (anche sociale).
Il Corso di studi consentir allo studente di sviluppare le competenze di metodo necessarie a promuovere l'innovazione delle
politiche e dei servizi con particolare riguardo alla tutela dei beni comuni e alla valorizzazione dei beni pubblici, alla capacit di
creazione di valore collettivo attraverso il sostegno alla produzione di politiche e alla progettazione territoriale, lo sviluppo del
capitale umano e delle professionalit per favorire approcci innovativi che sappiano aprirsi alle nuove tecnologie e alle loro
potenzialit, lo sviluppo di tecniche e pratiche di valutazione dell'impatto sociale delle politiche e delle azioni progettuali. Il CDS
tramite un approccio multidisciplinare integrato sviluppa abilit e competenze che per lo studente potranno tradursi in creativit,
capacit di coordinamento, gestione dei processi decisionali e di valutazione dei risultati.
In ambito pubblico, il corso consentir agli studenti di approfondire e saper distinguere i diversi processi e le pratiche
comunicative che si sviluppano all'interno delle amministrazioni e che tendono a interagire e a sovrapporsi, sia in situazioni di
ordinariet che in casi di crisi ed emergenza: comunicazione istituzionale, comunicazione normativa, comunicazione
governativa, comunicazione politica, comunicazione elettorale.
Conoscere le caratteristiche di questi flussi fondamentale non solo per gestire strategicamente la comunicazione delle
istituzioni, ma perch essi sono ripresi e ibridati nelle trattazioni dei media tradizionali (televisione, stampa, radio), cos come
nello storytelling delle piattaforme digitali (siti web, blog e social networks).
In questo quadro si innestano le competenze metodologiche (quantitative e qualitative) in materia di ricerca sociale, di analisi
di dati, di prodotti comunicativi e contenuti mediali, al fine di affiancare alle teorie, strumenti di indagine della complessit
istituzionale e politica.
Infine, un'ampia offerta di Laboratori permetter di variare l'offerta di saperi e di competenze specialistiche a seconda delle
innovazioni e dei cambiamenti del mercato del lavoro, sia nell'ambito dell'animazione e dell'innovazione territoriale, sia nel
settore della comunicazione e dell'informazione giornalistica, e in maniera flessibile anche rispetto ad eventuali nuovi
provvedimenti normativi in ambito pubblico a livello regionale, nazionale e internazionale.
Il Corso di studi forma un unico profilo di laureato le cui competenze gli/le permetteranno di rispondere alle richieste di tre
profili professionali :
1. Esperti dell'innovazione sociale e della progettazione territoriale partecipata;
2. Esperti e progettisti della comunicazione istituzionale e politica e delle pubbliche relazioni;
06/01/2021
3. Specialista della ricerca sociale e dell'analisi di dati.
Il corso ha una impronta multidisciplinare e presenta la seguente struttura formativa articolata in due annualit:
Nel primo anno vengono perseguiti i seguenti obiettivi specifici attraverso insegnamenti magistrali di area politologica,
sociologica, giuridica e statistica:
a. formazione nell'ambito comunicazione politica;
b. formazione nell'ambito del rischio, dell'incertezza e della creativit dell'attore sociale (social agency);
c competenze nell'ambito della comunicazione istituzionale e delle tecnologie in ambito sociale;
d. formazione nel campo del diritto nell'ambito di internet;
e. analisi del cambiamento delle Istituzioni politiche e il ruolo dei movimenti sociali;
f. competenze di tipo quantitativo e statistico per la misurazione dei fenomeni sociali.
Il secondo anno caratterizzato da blocchi di insegnamenti opzionali che consentiranno agli studenti di approfondire le
conoscenze in base ai propri interessi di formazione culturale e professionale.
Si intendono perseguire i seguenti obiettivi formativi specifici attraverso insegnamenti e laboratori nelle seguenti aree:
1. Area della comunicazione, dei linguaggi e psico-sociale;
-Competenze nel campo degli studi mediologici nel campo della comunicazione persuasiva e del public speaking;
-Competenze nel campo dell'imprenditivit e dello sviluppo umano;
2. Area Sociologica:
-Competenze in materia di organizzazione del lavoro e regolazione sociale;
-Competenze in materia di processi culturali relativi all'innovazione;
3. Area sociologica e della geografia umana ed economica:
-Competenza nel campo della geografia economico-politica;
-Competenze e conoscenze nel campo dell'analisi delle reti sociali e dell'innovazione territoriale;
4. Area della metodologia della ricerca sociale e antropologica:
-Competenze in materia di antropologia della sostenibilit;
-Competenze nell'ambito delle metodologie qualitative e quantitave per la ricerca sociale.
Inoltre, attraverso i laboratori (per un totale di 9 CFU) saranno approfonditi gli aspetti applicativi e professionalizzanti legati ai
diversi ambiti di disciplinari.
Il corso propone un approccio pedagogico di tipo costruttivista: intende infatti coniugare sapere, saper fare e saper essere ed
diretto a formare le seguenti competenze attraverso metodologie didattiche partecipative:
Nell'ambito della comunicazione (attraverso gli insegnamenti sociologici, politologici, giuridici e dei linguaggi e i laboratori
specialistici previsti):
- il metodo del consenso e tecniche di interazione costruttiva;
- ideazione e creazione dei supporti grafici di un ambiente partecipativo: immagini per semplificare e rappresentare concetti
complessi; visual thinking, mappe mentali;
- progettazione e pianificazione di flussi comunicativi e informativi in ottica multicanale;
- conoscenza del settore dei mass media e delle logiche di produzione delle notizie (newsmaking);
- pianificazione e gestione di campagne di comunicazione istituzionale, sociale e politica;
- gestione e analisi di basi di dati per la progettazione di servizi e campagne comunicative;
- conoscenza del quadro normativo (nei settori della comunicazione istituzionale e della digitalizzazione della pubblica
amministrazione);
- analisi e redazione di testi complessi in relazione all'ambiente mediale e di tecniche di storytelling e gamification;
- comunicazione persuasiva e tecniche di public speaking;
- conoscenza della comunicazione politica e delle sue declinazioni in ambito locale, nazionale e internazionale;
Nell'ambito dell'innovazione sociale (attraverso i laboratori e gli insegnamenti magistrali nell'area politologica, sociologica,
della geografia economica, della demografia e della statistica sociale):
- conoscenza dei sistemi politici e della loro evoluzione;
- analisi del ciclo di formulazione delle politiche pubbliche: agenda setting; formulazione delle politiche; decision making;
implementazione; valutazione apprendimento;
conoscenza e sviluppo di meccanismi di intervento di tipo reticolare e forme di coordinamento e collaborazione orizzontale;
- progettazione territoriale con capacit di mobilitazione della collettivit (cittadini, attori sociali ed economici) per la ricerca di
soluzioni condivise e plurali ai bisogni;
- strumenti e tecniche per la progettazione partecipata;
- utilizzo di strumenti e processi di supporto al design thinking, inteso come capacit di formulare e implementare soluzioni;
- principi fondamentali e metodologia di progettazione multiattore: il Project Circle Management, il metodo GOOP e il Quadro
logico per la progettazione di interventi integrati;
- conoscenza della comunicazione politica e delle sue declinazioni in ambito locale, nazionale e internazionale.
Nell'ambito della ricerca sociale (attraverso i laboratori e gli insegnamenti nell'area della statistica sociale, della metodologia
delle scienze sociali, della geografia e dell'antropologia culturale):
- conoscenza di metodi e tecniche per l'analisi sociale, dei prodotti comunicativi e dei contenuti digitali;
- competenze per la progettazione, il coordinamento e la realizzazione di indagini empiriche;
- competenze per il trattamento e l'analisi di dati mediante uso di software specificamente dedicati alle scienze sociali.
Ambito delle competenze trasversali (attraverso gli insegnamenti in ambito psico-sociale e dei linguaggi e specifici laboratori):
- conduzione di gruppi di lavoro (tradizionali e online);
- competenze nell'ambito del public speaking.

Questionario e social

Condividi su: