Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
RICCARDO CICILLONI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[20/41]  ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE [41/00 - Ord. 2011]  PERCORSO COMUNE 12 60

Obiettivi

Gli obiettivi formativi primari sono:
- la conoscenza delle principali tappe evolutive delle società complesse dell’Età del Rame e del Bronzo in Sardegna, con particolare riferimento alla formazione e allo sviluppo della Civiltà nuragica;
- la capacità di inquadrare i processi culturali sopraelencati nel loro contesto regionale, nel corretto orizzonte cronologico e nella prospettiva delle possibili correlazioni, sulla base della più aggiornata evidenza disponibile;
- la capacità di riconoscere le principali categorie di produzione materiale della società protostorica della Sardegna;
- la capacità di lettura, organizzazione, rielaborazione critica ed approfondimento degli aspetti dell’evidenza archeologica inerenti alle comunità protostoriche in Sardegna;
- la capacità e abilità di gestire con un sufficiente livello di autonomia le attività di documentazione dell’evidenza nell’ambito della ricerca in laboratorio e sul terreno.

Prerequisiti

Sono considerati presupposti fondamentali:
- la conoscenza dei metodi di analisi delle società pre-statali, con particolare riferimento agli indicatori archeologici dei livelli di strutturazione della complessità sociale;
- la capacità di leggere, riconoscere ed interpretare manufatti e contesti della protostoria della Sardegna, inquadrandoli nella pertinente fase cronologica e culturale;
- la conoscenza dei metodi di indagine sul terreno, dei metodi e delle principali tecniche di laboratorio ed archeometriche per l'interpretazione dei dati acquisibili da manufatti e da ecofatti;
- la capacità di comprendere il contenuto principale di testi complessi di contenuto archeologico nelle lingue inglese e/o francese (level B2 del Common European Framework).
Sono inoltre considerati basilari il possesso di abilità essenziali nella pratica dello scavo stratigrafico di contesti preistorici e protostorici, abilità nell'elaborazione informatica dei dati e buona competenza lessicale in seno alla disciplina della ricerca preistorica e protostorica.

Contenuti

Protostoria della Sardegna
Lineamenti degli avvicendamenti culturali del pieno Olocene in Sardegna, con specifico riguardo al problema della nascita delle società complesse nell’isola. Indicatori archeologici della complessità sociale. Strutture monumentali, specializzazioni delle produzioni, simbolismo, rituali della sfera funeraria. Aspetti paleoecologici e paleoclimatici del sub-Boreale nel bacino centro-occidentale del Mediterraneo. Siti, assetti insediativi ed economia nell'età del Bronzo in Sardegna. Cronologia e seriazione nell'età del Bronzo e del Ferro in Sardegna. Caratteri delle produzioni materiali protostoriche. La produzione monumentale di ambito civile e funerario. La produzione ceramica, litica e dei metalli: tipologia, morfologia, tecnologia. Modelli di organizzazione sociale, modelli insediativi, produzione simbolica delle comunità della Sardegna nell'età del Bronzo e del Ferro.

Metodi Didattici

Lezioni frontali. È previsto un seminario/laboratorio su differenti categorie di produzioni materiali dell’Eneolitico, dell’età del Bronzo e dell’età del Ferro della Sardegna. Si svolgeranno, compatibilmente con le esigenze didattiche, viaggi di istruzione in Sardegna.
Per soddisfare esigenze didattiche specifiche connesse alla situazione epidemiologica, è prevista la possibilità di lezioni in diretta streaming o registrazioni delle stesse disponibili on-line. Inoltre, le esercitazioni potranno essere svolte mediante forme di interazione a distanza con i supporti informatici disponibili.

Verifica dell'apprendimento

- Modalità di esame: prova orale

- Criteri di attribuzione del voto finale: Si faranno dalle 3 alle 5 domande, volte a verificare l'effettiva conoscenza del programma trattato durante le lezioni e delle nozioni presenti nei testi consigliati, la capacità di analisi, la capacità di istituire collegamenti tra le varie parti del programma, padronanza espressiva e linguaggio specifico. Agli studenti con preparazione sufficiente sarà assegnato un voto da 18 a 30, a seconda del grado di conoscenza e competenza conseguito; una preparazione eccellente, con risposte esaurienti a tutte le domande, sarà premiata con il voto di 30 e lode.

Testi

- Atzeni E., La Cultura del bicchiere campaniforme in Sardegna in F. Nicolis, E. Mottes (a cura di) Simbolo ed enigma. Il bicchiere campaniforme e l'Italia nella preistoria europea del III millennio a.C., Trento 1998, pp. 243-253.
- Cicilloni R., Il Megalitismo in Sardegna, in Cossu T., Lugliè C. (a cura di), La preistoria della Sardegna. Il tempo delle comunità umane dal X al II millennio a.C., Nuoro 2020, pp. 145-158.
- Lilliu G., La civiltà nuragica, Sassari 1982.
- Perra M., Politica, economia, società nel mondo dei nuraghi, in Moravetti A., Alba E., Foddai L. (a cura di), La Sardegna nuragica. Storia e materiali (VOL. I), Sassari 2014, pp. 137-150.
- Ugas G., L’alba dei nuraghi, Cagliari 2006.
- Ugas G., La Sardegna nuragica. Aspetti generali, in Moravetti A., Alba E., Foddai L. (a cura di), La Sardegna nuragica. Storia e materiali, Regione Autonoma della Sardegna, Sassari 2014, pp. 11-34.

Ulteriori indicazioni bibliografiche di approfondimento saranno fornite durante l'erogazione del corso.

Altre Informazioni

È consigliata la frequenza alle lezioni ed alle altre attività didattiche. Durante le lezioni si spiegherà come utilizzare correttamente la bibliografia consigliata. Ulteriore bibliografia di approfondimento sarà fornita durante il corso. Gli studenti non frequentanti sono tenuti a contattare il docente per concordare l’integrazione del programma d'esame con testi aggiuntivi.

Questionario e social

Condividi su: