UniCa UniCa News Press review Martedì 25 giugno 2019

Martedì 25 giugno 2019

ufficio stampa e redazione web: rassegna quotidiani locali
25 June 2019

L'Unione Sarda

Rassegna quotidiani locali
a cura dell’Ufficio stampa e redazione web



L’UNIONE SARDA
 
 
1 - L’UNIONE SARDA di martedì 25 giugno 2019 / Prima Economia (Pagina 11 - Edizione CA)
INIZIATIVA. UniCa&Imprese
L'Università e il mondo del lavoro

La collaborazione tra Università e Imprese sarà al centro del dibattito UniCa&Imprese in programma giovedì, alle 16.30 nella Cittadella universitaria di Monserrato (blocco A). Saranno presentati progetti distinti per aree tematiche: agrifood, energia, ambiente, Informatio comunication tecnology, management e cultura, salute e benessere. I ricercatori illustreranno i progetti alle imprese, tramite incontri one to one. L'evento è stato organizzato dall'Università con Confindustria, Centro servizi per le imprese e Camera di commercio di Cagliari. Il convegno sarà moderato dalla giornalista Virginia Saba.

AZIENDE IN CAMPO
L'evento di Monserrato consentirà di creare un rapporto diretto tra mondo della ricerca universitaria e aziende sul mercato


2 - L’UNIONE SARDA di martedì 25 giugno 2019 / Sassari e Alghero (Pagina 35 - Edizione CA)
Sassari
LAUREE

Giovedì alle 10, nella sala Milella del palazzo centrale dell'Università di Sassari, il Rettore dell'Ateneo Massimo Carpinelli illustrerà la quinta edizione di "Laurea in piazza" nel corso di una conferenza stampa. La cerimonia di proclamazione dei laureati 2017/2018 si svolgerà venerdì 28 giugno dalle 17 in piazza d'Italia. Verrà conferita la laurea honoris causa in "Lettere Filologia Moderna e Industria culturale" a Flavio Manzoni, Senior vice president del Design Ferrari.


3 - L’UNIONE SARDA di martedì 25 giugno 2019 / Mondo (Pagina 9 - Edizione CA)
CASO REGENI. Lettera dei genitori ai deputati
«Richiamate gli ambasciatori in Egitto»

Richiamare gli ambasciatori italiani in Egitto e dichiarare quel Paese non sicuro. Per i genitori di Giulio Regeni potrebbe essere un segnale forte per ottenere giustizia. In una lettera ai deputati delle Commissioni Esteri della Camera e del Bundestag tedesco, Paola e Claudio Regeni chiedono «una verità processuale» sulla morte del giovane ricercatore in Egitto. «Sono stati violati tutti i diritti umani, compreso il diritto di tutti noi ad avere verità», sostengono. «Tramite il presidente della Camera Fico, che ci ha dimostrato fin dal primo istante concreta e affettuosa vicinanza, vi chiediamo di non lasciarci soli nella nostra pretesa di verità. Giulio era un cittadino europeo e merita l'impegno di tutte le nostre istituzioni».

 

La Nuova Sardegna

 

LA NUOVA SARDEGNA

 

4 - LA NUOVA SARDEGNA di martedì 25 giugno 2019 / Attualità - Pagina 12
Party all'università: muore un 26enne
L'IPOTESI È OMICIDIO

ROMA La Procura di Roma ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, al momento contro ignoti, sul decesso del 26enne Francesco Ginese, il ragazzo che la notte tra venerdì e sabato ha tentato di scavalcare un cancello dell'università «La Sapienza» per partecipare a un evento abusivo organizzato nell'ateneo. Il pm ha ricevuto una prima informativa della polizia e ha disposto l'autopsia sul corpo del giovane. Le indagini sulla festa abusiva alla Sapienza, finita in tragedia, corrono su due binari: da un lato si punta a chiarire le circostanze della morte del 26enne e dall'altro a individuare le responsabilità nell'organizzazione e controllo di quell'evento non autorizzato. I poliziotti della Digos sono ancora al lavoro su una seconda informativa che verrà ultimata a giorni e riguarderà il party abusivo organizzato dai collettivi e dai movimenti degli studenti tra le mura dell'università. Dalle prime verifiche emergerebbe che all'evento erano presenti circa 2.500 ragazzi per partecipare all'appuntamento all'insegna della musica in cui era possibile anche consumare alcolici. «Non è stato un rave ma un'iniziativa artistico-culturale», si legge in un lungo post sulla pagina Facebook dell'evento.


5 - LA NUOVA SARDEGNA di martedì 25 giugno 2019 / Economia - Pagina 14
La Sardegna sperimenta investimenti con effetti socio-ambientali
FINANZA D'IMPATTO, UN RUOLO PER L'ISOLA

CAGLIARI Per finanza d'impatto si intende quel settore di investimenti in grado di generare, appunto, un impatto sociale e ambientale in aggiunta a un ritorno finanziario. Il tema sta catalizzando un sempre maggiore interesse da parte di investitori, studiosi e policy maker per via del formidabile potenziale di sviluppo che questo tipo di strumenti sono in grado di attivare in innumerevoli campi della vita economica e sociale. La Sardegna, in particolare, si presta ad essere un laboratorio di sperimentazione di pratiche virtuose delle quali esistono già numerosi e significativi esempi. Di tutto ciò si discuterà giovedì a Cagliari nel convegno organizzato dal dipartimento di scienze economiche e aziendali dell'università di Cagliari in collaborazione con l'università di Roma La Sapienza, il Center for positive finance Unitelma Sapienza e Social Impact Agenda per l'Italia. Il parterre sarà composto dai più autorevoli studiosi italiani del tema, da operatori dell'ecosistema finanziario locale, da esperti della pubblica amministrazione e del settore privato. Il via alle 15 nell'Aula A del Polo universitario di viale Sant'Ignazio. Del ruolo dell'isola discuteranno, nella tavola rotonda alle 17.15 con il coordinamento di Luca Piras e l'intervento di Rosella Carè, Riccardo Barbieri (consigliere di amministrazione Sfirs), Francesco Sanna (presidente Fidicoop Sardegna), Massimo Temussi (direttore generale dell'agenzia regionale per il lavoro, e Matteo Muntoni, bando innovazione sociale.I lavori si protrarranno fino alle 18.30 con le conclusioni di Riccardo De Lisa, docente di economia degli intermediari finanziari, che con i colleghi Rosella Carè e Luca Piras ha curato l'organizzazione dell'iniziativa. La finanza d'impatto è un nuovo modo di partecipazione privata ai sempre più gravosi e sempre meno sostenibili impegni finanziari pubblici. (a.palm.)

 

Questionnaire and social

Share on: