La Mobilità docenti in Erasmus (Mosta e ICM)

MOBILITA' DEI DOCENTI IN ERASMUS+

Erasmus+ promuove la mobilità internazionale per attività didattica e di formazione del personale docente delle Università e del personale di impresa.

Le attività previste sono:

  • Periodi di insegnamento: questa attività permette al personale docente di istituti d’istruzione superiore o al personale delle imprese di andare a insegnare presso un istituto d’istruzione superiore partner all’estero. La mobilità del personale per l’insegnamento può riguardare qualsiasi ambito tematico/disciplina accademica.
  • Periodi di formazione: questa attività sostiene lo sviluppo professionale del personale docente e non docente di istituti d’istruzione superiore nella forma di eventi di formazione all’estero (escluse conferenze) e periodi di osservazione in situazione di lavoro/periodi di osservazione/formazione presso un istituto d’istruzione superiore partner, o altra organizzazione di interesse all’estero.

Un periodo all’estero può prevedere l’associazione di attività di insegnamento e formazione.

Le attività di insegnamento e formazione mirano a:

  • Incoraggiare gli Istituti di istruzione superiore ad ampliare e arricchire la portata e i contenuti dei corsi offerti;
  • Permettere agli studenti che non hanno la possibilità di partecipare a un programma di mobilità, di beneficiare delle conoscenze e delle competenze del personale accademico di altri Istituti di istruzione superiore;
  • Promuovere lo scambio di esperienze e know-how sui metodi pedagogici;
  • Motivare studenti e staff a diventare “mobili” e assisterli nella preparazione di un periodo di mobilità.

L’organizzazione di accoglienza deve essere:

  • Un Istituto di Istruzione Superiore di un paese aderente al programma titolare di una Carta Erasmus (ECHE);
  • Qualsiasi organizzazione pubblica o privata di un paese aderente al programma attiva nel mercato del lavoro o in settori quali l’istruzione, la formazione e la gioventù.

L’organizzazione di invio deve essere:

  • Un Istituto di Istruzione Superiore di un Paese aderente al programma titolare di una Carta Erasmus per l’istruzione superiore;
  • Qualsiasi organizzazione pubblica o privata di un paese aderente al programma attiva nel mercato del lavoro o in settori quali l’istruzione, la formazione e la gioventù.

I Paesi Eleggibili sono i seguenti:

I 27 Paesi membri dell’Unione Europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria);

I Paesi dello Spazio Economico Europeo (Macedonia, Islanda, Liechtenstein, Norvegia).

Durata: da 2 giorni a 2 mesi, escluso il viaggio; finanziamento comunitario accordato per un massimo di 7 giorni, incluso il viaggio.

L’attività di insegnamento deve comprendere almeno 8 ore di insegnamento alla settimana (o per ogni soggiorno più breve).

Le categorie di docenti ammessi alle attività didattiche erasmus+ sono le seguenti:

  • Professori ordinari;
  • Professori associati;
  • Ricercatori;
  • Professori a contratto.

INTERNATIONAL CREDIT MOBILITY (ICM)

Il nuovo programma Erasmus+ ha notevolmente ampliato le opportunità di cooperazione e scambio internazionale per studenti e staff, favorendo, nell’ambito della International Credit Mobility (Azione Chiave 1 del programma) la mobilità per studio, docenza e formazione da e verso le università situate nei Paesi europei ed extraeuropei eleggibili. L’obiettivo di questa azione è attrarre studenti e docenti verso le università europee, sostenendole nella competizione con il mercato mondiale dell’istruzione superiore e allo stesso tempo ampliare il raggio di destinazioni possibili per gli studenti e i docenti d’Europa con un’apertura verso i Paesi del resto del mondo.

Per il periodo 2017 – 2019, l’Università di Cagliari finanzia la mobilità dei docenti e personale amministrativo da e verso l'Iran e la Bielorussia. 

La mobilità dei docenti in Erasmus+

Questionario e social

Condividi su: