Seleziona l'Anno Accademico:     2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021 2021/2022
Docente
GIOVANNA LUCIA DELOGU (Tit.)
Periodo
Primo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[50/22]  FARMACIA [22/00 - Ord. 2020]  PERCORSO COMUNE 10 80

Obiettivi

Conoscenza approfondita della chimica organica generale, partendo dalla struttura atomica dell'atomo di Carbonio secondo la meccanica quantistica, con particolare riguardo alla razionalizzazione della formazione dei legami chimici dello stesso nelle molecole organiche, l'origine e le implicazioni della struttura spaziale dei composti organici del Carbonio (chiralità del C ed isomeria geometrica), inclusa la capacità di leggere e scrivere uno o più centri chirali secondo le convenzioni in uso. Conoscenza della nomenclatura dei composti organici secondo la convenzione IUPAC, con cenni alla nomenclatura d'uso. Comprensione delle due principali rappresentazioni del legame chimico (Metodi V.B. e M.O.), della teoria della risonanza e delle sue applicazioni. Principali teorie acido/base, con le loro applicazioni ai sistemi organici. Conoscenza della classificazione delle molecole organiche secondo i gruppi funzionali e studio delle molecole organiche attraverso la reattività dei principali gruppi funzionali. Conoscenza dei principali meccanismi di reazione (radicalico, SN1, SN2, E1, E2) e dei principali meccanismi delle reazioni elettrofile e nucleofile dei sistemi aromatici e carbonilici. I meccanismi e l'utilizzo delle principali reazioni di condensazione dei composti carbonilici, la conoscenza delle reazioni di formazione del legame C-C, attraverso l'utilizzo di alcuni derivati organometallici.
In particolare si richiede la conoscenza della eventuale presenza in natura dei composti organici e la comprensione dei metodi di sintesi di laboratorio e delle principali reazioni dei seguenti gruppi funzionali: Alcani, alcheni, alchini, dieni, organoalogenuri, benzene e teoria dell'aromaticità, alcoli e fenoli, eteri ed epossidi, aldeidi e chetoni, acidi carbossilici e loro principali derivati, ammine e principali sistemi eterociclici.

Prerequisiti

Conoscenza della chimica generale ed inorganica (elementi principali).

Contenuti

1) Richiami delle conoscenze di base della struttura atomica e della teoria del legame chimico; stutture di Lewis, strutture di risonanza, struttura geometrica delle molecole organiche in funzione dell'ibridazione dell'atomo di C; cenni alle teorie acido/base di Brønsted-Lowry and Lewis.
2) Disegno delle strutture chimiche sua utilità, il concetto di gruppo funzionale e la loro nomenclatura.
3) La molecola del metano come esempio della struttura e reattività degli alcani, sue reazioni radicaliche con gli alogeni, compreso meccanismo di reazione, suoi parametri di energia e la struttura del radicale metilico.
4) Alcani, generalità; formule di Newton, reazioni principali e principali metodi di preparazione.
5) Stereochimica e stereoisomeria del Carbonio; carbonio chirale, enantiomeri e diastereoisomeri, convenzione di Cahn-Ingold-Prelog.
6) Alogenuri alchilici, loro reazioni nucleofile (SN1 and SN2), formazione e stabilità dei carbocationi.
7) Alcoli, generalità; reazioni principali e principali metodi di preparazione; eteri ed epossidi reazioni principali e principali metodi di preparazione.
8) Alcheni, generalità; reazioni principali e principali metodi di preparazione; isomeri E/Z; reazioni E1 ed E2, compresi i dettagli della loro stereochimica (stereoselezione e stereospecificiyà) polimerizzazione radicalica e secondo Ziegler-Natta.
9) Alchini, generalità; reazioni principali e principali metodi di preparazione.
10) Cicloalcani, generalità; stereochimica ed analisi conformationale nel cicloesano;
11) Benzene, generalità; aromaticità e regola di Hückel; sostituzione elettrofila aromatica;
12) Areni, generalità; reazioni principali e principali metodi di preparazione; sostituzione
13) Aldeidi e chetoni, generalità; reazioni principali (compresa reazione di Wittig e principali metodi di preparazione;
14) Acidi carbossilici e loro derivati funzionali, generalità; reazioni principali e principali metodi di preparazione;
15) Amine, generalità; reazioni principali e principali metodi di preparazione; composti eterociclici aromatici: cenni su Pirrolo, Furano, Tiofene e Piridina;
16) Fenoli, generalità; reazioni principali e principali metodi di preparazione;
17) Composti carbonilici α-β-insaturi e sistemi coniugati, reazioni principali;

Metodi Didattici

La didattica verrà erogata contemporaneamente sia in presenza sia online, delineando dunque una didattica mista che possa essere fruita nelle aule universitarie ma al contempo anche a distanza. Ogni studente, all'inizio del semestre può optare, con scelta vincolante, per la didattica in presenza o a distanza. In funzione della disponibilità delle aule e del numero di studenti che opteranno perla modalità in presenza, potrà essere prevista comunque una turnazione per l'effettivo accesso in aula
74 ore di lezione frontale e 14 ore di esercitazione con il docente.

Verifica dell'apprendimento

Compito scritto e sua discussione orale
Il voto finale tiene conto di vari fattori:
1) Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate;
2) capacità espressiva;
3) disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. Capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive più che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Chimica Organica – Bruice EdiSES
Chimica Organica – Brown-Foote EdiSES



Altre Informazioni

A richiesta, gli studenti possono avere le “slides” utilizzate per la presentazione del corso ed i testi degli esami precedenti. Sono previste esercitazioni con il docente.

Questionario e social

Condividi su: