Seleziona l'Anno Accademico:     2015/2016 2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020 2020/2021
Docente
CORRADO ZOPPI (Tit.)
SABRINA LAI
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

Corso Percorso CFU Durata(h)
[70/73]  INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO [73/00 - Ord. 2017]  PERCORSO COMUNE 3 45
[70/86]  INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO [86/00 - Ord. 2016]  PERCORSO COMUNE 3 45

Obiettivi

1)Conoscenza e capacità di comprensione.
Il progetto complessivo del Laboratorio si prefigge di mettere in grado lo studente di sviluppare un processo di pianificazione partecipata, in cui le politiche di piano puntano a riconoscere e mitigare le problematiche irrisolte connesse ai bisogni ed alle aspettative della comunità locale.
2)Conoscenza e capacità di comprensione applicate.
Si assume la pianificazione strategica (PS) come cornice concettuale del Laboratorio, in quanto si dimostra un approccio estremamente efficace per affrontare processi di pianificazione complessi, in cui il contesto delle scelte di piano è caratterizzato da una forte condizione di incertezza. I casi di studi di PS sono, generalmente, legati a problemi decisionali concernenti opzioni di piano alternative, piuttosto che alla valutazione di azioni volte all’attuazione di un singolo e ben definito processo.
3) Autonomia di giudizio.
Gli studenti partecipanti acquisteranno capacità di giudizio per sviluppare:
1)una valutazione critica della situazione della pianificazione territoriale della Regione Sardegna con riferimento al comune di Cagliari, cioè ad un’area amministrativa localizzata nella zone definita “fascia costiera” dal Piano paesaggistico regionale (PPR);
2)una definizione di opzioni di piano alternative che dovranno tenere conto, ad esempio, del PPR e del Piano urbanistico comunale di Cagliari;
3)uno sviluppo di proposte di una sistema di criteri di riferimento per l’elaborazione di politiche di piano efficaci per il comune di Cagliari.

Prerequisiti

Pianificazione Territoriale (un corso della Laurea di base in Ingegneria per l'ambiente e il territorio).

Contenuti

Il progetto complessivo del Workshop si prefigge di sviluppare un processo di pianificazione partecipata, in cui le politiche di piano puntano a riconoscere e mitigare le problematiche irrisolte connesse ai bisogni ed alle aspettative della comunità locale.
Si assume la pianificazione strategica (PS) come cornice concettuale del Workshop, in quanto si dimostra un approccio estremamente efficace per affrontare processi di pianificazione complessi, in cui il contesto delle scelte di piano è caratterizzato da una forte condizione di incertezza. I casi di studi di PS sono, generalmente, legati a problemi decisionali concernenti opzioni di piano alternative, piuttosto che alla valutazione di azioni volte all’attuazione di un singolo e ben definito processo.
L’approccio decisionale della PS è accessibile, trasparente, aperto ad ogni contributo – critico, migliorativo, sostitutivo – che provenga dalla comunità locale (cittadini, gruppi di cittadini, membri di società del settore non-profit, imprenditori e, in genere, tutti coloro che hanno interesse a contribuire alle decisioni). Nei processi di PS le alternative di piano potrebbero manifestarsi, soprattutto nelle fasi iniziali, molto eterogenee. Le aspettative, le istanze, i bisogni della comunità locale dovrebbero generare il sistema dei criteri per il discernimento tra le diverse alternative in gioco.
In questo quadro, i compiti degli studenti partecipanti saranno i seguenti:
1) valutazione critica della situazione della pianificazione territoriale della Regione Sardegna con riferimento al comune di Cagliari, cioè ad un’area amministrativa localizzata nella zone definita “fascia costiera” dal Piano paesaggistico regionale (PPR);
2) definizione di opzioni di piano alternative che dovranno tenere conto, ad esempio, del PPR e del Piano urbanistico comunale di Cagliari;
3) sviluppo di proposte di una sistema di criteri di riferimento per l’elaborazione di politiche di piano efficaci per il comune di Cagliari.

Metodi Didattici

L'attività didattica si svolge in presenza ed in modalità di teledidattica. Il Laboratorio comporterà attività di presentazione di relazioni da parte di esperti, lavoro in aula e integrazione e completamento del lavoro a casa e la preparazione di un lavoro finale valutato dal docente e dallo Staff del Laboratorio, per un totale di circa settantacinque ore, concentrate in una settimana.

Verifica dell'apprendimento

La verifica finale consisterà in una discussione, basata sulla restituzione di un lavoro di gruppo svolto durante il Laboratorio, riferito a:
1)valutazione critica della situazione della pianificazione territoriale della Regione Sardegna con riferimento al comune di Cagliari, cioè ad un’area amministrativa localizzata nella zone definita “fascia costiera” dal Piano paesaggistico regionale (PPR);
2)definizione di opzioni di piano alternative che dovranno tenere conto, ad esempio, del PPR e del Piano urbanistico comunale di Cagliari;
3)sviluppo di proposte di una sistema di criteri di riferimento per l’elaborazione di politiche di piano efficaci per il comune di Cagliari.

Testi

Non vi sono testi ufficialmente adottati per il corso. I materiali per lo studio e per le attività di pianificazione simulata vengono forniti tramite ilo sito-docente e/o l'invio per e-mail.

Altre Informazioni

Non ci sono informazioni aggiuntive.

Questionario e social

Condividi su: