Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
SILVIA BENUSSI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[2/69]  INNOVAZIONE SOCIALE E COMUNICAZIONE [69/00 - Ord. 2021]  PERCORSO COMUNE 3 18

Obiettivi

Il laboratorio Parità di genere esamina l’impatto storico e attuale della dimensione di genere sulle istituzioni e sulla società, nonché sulle loro interazioni. In particolare, si focalizza su due prospettive, che si intersecano nelle tematiche affrontate: 1) lo studio della discriminazione contro le donne, sulle radici storiche che l’hanno determinata, sull’analisi degli stereotipi e delle credenze che la mantengono viva, sul suo impatto sulla società e sul benessere comune, e sulle azioni atte a contrastarla; 2) lo studio della partecipazione femminile nella politica e nella società, volto a focalizzare le risorse messe in atto per perseguire i diritti delle donne e valorizzare la politiche paritarie. Il laboratorio mira a offrire strumenti e competenze teoriche e metodologiche per analizzare lo sviluppo storico di tali fenomeni e comprenderne la ricaduta sul mondo attuale.
• Conoscenza dell’origine storica e dell’evoluzione delle strutture istituzionali e dell’apparato normativo in relazione allo sviluppo dei diritti delle donne nel contesto dell'evoluzione sociale.
• Conoscenza del lessico e delle categorie concettuali applicabili alla storia istituzionale. Conoscenza del ruolo del linguaggio nella costruzione normativa e istituzionale dei processi culturali e politici, in particolare come strumento di affermazione dei rapporti di potere basati sul genere.
• Conoscenza della Storia dei diritti civili, politici e sociali delle donne, focalizzata sulla correlazione fra mutamento culturale, movimenti sociali ed elaborazione normativa.
• Comprensione dei meccanismi di funzionamento e dello sviluppo delle interazioni fra movimenti

Obiettivi di apprendimento:
• Capacità di applicare conoscenza e comprensione: saper svolgere attività di ricerca archivistica e bibliografica, anche online; saper analizzare testi, discorsi e prodotti multimediali a carattere politico.
• Autonomia di giudizio: saper elaborare in modo critico le problematiche teoriche legate alla dimensione istituzionale, che consenta di valutarla secondo una prospettiva di genere. Saper valutare la corretta scelta metodologica e lessicale nell’analisi dell’evoluzione delle problematiche relative alla parità di genere e alle pari opportunità.
• Abilità comunicative: acquisire ulteriori capacità argomentative e comunicative, nel lavoro in aula attraverso la discussione critica delle problematiche analizzate; acquisire la capacità di comunicare in modo chiaro le conoscenze a interlocutori specialisti e non specialisti; incrementare le competenze nella produzione scritta e nel public speaking, anche con l’utilizzo di strumenti multimediali.
• Capacità di apprendimento: essere in grado di integrare le conoscenze acquisite a lezione con le conoscenze acquisite tramite l’attività di ricerca individuale sulle fonti; essere in grado di produrre un proprio elaborato che analizzi correttamente la tematica scelta e comunichi sinteticamente i risultati raggiunti; essere in grado di elaborare una riflessione critica sul tema, e di individuare strategie appropriate per contrastarla.

Prerequisiti

Conoscenza della Storia moderna e contemporanea e della Storia delle Istituzioni politiche

Contenuti

Il laboratorio si articolerà in tre unità:
• La rappresentanza politica femminile, in un’ottica comparativa con l’acquisizione maschile della cittadinanza politica. Le pari opportunità come risorsa.
• La violenza contro le donne: radici storiche e attualità del fenomeno. Violenza contro le donne e sistema prostituente.
• Linguaggio e rappresentazione. Analisi della narrazione del femminile in chiave comparativa.

Metodi Didattici

18 ore di lezioni laboratoriali in aula, anche con l’utilizzo del mezzo audiovisivo, e l’apertura della discussione in aula delle tematiche trattate, con l'ausilio di documenti e testi che aiutino gli studenti a preparare l'esame. La didattica verrà erogata prevalentemente in presenza, integrata e “aumentata” con strategie online, allo scopo di garantirne la fruizione in modo innovativo e inclusivo.
• Seminari: Ulteriori iniziative seminariali saranno definite in seguito.
A causa dell'emergenza Covid-19, per soddisfare esigenze didattiche specifiche connesse alla situazione epidemiologica, è possibile che le lezioni in aula si tengano con turnazione dei presenti.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione dello/a studente prevede la preparazione di una presentazione informatica, e la relativa esposizione orale, su uno dei temi trattati nel laboratorio, che sarà concordato con la docente, e che si terrà in forma laboratoriale in chiusura del laboratorio. Lo/la studente dovrà dimostrare di avere acquisito i contenuti concettuali e il lessico propri del tema trattato, di essere competente nella elaborazione di presentazioni scritte e nella esposizione orale, di avere incrementato la capacità di apprendimento e l’autonomia di giudizio, di avere sviluppato le proprie abilità comunicative nel lavoro in aula attraverso la discussione critica delle problematiche analizzate.
La determinazione della valutazione finale terrà conto della conoscenza della materia, della logica e coerenza espositive e dell’impiego di un lessico adeguato.
A causa dell'emergenza Covid-19, per soddisfare esigenze didattiche specifiche connesse alla situazione epidemiologica, è possibile che la valutazione si tenga con modalità alternative, soprattutto mediante ausili informatici (moodle, Teams, etc.).

Testi

Silvia Federici, Calibano e la strega: le donne, il corpo e l'accumulazione originaria, Milano – Udine, Mimesis, 2015
Carole Pateman, Il contratto sessuale: i fondamenti nascosti della società moderna, Bergamo, Moretti & Vitali, 2015
Anna Rossi-Doria, Diventare cittadine. Il voto alle donne in Italia, Firenze, Giunti Editore, 1996
Patrizia Gabrielli Il 1946, le donne, la Repubblica, Roma, Donzelli, 2009
Silvia Benussi, Le reti sociali nella formazione politica delle amministratrici locali sarde, in Sociabilità. Modelli e pratiche dello stare insieme in età moderna e contemporanea, a cura di Luigi Chiara, Daniela Novarese, Aracne, Canterano (RM), 2019, pp. 303-24
Silvia Benussi, Il personale politico locale in Sardegna. Donne e uomini nelle amministrazioni comunali (1985-2015), Editoriale Scientifica, Napoli 2018
Silvia Benussi, Genere e amministrazione locale all'alba della Repubblica: candidate ed elette nei consigli comunali sardi dal 1946 al 1956, in “Le Carte e la Storia”, anno 22, vol. 2, 2016, 120-136.
M. Antonella Cocchiara, Donne, politica, istituzioni e società: temi e questioni di genere, Canterano, Aracne, 2016
Nereide Rudas, Sabrina Perra, Giuseppe Puggioni, Donne morte senza riposo: un'indagine sul muliericidio, Cagliari, AM&D, 2016
Simona Feci e Laura Schettini (a cura di). La violenza contro le donne nella storia: contesti, linguaggi, politiche del diritto (secoli 15.-21.), Roma, Viella, 2017
M. Antonella Cocchiara (a cura di), Violenza di genere, politica e istituzioni, Milano, Giuffrè, 2014
Daniela Danna, Silvia Niccolai, Luciana Tavernini, Né sesso né lavoro. Politiche sulla prostituzione, Milano Vanda Edizioni, 2019
Laura Schettini, Turpi traffici. Prostituzione e migrazioni globali 1890-1940, Roma Biblink2019
Mirta Da Pra Pocchiesa (a cura di), Cara senatrice Merlin: lettere dalle case chiuse: ragioni e sfide di una legge attuale, Torino, Gruppo Abele, 2018
Sheila Jeffreys, The Industrial Vagina. The Political Economy of the Global Sex Trade, Routledge, 2009
Cecilia Robustelli, Sindaco e sindaca: il linguaggio di genere, Roma, GEDI, 2017
Alma Sabatini, Il sessismo nella lingua italiana, Roma, Presidenza del Consiglio dei ministri, 1999
Lorenzo Gasparrini, Non sono sessista, ma...: il sessismo nel linguaggio contemporaneo, Roma, Tlon, 2019
María Ángeles Calero Fernández, Sexismo lingüístico. Análisis y propuestas ante la discriminación sexual en el lenguaje, Madrid, Fundación Invesnes, 1999
Margherita Sabrina Perra, "diventare malati e malate di "cuore". La cronicità e le sue narrazioni in una prospettiva di genere", in A.Sassu, A.Oppo, S. Lodde e M. Porcu (a cura di), Genere e salute in Italia. Aspetti socioeconomici, Carocci Editore, Roma, 2010, pp. 243-277.
Esu A., Uno sguardo esplorativo della malattia cardiaca; il punto di vista dei pazienti, in A.Sassu, A.Oppo, S. Lodde e M. Porcu (a cura di), Genere e salute in Italia. Aspetti socioeconomici, Carocci Editore, Roma, 2010,pp. 211- 243
Oppo A. "Verso una medicina di genere: una (incompleta) rassegna della letteratura sulle malattie cardiovascolari, in A.Sassu, A.Oppo, S. Lodde e M. Porcu (a cura di), Genere e salute in Italia. Aspetti socioeconomici, Carocci Editore, Roma, 2010,pp. 161-210.

Altre Informazioni

Verranno fornite agli studenti le slides relative alle lezioni. Il ricevimento studenti si tiene on-line per appuntamento (scrivere a benussi@unica.it). Il ricevimento si intende sospeso nei periodi di sospensione dell'attività didattica indicati nel calendario didattico del corrente anno accademico. Prima di contattare la docente, le studentesse e gli studenti sono tenuti a leggere con attenzione le regole per la comunicazione via email (http://people.unica.it/silviabenussi/regole-e-mail/).

Questionario e social

Condividi su: