Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
ANDREA MAXIA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[50/21]  CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE [21/00 - Ord. 2020]  PERCORSO COMUNE 5 40

Obiettivi

Il corso di Biologia Vegetale darà le competenze riguardo la forma, la struttura ed il funzionamento della cellula vegetale nonché le conoscenze sui tessuti, sull'anatomia degli organi vegetali e le loro principali funzioni. Il tutto finalizzato alla comprensione delle fondamentali nozioni che permettono il riconoscimento dei tessuti vegetali e alla comprensione dell'individuo vegetale come fonte di sostanze biologicamente attive. Conoscenze: lo studente dovrà acquisire conoscenze di base sulle caratteristiche generali della cellula vegetale, le caratteristiche dei tessuti, degli organi e le loro principali funzioni. Competenze: durante le lezioni gli studenti svilupperanno competenze riguardo la forma, la struttura ed il funzionamento della cellula vegetale nonché le conoscenze sui tessuti, sull'anatomia degli organi vegetali e le loro principali funzioni.

Prerequisiti

Chimica di base e Fisica

Contenuti

Il corso di Biologia Vegetale intende fornire agli studenti i concetti di base per lo studio della biologia vegetale. Durante il corso verranno illustrati i fondamenti di citologia, istologia e anatomia vegetale e alcuni aspetti di fisiologia vegetale con particolare riferimento alle piante vascolari, attraverso la trattazione dei seguenti argomenti:
- cellula vegetale e principali differenze rispetto alla cellula animale; crescita e sviluppo della cellula;
- organizzazione cellulare e formazione dei tessuti; sviluppo della pianta e formazione degli organi; anatomia e morfologia generale degli organi vegetali. Modificazioni istologiche, anatomiche e morfologiche interpretabili come conseguenza dell'interazione tra piante e ambiente;
- fisiologia delle piante a seme. Fotosintesi e respirazione. Metabolismo e metaboliti. Movimento dell'acqua e trasporto dei nutrienti. Nutrizione delle piante e suoli. Ormoni. Fattori esogeni e crescita della pianta, riproduzione;
- caratteri diagnostici utili nel riconoscimento delle droghe vegetali a livello citologico, istologico ed anatomico.
Elementi di Botanica Farmaceutica.

Metodi Didattici

Lezioni frontali con il supporto di presentazioni in ppt, filmati e animazioni.

La didattica verrà erogata prevalentemente in presenza, integrata e “aumentata” con strategie online, allo scopo di garantirne la fruizione in modo innovativo e inclusivo.

Verifica dell'apprendimento

Esame finale orale;

Criteri di Valutazione e Giudizio finale. Il voto finale tiene conto di vari fattori:

Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
d) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
e) Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
Qualità relazionali:
Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali:
a) spirito critico;
b) capacità di autovalutazione.
Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23/30)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi


-R.F. EVERT, S.E EICHHORN, La Biologia delle piante di Raven. Ed. Zanichelli, Bologna, 2013.
-E. MAUGINI et al. Manuale di Botanica Farmaceutica, VIII ed. Piccin, Padova, 2006
-A. SPERANZA, G.L. CALZONI, Struttura delle piante in immagini. Ed. Zanichelli, Bologna, 1996.
Altri testi
-A. BRUNI, C. BICCHI, R. BRUNI, F. POLI, L. PISTELLI, D. ROSSI, G. SACCHETTI, M. SERAFINI, Biologia farmaceutica: biologia vegetale, botanica farmaceutica, fitochimica. Pearson Italia, Milano, 2014

Altre Informazioni

I testi saranno disponibili nelle biblioteche dell'Ateneo

Questionario e social

Condividi su: