UniCa Sistema Bibliotecario d'Ateneo Risorse Modalità di accesso, rilevazione e misurazione dell'utilizzo delle risorse elettroniche

Modalità di accesso, rilevazione e misurazione dell'utilizzo delle risorse elettroniche

Accesso alle risorse elettroniche

Le risorse bibliografiche elettroniche (banche dati, periodici elettronici e ebooks) del Sistema bibliotecario di Ateneo sono disponibili via internet.

L'accesso, qualora avvenga nelle strutture universitarie tramite la rete informatica e telematica d’Ateneo (sia da postazione fisse sia tramite device portatili tramite la rete wireless), è automatico in quanto si viene autorizzati tramite indirizzo IP.

In caso ci si colleghi da fuori Ateneo (per esempio da casa o dallo studio), l'accesso può avvenire nei seguenti modi:

  •  tramite il servizio VPN: è necessaria autorizzazione ed installazione di un software per poter navigare come se si fosse dentro alla rete di Ateneo. L'utilizzo della VPN è raccomandato anche per ricerche nel discovery di Ateneo fuori dal campus.
  •  tramite il servizio di autenticazione federata IDEM-GARR: consente di accedere, senza installazione di software, alla maggior parte delle risorse elettroniche anche da postazioni diverse da quelle di Ateneo. Per accedere alla finestra di autenticazione le modalità variano a seconda della piattaforma. Generalmente bisogna cercare il link "Sign in/login" (spesso in alto nella home page del sito), quindi scegliere "Other / Institution login / Shibboleth login" e trovare l'Università di Cagliari nell'elenco che verrà proposto. Nella maschera di log-in che comparirà in seguito, inserire le proprie credenziali U-GOV (IRIS, Esse3 docenti, ...) o di Esse3 (per studenti).

Alcune risorse sono accessibili tramite username e password: per l'attribuzione e per maggiori informazioni rivolgersi a Rita Cosseddu (070-675.6464, per le risorse di Ateneo) o alla biblioteca d'area.

 

L'accesso alle risorse elettroniche, riservato agli utenti dell'Ateneo, è possibile anche grazie al  contributo della Fondazione di Sardegna
L'accesso alle risorse elettroniche, riservato agli utenti dell'Ateneo, è possibile anche grazie al contributo della Fondazione di Sardegna

La Direzione Reti e Servizi Informatici mette a disposizione il servizio di Accesso Remoto Virtual Private
Network (VPN) - UnicaVPN.
Gli utenti scientifici, con casella di posta unica.it, possono utilizzare UnicaVPN per poter accedere da remoto/casa o dalla rete wireless UNICAmente anche alla consultazione di riviste scientifiche e agli abbonamenti online.
L'attivazione del servizio VPN richiede una procedura in due fasi: la prima di tipo amministrativo, la seconda di tipo tecnico.

1) Richiesta di autorizzazione per l'accesso al servizio VPN
Per richiedere l'accesso al servizio UnicaVPN è necessario:
a) collegarsi al linK: http://people.unica.it/settorereti/
b) compilare  il modulo di richiesta, poi stamparlo e sottoporlo alla firma del direttore del dipartimento/struttura di afferenza;
c) inviarlo via fax al 5028, unitamente a una copia di un documento di riconoscimento personale.
L'avvenuta autorizzazione verrà comunicata per email all'interessato direttamente dall'Ufficio reti. A quel punto, sarà possibile avviare la seconda fase della procedura di attivazione del servizio VPN.


2) Installazione del software per l'accesso al servizio VPN
L’ Ufficio reti ha predisposto una breve guida tecnica per l'installazione del software per l'accesso al servizio
VPN. Il file pdf contenente la suddetta guida è scaricabile al seguente link:
http://people.unica.it/settorereti/

Per accedere ai servizi offerti dalla Federazione IDEM-GARR-AAI  è sufficiente selezionare l’Università di Cagliari dalla pagina del WAYF (Where Are You From) della Federazione o del fornitore di servizi: si verrà rediretti alla pagina di autenticazione del nostro Identity Provider e, in caso di autenticazione con successo, al servizio richiesto

Pagina web del servizio IDEM-GARR

Il tema della rilevazione e misurazione dell’utilizzo delle risorse elettroniche, finalizzate ad una maggiore efficacia ed efficienza nelle scelte, ovvero all’obiettivo di diminuire o contenere la spesa pur continuando ad offrire ai propri utenti un servizio soddisfacente, ha acquisito e continua ad acquisire un’importanza e uno spazio sempre maggiori in ambito accademico e nella stessa letteratura professionale.

Le biblioteche sono infatti costrette a sostenere costi sempre crescenti per lo sviluppo delle proprie collezioni digitali attraverso sottoscrizioni, consortili e non, a pacchetti di ejournal e ebook e contratti per l’accesso a banche dati specialistiche: bibliografiche, full-text, etc., i cui costi sono solo parzialmente controllati attraverso le clausole contrattuali del price cap.

Il Sistema Bibliotecario dell’Ateneo di Cagliari fornisce l’accesso online ad una varietà di pacchetti di periodici e libri elettronici e a molte banche dati specialistiche tra le più quotate a livello internazionale: bibliografiche, a testo pieno, citazionali, numerico-statistiche e documentali. I criteri di selezione dell’offerta documentaria, alla luce del numero sempre crescente delle risorse disponibili in formato elettronico e dei relativi costi, devono quindi essere basati su dati quanto più analitici ed obiettivi possibile.

I report statistici sono prodotti dagli editori, dai consorzi o dagli aggregatori e poi forniti via web con la protezione di credenziali dedicate o il controllo degli indirizzi IP agli utenti finali, le singole biblioteche o i consorzi di biblioteche. I dati rilevati vengono successivamente elaborati in modo da renderli tra loro confrontabili. Nella maggior parte dei casi i report statistici risultano conformi allo standard internazionale ormai consolidato, ovvero il Codice COUNTER (Counting Online Usage of Networked Electronic Resources), che garantisce ai destinatari finali statistiche coerenti, riproducibili nel tempo e confrontabili con quelle degli altri fornitori.

Sono fortunatamente pochi i casi in cui i produttori inviano delle statistiche preconfezionate, non conformi a standard e, in quanto tali, difficilmente interpretabili e raffrontabili.

Per le banche dati vengono rilevati, su base mensile e laddove possibile, le sessioni di ricerca, il numero di ricerche eseguite (anche nell’ambito della stessa sessione), i documenti scaricati; per i periodici e i libri elettronici, sempre
su base mensile, il numero di documenti full-text scaricati: articoli, atti di convegni, norme, titoli e sezioni di e-book.Per un quadro dettagliato delle statistiche 2011-Ottobre 2019 si rimanda alla consultazione del file Statistiche risorse elettroniche (2011-Ottobre 2019)

 

 

 

Questionnaire and social

Share on: