Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
ANDREA MELIS (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
INGLESE 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[11/80]  ECONOMIA MANAGERIALE [80/30 - Ord. 2018]  International Management 9 54

Obiettivi

Il corso ha l’obiettivo l’approfondimento delle principali problematiche economico-aziendali di corporate governance nelle imprese non finanziarie quotate in borsa.
Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea in Economia manageriale, i risultati dell’apprendimento attesi sono altresì declinabili in base ai seguenti Descrittori di Dublino, secondo lo schema seguente:
1) Conoscenza e capacità di comprensione. Il corso migliora la capacità di comprensione dei fenomeni del governo aziendale e della qualità esterna nelle imprese non finanziarie quotate e consente di acquisire un linguaggio proprio della disciplina;
2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Il corso consente agli studenti di applicare concetti fondamentali della corporate governance a casi concreti aziendali;
3) Autonomia di giudizio. Il corso migliora le capacità di analizzare la corporate governance di un'impresa quotata non-finanziaria e di formulare autonomi giudizi, anche attraverso degli esempi.
4) Abilità comunicative. Gli studenti saranno stimolati ad intervenire in classe ed, inoltre, il corso contribuisce a migliorare le abilità comunicative degli studenti attraverso una prova intermedia orale facoltativa.
5) Capacità di apprendimento. Il corso sviluppa le competenze necessarie per sostenere ulteriori esami, in particolare nelle materie economico-aziendali.

Prerequisiti

Competenze economico-aziendali sulle istituzioni di economia aziendale ed i principi di ragioneria generale ed applicata.

Contenuti

1. Corporate governance: definizione e origine del problema.
2. Corporate governance come strumento di accountability e di creazione di valore.
3. Principali prospettive teoriche sul problema del corporate governance.
4. Principali sistemi di corporate governance in Europa e Nord america.
5. Ruolo e limiti dei codici di best practice.
6. Corporate governance nelle imprese quotate in Italia.
7. La remunerazione degli amministratori.
8. Corporate governance e qualità dell’informazione esterna d’impresa.

Metodi Didattici

Le lezioni in aula privilegeranno un approccio di tipo interattivo teso a garantire la massima partecipazione degli studenti mediante l’uso dello strumento didattico di casi aziendali.

Verifica dell'apprendimento

Scritto. Prove di valutazione intermedie o progetti di gruppo possono essere considerati nella valutazione finale.

Coerentemente con i descrittori individuati negli obiettivi formativi, verranno valutate:
1) la capacità di rielaborare i concetti e di spiegarli, anche attraverso il confronto con i casi reali affrontati in classe o approfonditi dallo studente in modo individuale (valutazione capacità di applicare conoscenza e comprensione).
2) la capacità di conoscere e interpretare adeguatamente i concetti di base propri del governano aziendale e della informativa esterna d'impresa (valutazione autonomia di giudizio).

Il punteggio della prova d’esame è espresso in trentesimi.
L’intervallo di attribuzione del voto finale va:
- dai 18/30: per un livello di conoscenza elementare della materia, ovvero quando lo studente riesce solo a inquadrare la tematica dei fenomeni del governo aziendale e dell'informazione esterna d'impresa e dimostra una conoscenza sufficiente degli strumenti e metodi di analisi spiegati.
- ai 30/30, con eventuale lode, se lo studente saprà sistematizzare in maniera logica e coerente le conoscenze del governo aziendale e dell'informazione esterna d'impresa, sia nell’ambito dei fenomeni economico aziendali sia per quanto riguarda gli strumenti e metodi di analisi, e saprà supportare l’analisi con una eccellente elaborazione dei concetti espressi e un’adeguata padronanza di linguaggio tecnico ed economico.

Il programma e le modalità di sostenimento d’esame non cambiano per i non frequentanti.

Testi

- LETZA S., SUN X., KIRKBRIDE J. (2004), Shareholding Versus Stakeholding: a critical review of corporate governance, in Corporate Governance: an international review, Vol. 12, N. 3, pp. 242-262.
- WEIMER J., PAPE J. (1999), A Taxonomy of Systems of Corporate Governance,Corporate Governance: An International Review, Vol 7, N. 2, pp 152–166.
- MELIS A., ZATTONI A. (2017), A Primer on Corporate Governance. Italy, Business Expert Press, New York.
- Comitato per la Corporate Governance, Corporate Governance Code, January 2020
- BEBCHUK L., FRIED J. (2003), Executive Compensation as an Agency Problem, in Journal of Economic Perspectives, Vol. 17, pp. 71–92.
- MELIS A., CARTA S., GAIA S. (2012), Executive remuneration in blockholder-dominated listed firms. How do Italian firms use stock options?, in Journal of Management and Governance, Vol. 16, N.3, pp. 1-30.
- JONES M. (edited by) (2010), Creative Accounting, Fraud and International Accounting Scandals, John Wiley & Sons, UK, 2010 (chapters 1, 2, 3, 4, 6, 13, 21, 23).
- MELIS A., ROMBI L. (2018), Are optimal contracting and managerial power competing or complementary views? Evidence from the compensation of statutory auditors in Italy, Corporate Governance: An International Review, Vol. 26, N. 3, 2018, pp. 197-218.

Altre Informazioni

Materiale sui casi aziendali ed eventuali letture suggerite sarà reso disponibile, presso il sito docente, ai soli studenti regolamente iscritti.

Questionario e social

Condividi su: