Dipartimento di Scienze biomediche

TESI DISPONIBILI Argomento: N° posti Anno Accademico Tipologia Argomento di tesi: Ruolo dello stress adolescenziale sulla trasmissione dopaminergica nel cervello di ratto 1 2012/2013 Sperimentale Argomento di tesi 2: Ruolo dei meccanismi neuronali nelle dipendenze da sostanze d’abuso 1 2013/2014 Sperimentale Argomento di tesi 3 1 2014/2015 Sperimentale . TESI PRESENTATE 0 Il modulatore allosterico del recettore colinergico-nicotinico Alpha 7 UCI 4083 stimola il release di dopamina e di noradrenalina nel nucleo accumbens di ratto (Mauro Lussu, CTF 2010/2011 110 e lode)

 

Effetto del modulatore allosterico del recettore colinergico-nicotinico Alpha 7 UCI 4083 sul release di dopamina e di noradrenalina nella corteccia prefrontale di ratto. (Francesca Atzeni, Farmacia 2010/2011 110 e lode). 

Effetto del composto (N-(4-chlorophenil)-alfa-[[4-chlorophenil)amino]methylene]-3-methlyl-5-isoxazolacet-amide) , un modulatore allosterico del recettore colinergico-nicotinico Alpha 7 UCI 4083 sulla trasmissione dopaminergica e noradrenergica in un modello animale di ADHD. (Veronica Sanna CTF, 2009/2010 110 e lode).

 

Effetti comportamentali e biochimici del metilfenidato e dell’atomoxetina in un modello animale di Defici d’attenzione con Iperattività (ADHD). (Marta Noli CTF, 2009/2010 110 e lode)

Studio delle modificazioni biochimiche indotte dalla somministrazione acuta di due farmaci per l’ADHD, metilfenidato e aotmoxetina, nella corteccia prefrontale di due differenti ceppi di ratti. (Carla Argiolas, Farmacia 2008/2009 110 e lode)

 

Modificazioni biochimiche nella corteccia prefrontale indotte dal trattamento cronico con metilfenidato e atomoxetina CTF 2009/2010 Sperimentale Effetto del trattamento cronico con metilfenidato sulla risposta alla nicotina in un modello animale di deficit d’attenzione con iperattività (ADHD): Studio biochimico e comportamentale CTF 2007/2008 Sperimentale I trattamenti sub-cronici con metilfenidato o atomoxetina inducono differenti modificazioni del contenuto tissutale di monoamine e della espressione del BDNF in diverse aree cerebrali di ratti SHR adolescenti, un modello animale di ADHD CTF 2008/2009 Sperimentale Il trattamento subcronico con metilfenidato o con atomoxetina inducono effetti a lungo termine sul comportamento e sui livelli cerabrali di dopamina, noradrenalina e serotonina nei ratti NHE un modello animale di ADHD CTF 2008/2009 Sperimentale

Questionario e social

Condividi su: