Aspettativa per Svolgimento di Attività presso Organismi anche Internazionali

Modulistica
04 maggio 2017

Aspettativa per Svolgimento di Attività presso Organismi anche Internazionali

I ricercatori possono essere collocati per un periodo massimo di cinque anni, anche consecutivi, in aspettativa senza assegni per lo svolgimento di attività presso soggetti e organismi pubblici o privati, anche operanti in sede internazionale.
La domanda deve essere presentata al Rettore che emetterà il provvedimento di collocamento in aspettativa senza assegni dopo aver acquisito il parere favorevole delle strutture di afferenza del ricercatore.

Questionario e social

Condividi su: