Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
MASSIMO FARINA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[70/91]  INGEGNERIA DELLE TECNOLOGIE PER INTERNET [91/00 - Ord. 2018]  INGEGNERIA DELLE TECNOLOGIE PER INTERNET 4 40

Obiettivi

In coerenza con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria delle Tecnologie per internet, obiettivo dell’insegnamento è quello di far acquisire allo studente conoscenze, abilità e competenze fondamentali nell'ambito dell'Informatica Giuridica.

* Conoscenza e capacità di comprensione:
lo studente acquisisce consapevolezza dell'esistenza di problemi giuridici legati alle nuove tecnologie.

* Conoscenza e Capacità di comprensione applicate:
lo studente comprenderà come poter sviluppare e utilizzare (come professionista o utente) le nuove tecnologie in modo conforme a leggi e regolamenti.

* Autonomia di giudizio:
lo studente svilupperà la capacità di valutare progetti che implicano conoscenze giuridiche.

* Abilità comunicative:
lo studente sarà capace di interagisce in modo qualificato con avvocati ed esperti del diritto.

* Capacità di apprendere:
lo studente saprà reperire da fonti qualificate e di interpretare autonomamente la normativa vigente applicabile al suo ambito di interesse.

Prerequisiti

Non vi sono prerequisiti necessari in termini di conoscenze specialistiche.

Contenuti

Il corso tratterà, in particolare, i seguenti temi:
MODULO I - Proprietà intellettuale e tecnologie digitali: tutela giuridica del software; diritti dell’autore e dell’utilizzatore; il trasferimento dei diritti mediante contratto. Licenze d’uso e contratti di sviluppo.

MODULO II - Commercio elettronico e firma digitale: Contratti conclusi con mezzi informatici: e evoluzione normativa. Il Documento elettronico e il suo valore giuridico. Le firme elettroniche e la firma digitale. Il commercio elettronico e la sua disciplina contenuta (tutela del consumatore, responsabilità contrattuali ed extracontrattuali, codici di condotta).

MODULO III - Privacy e trattamento dei dati personali: tipologia di dati personali e soggetti del trattamento; misure di sicurezza; risarcimento del danno per illecito trattamento dei dati personali; responsabilità penali ed amministrative previste nel Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali.

MODULO IV - La tutela dei nomi a dominio: evoluzione normativa e giurisprudenziale; analisi del Regolamento di Assegnazione e del Regolamento per la risoluzione delle dispute; natura giuridica dei domain names e la disciplina in seguito all’introduzione del Codice della Proprietà Industriale.

MODULO V - Computer Crimes: concetti di base del diritto penale e norme penali in materia di reati informatici; evoluzione normativa fino alla riforma del 1993; i singoli reati informatici; sanzioni e responsabilità.

Metodi Didattici

Lezioni frontali: il corso ha lo scopo di promuovere un lavoro in comune con gli studenti. Il metodo di insegnamento seguito affianca costantemente l''inquadramento teorico con lo studio di casi pratici e sentenze, per consentire agli studenti di sviluppare una capacità di immediata applicazione del Diritto dell''Informatica a situazioni concrete.
Frequenza: la frequenza alle lezioni non è obbligatoria ma estremamente utile per il raggiungimento degli obiettivi formativi del corso in quanto si apprendono rapidamente la terminologia, i fondamenti, i principi di base: elementi fondamentali per lo studio autonomo e critico della materia.

Gli studenti che non frequentano il corso dovrebbero comunque scaricare tutto il materiale di studio e le slides che il docente fornirà durante le lezioni (nella piattaforma https://elearning.unica.it/) e contattare il docente per qualsiasi problema nel comprendere le problematiche e gli argomenti principali trattati nei testi.

La didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia online, delineando dunque una didattica mista che possa essere fruita nelle aule universitarie ma al contempo anche a distanza. Ogni studente, all'inizio del semestre può optare, con scelta vincolante, per la didattica in presenza o a distanza. In funzione della disponibilità delle aule e del numero di studenti che opteranno per la modalità in presenza, potrà essere prevista comunque una turnazione per l'effettivo accesso in aula.

Verifica dell'apprendimento

L'esame finale è orale e comprende una domanda per ciascuno dei 5 moduli. Per ogni domanda verranno attribuito un punteggio da 0 a 6. I punteggi ottenuti su ciascuna domanda saranno sommati per determinare il voto finale.

Testi

Per la preparazione dell''esame si consiglia lo studio del seguente testo:

- FARINA M., Elementi di Diritto dellinformatica, ed. Wolters Kluwer Italia 2019 - ISBN 978-88-13-36897-5
Per gli argomenti facenti parte del programma ma non trattati nel testo consigliato, il docente indicherà, durante le lezioni, le fonti bibliografiche di riferimento.

Altre Informazioni

Autovalutazione: durante le lezioni verranno proposti agli studenti test di autovalutazione basati sulle prove d'esame degli anni precedenti, con l'obiettivo di aiutarli nel perfezionare il metodo di preparazione dell'esame. I test verranno svolti individualmente o a piccoli gruppi, con il supporto di testi e appunti e le risposte saranno discusse collettivamente. Tali prove non prevedono valutazione.

Questionario e social

Condividi su: