Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
VITTORIO PELLIGRA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[11/83]  ECONOMIA, FINANZA E POLITICHE PUBBLICHE [83/00 - Ord. 2017]  PERCORSO COMUNE 6 36

Obiettivi

L’economia dell’informazione si occupa quelle situazioni decisionali nelle quali gli agenti coinvolti hanno differenti livelli di informazione (esiste informazione privata) e che, per questa ragione, tipicamente portano ad esiti inefficienti. Tali situazioni caratterizzano ogni ambito della vita economica e sociale più in generale. Fenomeni importanti come la selezione avversa e l’azzardo morale non sono altro che conseguenze dell’esistenza di una distribuzione asimmetrica delle informazioni tra gli agenti. L’economia dell’informazione oltre ad aver definito in maniera precisa le caratteristiche e i rischi connessi a tali fenomeni, ha elaborato numerose soluzioni volte a mitigarne gli effetti negativi: l’utilizzo di incentivi, contratti, segnali, monitoraggio, filtri, sono solo alcuni degli strumenti elaborati dalla ricerca in questo campo e che trovano ampia utilizzazione in ambiti tra loro anche molto diversi come il management, la finanza, il marketing, la gestione delle risorse umane e la regolamentazione pubblica.

Il corso si propone di fornire agli studenti le conoscenze e le competenze di base per comprendere ed affrontare i principali problemi derivanti dalla presenza, in ambito economico e organizzativo, di asimmetrie informative. L’economia dell’informazione si occupa, infatti, di quelle situazioni decisionali nelle quali gli agenti coinvolti hanno differenti livelli di informazione e che, per questa ragione, tipicamente portano ad esiti inefficienti.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
Al termine del corso lo studente:
- Avrà acquisito le basi concettuali e gli strumenti analitici necessari per comprendere i principali temi sviluppati nell’ambito dell’economia dell’informazione;
- comprenderà la logica sottesa a fenomeni importanti come la selezione avversa e l’azzardo morale, la segnalazione e lo screening;
- conoscerà, a livello introduttivo, le principali applicazioni di tali strumenti nell’ambito della finanza, del management, del marketing e della regolamentazione pubblica;

CONOSCENZA E COMPRENSIONE APPLICATE
Al termine del corso, lo studente:
- saprà definire in maniera precisa le caratteristiche e i rischi connessi all’esistenza di asimmetrie informative;
- conoscerà e saprà individuare le principali soluzioni che la teoria economica ha elaborato per mitigare le inefficienze informative: incentivi, contratti, segnali, monitoraggio, filtri;
- avrà maturato le competenze per poter valutare la qualità dei modelli teorici alla luce delle loro verifiche empiriche e sperimentali.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
Al termine del corso, lo studente:
- avrà sviluppato spirito critico nell’individuazioni e nella soluzione di problemi;
- saprà valutare in maniera critica l’efficacia di soluzioni alternative a problemi di natura economica;
- avrà maturato la capacità di applicare il ragionamento economico anche a temi non strettamente economici ma di rilevanza sociale e politica.

ABILITÀ COMUNICATIVE
Al termine del corso, lo studente:
- avrà avuto modo di affinare le sue doti comunicative scritte orali;
- avrà avuto la possibilità di migliorare la comprensione dell’inglese scritto;
- saprà argomentare e difendere una tesi sulla base di elementi teorici, empirici e sperimentali;
- saprà organizzare presentazioni orali e scritte, eventualmente anche in lingua inglese.

CAPACITÀ DI APPRENDERE
Al termine del corso, lo studente:
- avrà sviluppato capacità di apprendimento che gli consentano di proseguire nell'approfondimento della tematica, anche attraverso il riferimento alle fonti primarie della letteratura specialistica;
- saprà consultare in maniera avanzata banche dati e repository per l’individuazione delle fonti primarie.

Prerequisiti

Il programma del corso richiede la conoscenza della microeconomia di base (indispensabile), della statistica di base (importante) ed una conoscenza a livello introduttivo della lingua inglese (importante). 

Contenuti

1. Presentazione generale
2-3. Introduzione alla Teoria dei giochi
4-6. Qualità nascoste e selezione avversa
7-8. Segnalazione
9-12. Contratti ottimali, azzardo morale e screening
13. Mercati reputazionali
14. La psicologia degli incentivi
15-18 Temi avanzati

Metodi Didattici

Il corso di articola in tre fasi: La prima (12 ore) prevede una introduzione generale all'economia dell'informazione e un ripasso della teoria dei giochi; La seconda (14 ore) riguarda le lezioni nelle quali verranno presentati i principali temi dell'economia dell'informazione; la terza fase (10 ore) prevede lezioni e studio in gruppo per approfondire alcune applicazioni recenti a temi diversi del dibattito scientifico (il commercio elettronico, la regolamentazione pubblica, la psicologia delle risorse umane, etc.) e la presentazione dei risultati di tale lavoro verranno poi presentati e discussi in aula. 

NB. L'attività didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia online, in modo che possa essere fruita in aula ma anche a distanza. Ogni studente, all'inizio del semestre potrà optare secondo le modalità stabilite dall'Ateneo, per la didattica in presenza o a distanza. In funzione della disponibilità delle aule e del numero di studenti che opteranno per la modalità in presenza, potrà essere prevista comunque una turnazione per l'effettivo accesso in aula.

Verifica dell'apprendimento

Il voto finale viene espresso in 30mi ed è così determinato:

* per il 60% dalla valutazione di un esame scritto nel quale gli studenti dovranno rispondere ad alcune domande con le quali potranno dimostrare il loro livello di comprensione critica dei temi svolti durante il corso.

* per il 40% dalla valutazione di un saggio breve, preparato individualmente, su uno dei paper analizzati in classe. Il saggio breve non dovrà superare le 1500 parole suddivise in 1000 di esposizione dell'argomento del paper (obiettivi, metodi, risultati) e 500 parole di analisi critica e contestualizzazione bibliografica.

Il saggio dovrà essere consegnato al docente al termine della prova scritta.

Testi

• Molho, I., 1997. The Economics of Information - Lying and Cheating in Markets and Organizations. Basil Blackwell.
• Birchler, U. and Bütler, M., 2007. Information Economics. Routledge
• Fiona Carmichael, A Guide to Game Theory. London, Financial Times Press

Altre Informazioni

Gli studenti potranno avere accesso a:
• i saggi messi a disposizione dal docente
• le slides delle lezioni
• le slides dei seminari


Il materiale didattico è reperibile nella pagina docente alla sezione "Materiali didattici"

Questionario e social

Condividi su: