Seleziona l'Anno Accademico:     2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022 2022/2023
Docente
STEFANO ANDREUCCI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[60/78]  GEOLOGIA [78/00 - Ord. 2020]  PERCORSO COMUNE 9 76

Obiettivi

Obiettivi formativi
Fornire le modalità secondo cui i sedimenti si originano, trasportano e accumulano nei depositi attuali e si organizzano in strati e/o unità stratigrafiche nel tempo geologico

Conoscenze (sapere)
Interiorizzare i principi e le metodologie proprie della geologia del sedimentario (analisi di facies sedimentarie e principi di stratigrafia) per lo studio e l’analisi sedimentologico-stratigrafica di una data area geografica.

Abilità
- Caratteri fisici e composizionali dei sedimenti e delle rocce sedimentarie, processi di erosione, trasporto, deposizione e concetti elementari della diagenesi dei sedimenti,
- Conoscenza e interpretazione delle principali strutture sedimentarie.
- Conoscenza degli ambienti deposizionali e delle facies sedimentarie associate ai diversi ambienti.
- Conoscenza dei principi della stratigrafia,del significato di sistema deposizionale e di bacino sedimentario.
- Conoscenza e capacità di comprensione applicate: metodi di analisi e riconoscimento speditivo dei principali tipi di sedimenti e rocce sedimentarie, loro strutture sedimentarie, laminazione e stratificazione; esecuzione di una colonna stratigrafica;rappresentazione elementare in pianta o in sezione di corpi sedimentari.
Comportamenti
Acquisire la capacità di applicare le conoscenze metodologiche di geologia del sedimentario così da sviluppare autonomia di giudizio nell'interpretazione di una colonna stratigrafica o in affioramento.

Prerequisiti

Conoscenze e capacità di comprensione elementari di Geologia generale, di Geografia fisica e Cartografia oltre che di Fisica (meccanica, dinamica, idrodinamica) e Chimica, Mineralogia e Geochimica. In particolare: i minerali delle rocce sedimentarie, il ciclo litogenetico, la classificazione generale delle rocce sedimentarie. Pertanto, per seguire il corso di Geologia del Sedimentario è indispensabile aver almeno seguiti gli insegnamenti del primo anno.

Contenuti

Contenuti
Il corso è diviso in 56 ore di lezioni frontali (7 cfu) e 24 ore di attività di laboratorio e di terreno (2 cfu) per un totale di 80 ore.
Concetti Teorici
Sedimentologia
Introduzione e ripasso concetti: il ciclo sedimentario (erosione, trasporto, sedimentazione, diagenesi). Le metodologie di campo, di laboratorio, cenni di analisi e rappresentazione dei dati per le rocce sedimentarie.
Processi di trasporto dei sedimenti: caduta e decantazione (legge di Stokes), Strato limite, flusso laminare e turbolento, forza di taglio sul fondo, erosione di sedimenti non coesivi e coesivi, modalità di trasporto delle particelle, tasso di trasporto del sedimento. Diagramma di Hjulström, parametro di Shields.
La sedimentazione gravitativa e il trasporto di massa.

Classificazione e composizione dei sedimenti silicoclastici, maturità, provenienza (conglomerati e brecce, arenarie, peliti). (ripasso concetti esposti in corsi precedenti)
Diagenesi dei sedimenti silicoclastici. Le fasi della diagenesi, la porosità / permeabilità nei processi diagenetici.
Sedimenti carbonatici e calcari: mineralogia, componenti, classificazione, strutture sedimentarie, diagenesi, dolomitizzazione.
Evaporiti: composizione, ambienti deposizionali. Altri tipi di sedimenti (Brevi Cenni).
Strutture Sedimentarie
Lo strato: la stratificazione, gerarchia e definizione geometrica dello strato, organizzazione interna dello strato. Vari tipi di stratificazione e forme di fondo
La bioturbazione. Classi etologiche, significato sedimentario della bioturbazione, Icnofacies.
Strutture legate ai processi deposizionali selettivi e ai processi massivi.
Ambienti sedimentari
Il concetto di Facies associato agli ambienti deposizionali.
Principali ambienti deposizionali terrigeni e misti: continentali, delta, estuari, piane tidali, barriera-laguna, spiaggia, piattaforma, scarpata e ambienti di mare profondo. Processi idro-sedimentari e deposizionali. Facies sedimentarie associate agli ambienti.
Principali ambienti deposizionali carbonatici. Processi idro-sedimentari e deposizionali. Facies sedimentarie associate agli ambienti.
Principali modelli deposizionali delle facies. Facies condensate prodotte dai processi allociclici (brevi cenni).
Stratigrafia
Principi della stratigrafia: Orizzontalità originaria, Sovrapposizione Stratigrafica, Intersezione, Inclusione, Continuità laterale, Uniformismo, Legge di Walther.
La Discordanza stratigrafica: discordanza angolare, discordanza non angolare, discordanza parallela (paradiscordanza), Nonconformity (discordanza non conforme)
Il Tempo geologico: Unità Formazionali, Litostratigrafia, Cronostratigrafia, Magnetostratigrafia, Cronologia assoluta e Cronologia relativa.
Elementi di stratigrafia sequenziale.
Analisi di Bacino
I bacini sedimentari e il contesto tettonico(brevi cenni)
I fattori climatici, tettonici, eustatici che controllano i depositi(brevi cenni).
La Subsidenza: subsidenza tettonica, termica, da carico sedimentario, da perdita della porosità, idro-isostasia, glacio-isostasia (brevi cenni)
Relazioni tra subsidenza, apporto sedimentario e riempimento del bacino. Diagramma Spazio/Tempo dei principali bacini. (Brevi cenni)
Principali modelli bacinali: bacini fluvio-deltaici, il bacino di Rift, depositi di piattaforma, bacini torbiditici(brevi cenni)

Metodi Didattici

Le lezioni frontali saranno accompagnate dalla proiezione di diapositive mediante power point. Le immagini e i testi usati a lezione verranno messe a disposizione degli studenti in files pdf. Le esercitazioni di riconoscimento di sedimenti, rocce e strutture, e di elaborazione dati, saranno condotte dal docente, in gruppi, con discussione collettiva.
Lingua di insegnamento: italiano integrato dall’uso frequente dei termini geologici specifici più frequenti in inglese.L’apprendimento della materia è impegnativo perché si tratta di concetti spesso complessi che in alcune parti necessitano delle conoscenze basilari della Fisica (meccanica, dinamica e idrodinamica) e Chimica.Si consiglia di seguire regolarmente il corso con una frequenza maggiore dell80% e di porre domenade al docenete quando il contenuto risulta poco chiaro.

Verifica dell'apprendimento

L'esame finale è costituito da una prova orale con un voto espresso in trentesimi. Almeno 3 domande verranno sottoposte ad ogni studente:
1.Domanda sui concetti di sedimentologia
2. Domanda sui principi di stratigrafia
3. Discussione sui dati raccolti durante le attività di laboratorio e di Terreno.

Per superare l'esame, e riportare quindi un voto non inferiore a 18/30, lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti della geologia del sedimentario, la conoscenza delle principali strutture sedimentarie e dei principali ambienti deposizionali.
Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso.

Testi

Ricci Lucchi Sedimentologia vol. I,II,III, Clueb Ed
Bosellini, Introduzione allo studio delle Rocce carbonatiche. Bovolenta Ed..
Altri testi di consultazione:
Tucker, Geologia del sedimentario, Flaccovio ed.
Lewes and McConchieAnalitycal and Practical Sedimentology (Chapman & Hall) 2 volumi
Boggs S. Principles of Sedimentology and Stratigraphy.
Nichols G. Sedimentology and stratigraphy, Blackwell
Einsele G. Sedimentary Basins (Springer)
Tutti i libri sono disponibili dal docente.

Altre Informazioni

Ppt delle lezioni. Materiali e pubblicazioni forniti dal docente.
Il nostro Ateneo fornisce supporto agli studenti affetti da disturbi specifici dell'apprendimento (DSA). Chi fosse interessato può trovare maggiori informazioni al link:

http://corsi.unica.it/scienzegeologiche/info-dsa/

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie