Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
ANDREA MELIS (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[11/80]  ECONOMIA MANAGERIALE [80/15 - Ord. 2018]  Amministrazione e Controllo 9 54
[11/80]  ECONOMIA MANAGERIALE [80/25 - Ord. 2018]  Direzione e Creazione d'Impresa 9 54

Obiettivi

Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea in Economia manageriale, i risultati dell’apprendimento attesi sono altresì declinabili in base ai seguenti Descrittori di Dublino, secondo lo schema seguente:
1) Conoscenza e capacità di comprensione. Il corso permette di comprendere ed approfondire gli strumenti di misurazione e valutazione dei risultati aziendali che forniscono le informazioni necessarie all'Alta direzione per il controllo gestionale e strategico. Partendo dall'analisi dei limiti intrinseci negli strumenti di misurazione di tipo tradizionale, il corso si propone di presentare strumenti di valutazione delle performance aziendali, complementari a quelli tradizionali, al fine di permettere un più efficace ed efficiente sistema di reporting direzionale.
2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Il corso consente, attraverso le esercitazioni individuali e dei progetti svolti in gruppo basati su casi reali, di applicare le conoscenze ed i metodi acquisiti a casi concreti.
3) Autonomia di giudizio. Durante le lezioni gli studenti saranno chiamati a partecipare attivamente, a svolgere alcune esercitazioni in maniera autonoma ed essere parte attiva nei propri gruppi di lavoro. Gli studenti sono chiamati a formulare autonomi giudizi e ad analizzare criticamente, a partire dai dati contabili, la validità delle alternative strategiche e gestionali di un’azienda.
4) Abilità comunicative. Gli studenti saranno stimolati ad intervenire in classe ed i docenti favoriranno la discussione tra studenti, al fine di fare emergere la loro capacità espositiva e d’analisi.
5) Capacità di apprendimento. Le lezioni teoriche, le attività integrative durante le esercitazioni ed i lavori di gruppo permetteranno di perfezionare le capacità di apprendimento degli studenti nel prosieguo della loro carriera professionale.

Prerequisiti

Competenze economico-aziendali sulle istituzioni di economia aziendale e di programmazione e controllo.

Contenuti

Il ruolo del reporting direzionale.
I costi: tipologie e comportamenti.
I principali processi decisionali basati sui costi.
La contabilità direzionale basata sulle attività.
I limiti degli strumenti tradizionali di misurazione delle performance aziendali.
La balanced scorecard come strumento di controllo di gestione.
Gli indicatori economico-finanziari e la rilevanza degli indicatori non economico-finanziari.
La balanced scorecard come strumento di controllo strategico.
I limiti degli strumenti moderni di misurazione delle performance aziendali.

Metodi Didattici

Lezioni frontali in aula accompagnate da esercitazioni pratiche individuali e casi aziendali da svolgere in gruppo. L’insegnamento si articola in didattica frontale ed esercitazioni, a cui si aggiunge il tempo dedicato ai lavori di gruppo facoltativi sulla balanced scorecard.

Verifica dell'apprendimento

L’apprendimento viene verificato tramite un esame orale e prove scritte intermedie, il cui svolgimento dipenderà dalla situazione pandemica.
Il punteggio della prova d’esame è espresso in trentesimi. Nell’elaborare il punteggio finale e coerentemente con i descrittori individuati negli obiettivi formativi, si terrà conto del grado di competenza acquisita sugli strumenti di misurazione e valutazione dei risultati aziendali utili per il controllo gestionale e strategico. Ai fini della valutazione, si terrà conto della logica seguita dallo studente nella risoluzione del quesito; della correttezza della procedura individuata per la soluzione del quesito; dell'adeguatezza della soluzione proposta in relazione alle competenze che lo studente si presuppone abbia acquisito alla fine del corso e dell'impiego di un adeguato linguaggio tecnico.
Per superare l'esame, riportare quindi un voto non inferiore a 18/30, lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti e della logica sottostante gli strumenti di misurazione e valutazione della performance aziendale e di controllo strategico.
Le modalità di esame e di attribuzione del voto sono comuni per gli studenti frequentanti e quelli non frequentanti.

Testi

- ANTHONY R., HAWKINS D., MACRÌ D., MERCHANT K., Sistemi di controllo. Analisi economiche per le decisioni aziendali, McGraw-Hill, 2012 (in particolare introduzione, capitoli 1, 2, 3, 14 e paragrafi 10.4 e 11.2).
- KAPLAN R., ATKINSON A., Advanced Management Accounting. Gli strumenti del controllo di gestione, ISEDI, 2002 (in particolare capitoli 1, 4, 5, 6, 10).
- KAPLAN R., NORTON D., Balanced Scorecard., ISEDI, ultima edizione.
- MELIS A., GAIA S., LEONI G., ARESU S., “Economic Value Added”, in RICCABONI A., GIOVANNONI E., BUSCO C. (a cura di), Il controllo di gestione, IPSOA, Milano, 2014 (in particolare paragrafi 15.1, 15.2, 15.3, 15.4.1, 15.4.2, 15.4.3, 15.4.4, 15.4.6, 15.4.7, 15.5, 15.6, 15.7)
- Casi aziendali proposti e discussi durante le lezioni e applicazioni pratiche (disponibili nel sito web del docente).

Altre Informazioni

I testi dei casi pratici utilizzati durante il corso saranno resi disponibili nel sito docente prima della lezione a cui si riferiscono. Alcuni testi di prove intermedie passate sono disponibili nel sito docente. Gli studenti non frequentanti potranno avere un supporto attraverso il tutoraggio durante il semestre di insegnamento.

Questionario e social

Condividi su: